Domenica 22 Settembre 2019 | 22:12

NEWS DALLA SEZIONE

Il premier e Sandrino
Lecce, Conte incontra 13enne autistico: aiuto per i disabili

Lecce, Conte incontra 13enne autistico: aiuto per i disabili

 
Giallorossi perono 4-1
Lecce piegato in casa da poker del Napoli: gol di bandiera di Mancosu

Lecce piegato in casa da poker del Napoli: gol di bandiera di Mancosu

 
La sentenza
Matera, mobbing all'ispettorato del lavoro: condanna

Matera, dipendente ispettorato del lavoro vittima di mobbing: condanna

 
in zona cappuccini
Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

 
nel foggiano
Cerignola, 2 giovani picchiati da sconosciuti in villa comunale: indagano i cc

Cerignola, 2 giovani picchiati da sconosciuti in villa comunale: indagano i cc

 
Serie c
Il Bari cerca la domenica perfetta

Il Bari cerca la domenica perfetta

 
Trasporti
Puglia, treni a 50 all'ora: i soldi per i lavori usati per altro, indagini

Puglia, treni a 50 all'ora: i soldi per i lavori usati per altro, indagini

 
poco dopo le 16
Forte terremoto in Albania, trema anche la Puglia

Due scosse di terremoto con epicentro in Albania, trema anche la Puglia

 

Il Biancorosso

Biancorossi sconfitti 1-0
Bari sconfitto a Francavilla, Cornacchini in bilico

Bari sconfitto a Francavilla, Cornacchini in bilico

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl premier e Sandrino
Lecce, Conte incontra 13enne autistico: aiuto per i disabili

Lecce, Conte incontra 13enne autistico: aiuto per i disabili

 
MateraLa sentenza
Matera, mobbing all'ispettorato del lavoro: condanna

Matera, dipendente ispettorato del lavoro vittima di mobbing: condanna

 
FoggiaL'agguato
Foggia, due minori aggrediti alla festa nel parco: un ferito

Foggia, due minori aggrediti alla festa nel parco: un ferito

 
Brindisiin zona cappuccini
Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

Brindisi, cc trovano 2 quintali di marijuana in una casa abbandonata

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 

i più letti

Coinvolti 2mila lavoratori

Caporalato: sfruttavano braccianti a 2,5 euro l'ora tra Bari e Andria, in 8 patteggiano

Le pene patteggiate vanno dai 2 anni di reclusione ai mille euro di multa

Caporalato: sfruttavano braccianti a 2,5 euro l'ora tra Bari e Andria, in 8 patteggiano

Hanno patteggiato pene comprese tra i 2 anni di reclusione e i mille euro di multa le otto persone accusate, con ruoli diversi, di aver sfruttato per anni circa 2 mila braccianti agricoli, tutti italiani e prevalentemente donne, reclutati nei territori di Mola di Bari, Noicattaro, Conversano e Rutigliano e impiegati in diversi campi di uva e ciliegie della regione, fino ad Andria e Trinitapoli.
Gli imputati rispondevano, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (caporalato), estorsione, omissione di soccorso, auto-riciclaggio e truffa ai danni dell’Inps. Nella quantificazione delle pene sono state riconosciute prevalenti le attenuanti generiche e concessa la sospensione condizionale delle pene. Dopo alcuni mesi di controllo giudiziario dell’azienda, inoltre, l’attività è tornata in mano agli originari amministratori che hanno regolarizzato la posizione di tutti i lavoratori impiegati. Stando alle indagini della Guardia di Finanza, coordinate dalla Procura di Bari, gli imputati fino ad un anno fa sottoponevano i braccianti a condizioni di sfruttamento approfittando del loro stato di bisogno, pagandoli circa 2 euro e 50 all’ora, facendoli lavorare fino a 14 ore consecutive sotto i teloni con temperature altissime e senza adeguate provviste di acqua, e costringendoli anche a restituire al caporale 2 euro per ogni giornata lavorativa.

L’inchiesta nel luglio 2018 portò all’arresto della caporale Maria Macchia, incaricata di reclutare i braccianti e segnare le presenze, che ha patteggiato 2 anni di reclusione, e dell’amministratore dell’azienda agricola Extrafrutta di Bisceglie, Berardino Pedone, che ha patteggiato la pena a 18 mesi.
Sono state accertate più di 24mila giornate lavorative e oltre 2 milioni di euro di profitto illecito oltre a 53 mila euro di indennità indebitamente percepite dall’INPS. Dalle sole estorsioni, la «quindicina», perché i 2 euro a giornata venivano consegnati ogni 15 giorni, la caporale avrebbe guadagnato circa 110mila euro. È stato accertato anche un episodio di omesso soccorso ad una bracciante che si era sentita male tre volte consecutive nello stesso giorno.
«Se da un lato è evidente come costituisca un dato più che notorio il grave problema occupazionale imperante nelle aree del meridione, compresa l’area del sud barese dove sarebbero stati reclutati braccianti, - scrive il gip Marco Galesi nella sentenza di patteggiamento - è ragionevole ritenere che il fatto stesso di avere accettato condizioni di lavoro certamente degradanti pur di lavorare, a partire dalla stessa imposizione di una quindicina in favore della caporale, costituisce indice concreto della sussistenza di un effettivo stato di bisogno da parte dei lavoratori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie