Giovedì 04 Giugno 2020 | 14:27

NEWS DALLA SEZIONE

ripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 4 nuovi casi su 2543 tamponi. 3 decessi a Bari e Taranto

Coronavirus, in Puglia 4 nuovi casi su 2543 tamponi. 3 decessi a Bari e Taranto

 
lavoro
Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

 
il bollettino
Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

 
trasporti
Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

 
Il racconto
Francesca Mangiatordi e  Elena Pagliarini

«Vi racconto i 100 giorni dell’inferno a Cremona», la testimonianza di una dottoressa di Altamura

 
serie A
Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

 
verso il voto
Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

Regionali Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

 
operazione della gdf
Eroina e cocaina da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale

Droga da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale VD

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
Leccenel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
Potenzalavoro
Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

 
BariTecnologia
«Immuni, applicazione pericolosa e inutile»

«Immuni, applicazione pericolosa e inutile», il parere dell'avvocato

 
Tarantol'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
Foggianel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

L'inchiesta

Foggia, arresto Cera: polemiche sul gip, il fratello ha avuto una nomina da Emiliano

Il giudice aveva «scagionato» il governatore circa il presunto accordo corruttivo. E il giorno degli arresti Emliano su Fb aveva detto «il fatto non sussiste»

Appalti e favori in Regione, arrestato Cera e suo padre: martedì l'interrogatorio

Il fratello del gip foggiano Armando Dello Iacovo, che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare per Angelo e Napoleone Cera, è consigliere di amministrazione della Apulia Film Commission su nomina della giunta Emiliano. L’inchiesta giudiziaria che ha scosso il mondo politico pugliese rischia dunque di innescare una polemica politica: Giovanni Dello Iacovo, giornalista, è il portavoce dell’assessore al Bilancio della Regione, Raffaele Piemontese, ed è dipendente a tempo determinato del gruppo Pd in Consiglio regionale.

Nessuno ha esplicitamente parlato di conflitto di interesse, ma ieri a Foggia sul punto c’è stata molta tensione, soprattutto nel mondo politico. Il gip Dello Iacovo è persona di indiscusso spessore, e gode di enorme considerazione nell’ambiente giudiziario dove è noto per la sua serietà e professionalità. Il giudice non si è pronunciato direttamente su Emiliano - per il quale la Procura non ha avanzato alcuna richiesta di misure cautelari - ma, decidendo sui Cera, ha stabilito che non ci sono gravi indizi per l’accusa di corruzione che coinvolge anche il governatore.

Per il gip c’è «assenza di collegamento» tra la richiesta avanzata da Emiliano ai Cera, ovvero quella di impegnarsi per sostenere alle elezioni comunali il sindaco uscente di San Severo, Francesco Miglio, e quella fatta dai Cera a Emiliano, cioè di nominare un loro uomo come commissario della Asp di Chieuti: tra i due episodi per il gip non ci sarebbe «un collegamento oggettivo o soggettivo».

In base a questa valutazione, riportata nell’ordinanza di custodia cautelare, Emiliano, lo stesso giorno degli arresti, ha scritto su Facebook che «il fatto non sussiste»: «Meno male che hanno fatto in fretta a restituirmi serenità e dignità». Martedì il gip Dello Iacovo dovrà tenere l’interrogatorio di garanzia per gli arrestati Angelo e Napoleone Cera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie