Domenica 19 Settembre 2021 | 22:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sanità

Ricerca scientifica, al De Bellis di Castellana incremento del 650% in 2 anni

Numeri da eccellenza, a cominciare dall’impennata delle pubblicazioni, dopo la riorganizzazione di metodi e criteri introdotta dal direttore scientifico Giannelli

Ricerca scientifica, al De Bellis di Castellana incremento del 650% in 2 anni

Guadagna terreno il settore della ricerca medico-scientifica dell’Irccs 'Saverio de Bellis' di Castellana con un incremento del 650% delle pubblicazioni dal 2016 al 2018. In una nota si precisa che i risultati sono dovuti al modello organizzativo introdotto a metà 2016 dal direttore scientifico Gianluigi Giannelli.
Due anni fa l’indice ufficiale di riferimento nel settore, che valuta il peso delle ricerche sulle riviste scientifiche (Ifn), era sceso per l’ente a 55 punti. Il 34% dei ricercatori non aveva pubblicato neanche un lavoro, a fronte di 46 progetti finanziati dal ministero; gli studi clinici in corso erano solo tre, e i progetti inviati ad agenzie esterne solo sei. Con la nuova governance la produzione scientifica è passata da 55 a 231,6 punti Ifn nel 2017. A ciò è seguita un’ulteriore crescita nel 2018: 346 punti per un incremento biennale di circa il 650%.

Il minor numero di progetti ha fatto sì che borsisti e contrattasti avessero più tutor, rendendo meglio da un punto di vista scientifico e comportando un risparmio economico. In parallelo si è ridotto nettamente il numero di ricercatori inattivi, contenuto al 5% nel 2017 e ridotto al 2% a fine 2018. Il numero degli studi clinici è aumentato a cinque nel 2017 e a 19 nel 2018. Il numero di progetti di ricerca inviati ad agenzie esterne è salito a 11 nel 2017 e a 31 nel 2018. E sono state depositate le prime quattro domande di brevetto. Il tutto è confluito nel bilancio della ricerca che è stato nel 2016 di 1.300.000 euro, saliti a due milioni nel 2017 e a 2.500.000 nel 2018. Inoltre, è quasi concluso l’iter per rendere l’Irccs 'S. de Bellis' il primo ospedale in Puglia abilitato a effettuare studi clinici di fase 1 (fase successiva agli studi di laboratorio, per testare un nuovo agente antitumorale sugli umani).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie