Lunedì 26 Settembre 2022 | 08:19

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,91%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,46%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,85%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,07%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,12%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,24%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,81%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,29%

Movimento 5 Stelle

 

Continua la battaglia

Costa Ripagnola a Polignano, gli ecologisti: «Emiliano si schieri»

L'azienda Serim che ha avviato la bonifica: «Progetto regolare»

24 Luglio 2019

Sul progetto di sviluppo edilizio nell’area dei trulletti di Costa Ripagnola a Polignano, c’è stato ieri un incontro di varie realtà ambientaliste pugliesi, in fibrillazione dopo l’avvio dei lavori di bonifica dell’area avviati dall’azienda Serim. il cartello ecologista, a cui ha aderito anche La giusta causa di Michele Laforgia, chiede chiarimenti al governatore Michele Emiliano: «O sceglie di perseguire la strada della lottizzazione o quella della realizzazione del parco naturalistico. Aspettiamo risposte in tal senso», spiega Marco Seclì di Italia Nostra. Intanto giovedì ci sarà un convegno sul tema nel Palazzo ex Poste dell’Università di Bari, promosso in collaborazione con il Fai. E anche la delegata Ambiente Fai Puglia, Marialucrezia Colucci è intervenuta sulla vicenda: «Esiste un angolo di paradiso in Puglia, in cui si percepisce l’equilibrio millenario che si è instaurato nella nostra regione tra uomo e natura: è Costa Ripagnola.

Qui, più che in altri luoghi, si è saputa conservare nel tempo l’arte della cosiddetta architettura spontanea e rurale con l’utilizzo della pietra calcarea; un’intensa attività agricola sui terreni sabbiosi tra Mola di Bari e Polignano a Mare, grazie ai quali si esprimono le più rinomate biodiversità agrarie pugliesi, tra cui il famoso presidio slow food La Pastinaca di San Vito; e una quasi incontaminata costa rocciosa con residui relittuali dunali, in cui si alternano gigli di mare e ginepri plurisecolari, nonché luoghi idonei alla nidificazione e/o sosta di un’avifauna migratoria e altamente a rischio, come il fratino o il martin pescatore». Per l’esponente Fai «visti quindi i forti interessi di speculazione edilizia e commerciale e i lunghi silenzi istituzionali in merito, molte associazioni stanno portando avanti una campagna di sensibilizzazione, informazione e protesta pacifica, concretizzatesi in una petizione online che ormai viaggia verso le oltre 10mila firme».

Nella contesa si registra anche la presa di posizione dell’azienda Serim: «Nei giorni scorsi la nostra società ha eseguito una normale operazione di bonifica di alcune lastre di eternit poste a copertura di alcune costruzioni rurali ricomprese nell’area in località Ripagnola a Polignano a Mare. Il disperato tentativo di alcuni personaggi di attaccare un progetto regolare e rispettoso della salvaguardia ambientale con argomentazioni inesistenti e fantasiose, sta facendo sciogliere come la neve al sole il teorema del nulla». La Serim parla di azioni volte «a cercare di suggestionare l’opinione pubblica e le istituzioni», animate da un «partito di interessi estraneo a Polignano». L’azienda difende un «progetto munito di tutte le autorizzazioni - che in uno stato di diritto merita rispetto più delle illazioni -», e si dichiara «ben lieta» di confitare le critiche znelle sedi opportune dove valgono le norme e noi i manifesti o le desolanti autocelebrazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725