Domenica 09 Agosto 2020 | 22:48

NEWS DALLA SEZIONE

L'appuntamento
Il premier Conte a Ceglie Messapica scende in «Piazza»

Il premier Conte a Ceglie Messapica scende in «Piazza»

 
Dopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti
Emiliano: «La Puglia non dimentica»

 
L'aggiornamneto nazionale
Coronavirus in Italia, cresce curva contagi (+463), in calo i decessi (

Coronavirus in Italia, cresce curva contagi (+463), calo dei decessi (+2)

 
Occupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
il bollettino
Coronavirus Puglia

Coronavirus, in Puglia 9 nuovi casi su 1368 tamponi

 
nel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
L'intervista
«Il taglio dei parlamentari non regge senza le riforme»

«Il taglio dei parlamentari non regge senza le riforme»: la parola a Luciano Violante

 
politica pugliese
«Che errore la linea da duri e puri pronto al dialogo con Emiliano»

Lattanzio lascia il M5S: «Che errore la linea da duri e puri, pronto al dialogo con Emiliano»

 
Elezioni
«Non voterò per Emiliano lui vuole solo yes-man»

Puglia, Liviano non si ricandida: «Non voterò per Emiliano, lui vuole solo yes-man»

 
L'inchiesta
Taranto, lesioni colpose,. Indagati 10 medici

Taranto, perde una gamba dopo il ricovero: indagati 10 medici per lesioni colpose

 
L'intervista
«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaDopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti
Emiliano: «La Puglia non dimentica»

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

la denuncia

Puglia, insorgono giovani camici bianchi: «Il decreto Cura Italia uciderà la professione medica»

Secondo il Sindacato Sigm, l’inserimento negli ospedali di neo medici senza specializzazione metterà a repentaglio numerose vite

sanità medici salute

BARI - I giovani medici pugliesi bocciano il decreto Cura Italia. I rappresentanti del Sigm, il Sindacato Giovani Medici Puglia criticano il provvedimento che, a loro dire, autorizzando l’inserimento negli ospedali di giovani medici senza specializzazione finirà per «uccidere la professione medica» e metterà a repentaglio vite. «Con il provvedimento assunto nella giornata del 16 marzo 2020, denominato Cura Italia, il Governo - scrivono - ha decretato di fatto l’abolizione del percorso di formazione specialistica per i giovani medici, destinando un numero enorme di professionisti al precariato e a un percorso lavorativo ignoto». I giovani medici avrebbero voluto, invece, un incremento delle borse per i corsi di specializzazione.

«Il provvedimento di incremento delle borse - dicono - è stato annunciato in pompa magna in quanto rappresentava un passo nella direzione giusta. Il provvedimento, da circa 150 milioni di euro (che rispetto ai 25 miliardi stanziati, rappresentano una cifra irrisoria) per coprire il quinquennio avrebbe dovuto essere inserito nel Decreto «Cura Italia». Ma quel che c'era, invece, era lo slogan dei diecimila medici neoabilitati pronti a curare l’Italia, la più grande bugia sulla sanità del nuovo decennio». «Il nostro sistema sanitario - aggiungono - che si basa sulla formazione specialistica e talvolta ultra-specialistica, adesso vedrà circa 12mila medici a spasso, privi della formazione di cui sopra e abbandonati al giro delle guardie mediche, delle sostituzioni o delle soluzioni creative nel mondo della partite Iva. Al ministro Speranza, chiediamo: come potete credere che dei medici senza alcuna formazione possano curare le più disparate patologie, dalle più lievi alle più gravi?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie