Martedì 25 Giugno 2019 | 21:32

NEWS DALLA SEZIONE

In Bulgaria
Il barese Dentico vince due ori e un bronzo nella «Mediterranean Cup»

Il barese Dentico vince due ori e un bronzo nella «Mediterranean Cup»

 
La richiesta
ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

 
Il parere della Cedu
Ex Ilva, Corte di Strasburgo boccia richiesta di un nuovo giudizio

Ex Ilva, Corte di Strasburgo boccia richiesta di un nuovo giudizio

 
Il caso
Caporalato nel Tarantino, sfruttava braccianti nei campi: un arresto

Caporalato nel Tarantino, sfruttava braccianti nei campi: un arresto

 
L'incidente
Cozze, carambola tra tre auto: sette persone coinvolte, due sono gravi

Cozze, carambola tra tre auto: sette persone coinvolte, due sono gravi

 
La grande via dell'acqua
Puglia, Galleria Pavoncelli bis: dopo 30 anni si concludono i lavori

Puglia, Galleria Pavoncelli bis: dopo 30 anni si concludono i lavori

 
La vittoria
Nuoto, Di Liddo argento al «Settecolli» in vista dei mondiali

Nuoto, Di Liddo argento al «Settecolli» in vista dei mondiali

 
In salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
Il saluto
Università di Bari, l'addio di Uricchio: «Lascio un Ateneo cresciuto»

Università di Bari, l'addio di Uricchio: «Lascio un Ateneo cresciuto»

 
Ieri sera
Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

 
Il caso
Polignano, pesce scaduto: chef e staff di Grotta Palazzese si scusano

Polignano, multa a Grotta Palazzese le scuse dello chef: errore sull'etichetta

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa cerimonia
Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

 
HomeLa richiesta
ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

 
BrindisiL'inseguimento
Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

 
Batdalla guardia costiera
Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

 
LecceIn salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
FoggiaIeri sera
Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

 
PotenzaNel potentino
Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

 

i più letti

Trasporti

Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

Nel 2023 si viaggerà da Foggia a Martina Franca

Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

Da aprile 2020 sarà tecnicamente possibile introdurre treni diretti dal Salento all’aeroporto di Bari. È l’effetto dei lavori che Rfi (la società del gruppo Fs che gestisce la rete nazionale) sta portando avanti sul fascio di binari della stazione centrale di Bari: il primo passo dell’interoperabilità tra le reti ferroviarie pugliesi.
«Con questa integrazione - spiega Roberto Laghezza di Rfi - si mettono in collegamento i binari in modo da generare opportunità sui servizi che il committente Regione potrà decidere di svolgere». Nella stazione di Bari (oltre a Fal, che ha una rete a scartamento ridotto) arrivano infatti Bari Nord e Sud-Est. I lavori che termineranno entro aprile del 2020 faranno in modo che da tutto il fascio dei binari «ovest» (quelli utilizzati dalle Bari Nord per i collegamenti verso l’aeroporto) si potrà accedere al primo binario della stazione di Bari, permettendo così ai treni di proseguire verso sud. «Noi non realizziamo solo questa integrazione - spiega Laghezza - ma anche un importante potenziamento attraverso il nuovo Acc (apparato centrale computerizzato, ndr) per governare la circolazione a Bari centrale e migliorare il servizio, velocizzando gli itinerari a 60 km/h. Stiamo realizzando anche l’ultima fase del raddoppio della Bari-Taranto, che entra su Bari a binario semplice, aumentando anche qui la capacità e riducendo le interferenze della circolazione».


Il secondo step dell’integrazione verrà completato a dicembre del 2021, quando la rete delle Bari Nord potrà avere accesso all’intero fascio di binari della stazione centrale. Il terzo e ultimo, con l’interoperabilità completa, è programmato da Rfi per dicembre del 2023, e permetterà anche alla rete Sud-Est di essere collegata con Rfi in stazione centrale: ma si tratta di un intervento coincidente con l’attivazione della variante di Bari sud e delle tre nuove stazioni (Campus, Executive e Triggiano, le prime due in condominio tra Rfi e Fse) previste nell’ambito dei lavori del Nodo ferroviario. Un’opera con tempistiche ancora molto lunghe. Ma che consentirà di collegare con treni diretti (poniamo) Martina Franca a Foggia.
Le reti ferroviarie pugliesi hanno numerosi altri punti di interconnessione. A Barletta, per esempio, Bari Nord è responsabile del progetto di integrazione con Rfi che consentirà di arrivare all’aeroporto di Bari con treni diretti da Foggia: il servizio potrebbe essere attivato anche oggi, con un cambio tra due gestori nella stazione di Barletta. A Foggia già esiste l’integrazione con la rete delle Ferrovie del Gargano, integrazione in parte esistente a Lecce e a Francavilla Fontana. A Lecce esiste già un progetto (per il collegamento con Sud-Est), oltre ad un intervento di restyling della stazione.


Anche a Bari, come noto, è in corso il progetto di Grandi Stazioni per la riqualificazione dello scalo ferroviario. Entro giugno sarà completato l’allargamento del sottopasso «giallo», e ad ottobre sarà pronto l’allungamento fino al fabbricato Bari Nord. È previsto, tra l’altro, l’abbattimento delle barriere architettoniche con l’estensione degli ascensori ai marciapiedi che ne sono sprovvisti. A giugno 2020 saranno completati sia il restyling dei sottopassi «verde» e «rosso», sia il nuovo fronte di stazione lungo via Capruzzi.
L’ultima parola sui servizi toccherà alla Regione. «L’interoperabilità - dice l’assessore ai Trasporti, Gianni Giannini - è un punto di arrivo importante che consentirà di potenziare i collegamenti in tutta la Puglia». Già oggi la stazione di Bari, soprattutto dopo l’introduzione dell’orario cadenzato, può essere considerata l’«hub» del sistema ferroviario: ma per rendere operativa l’integrazione servirà un accordo con i gestori, accordo non ancora previsto. E di intermodalità si parlerà invece da domani nella tappa di Treno Verde che toccherà Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie