Lunedì 14 Ottobre 2019 | 13:35

NEWS DALLA SEZIONE

il giallo
Società sponsorizza «Meraviglioso Natale» a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

Società sponsorizza Meraviglioso Natale a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

 
Nel Nordbarese
Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

 
nel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
nel Barese
Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

 
a san siro
Milan - Lecce, sale la febbre giallorossa: già venduti 1500 biglietti

Milan - Lecce, sale la febbre giallorossa: già venduti 1500 biglietti

 
L'emergenza
Cerignola, rischio caos rifiuti: «Rescisso il contratto, serve nuovo gestore»

Cerignola, rischio caos rifiuti: «Rescisso il contratto, serve nuovo gestore»

 
Bari Ternana 2-0
Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili

Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili  Foto

 
Taranto
Arcelor Mittal, parla Jehl: se andiamo via, nessun altro. Emiliano: sono i peggiori

Arcelor Mittal, parla Jehl: se andiamo via, nessun altro. Emiliano: sono i peggiori

 
Le dichiarazioni
Sindaco Fasano: «Papà di Renzi? Mai visto né conosciuto»

Sindaco Fasano: «Papà di Renzi? Mai visto né conosciuto»

 
Il processo
Fse, c'era un accordo illecito per la manutenzione dei treni

Fse, c'era un accordo illecito per la manutenzione dei treni

 
nel Nordbarese
Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

 

Il Biancorosso

contro la ternana
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisiil giallo
Società sponsorizza «Meraviglioso Natale» a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

Società sponsorizza Meraviglioso Natale a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

 
BariL'intervista
Ezio Totorizzo, il manager barese che piace a Mtv

Ezio Totorizzo, il manager barese che piace a Mtv

 
BatNel Nordbarese
Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

 
Leccenel salento
Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 
Tarantol'indagine
Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

 
Foggianel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

A Lecce

Giustizia svenduta a Trani, Savasta ammette dal gip: «È vero, ho sbagliato»

Durante l'incidente probatorio riguardante l'inchiesta sulle indagini pilotate a Trani

pm Antonio Savasta

Il pm Antonio Savasta

LECCE - «È vero, ho sbagliato, ho fatto cose contrarie al mio ufficio, è stato un grande errore». Nel corso dell’incidente probatorio dinanzi al gip di Lecce Giovanni Gallo, l’ex pm di Trani Antonio Savasta ammette ancora una volta le proprie responsabilità riguardo ai fatti contestati nell’inchiesta della Procura di Lecce sulle indagini truccate nel Tribunale di Trani tra il 2014 e il 2018.

Savasta - che è ai domiciliari perchè sta collaborando e si è dimesso dalla magistratura - è accusato, insieme con l’ex collega Michele Nardi e l’ispettore di polizia Vincenzo Di Chiaro, di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari e falso commessi tra il 2014 e il 2018 per aver pilotato, in cambio di mazzette, indagini istruite dalla Procura di Trani dove Savasta era pubblico ministero.

L’ex pm ha confermato di aver falsificato processi e firme dicendo di averlo fatto per farsi amico l’ex collega Michele Nardi, indicato come il capo del sistema. «Avevo bisogno della sua amicizia», ha detto al gip, spiegando come questa avrebbe potuto garantirgli un appoggio in Procura in merito ad alcune questioni disciplinari pendenti a suo carico al Csm.

Savasta ha confermato anche il coinvolgimento nella spartizione delle mazzette versate da alcuni imprenditori, anche dell’ex pm Luigi Scimè, al quale avrebbe consegnato lui stesso in macchina una busta contenente una somma di denaro portatagli a casa dall’imprenditore di Corato Flavio D’Introno. «Ho aperto la busta - ha detto - ma non ho visto quanti soldi vi fossero, solo che c'erano mazzette da 200 e 500 euro». L’ascolto dell’ex magistrato proseguirà il 28 giugno e 3 luglio prossimi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie