Lunedì 18 Marzo 2019 | 19:25

NEWS DALLA SEZIONE

Udienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
La proposta di Decaro
Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

 
A taranto
Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

 
Polemica nel barese
Gioia del Colle, segretario Lega parla di «razze», candidato sindaco: «Si dimetta»

Gioia, segretario Lega parla di «razze», candidato centrodestra: «Si dimetta»

 
La denuncia
Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

 
L'inchiesta
Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

 
Incidente nel Tarantino
Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 
Denunciate 2 donne
Taranto, cc sequestrano 52kg di sigarette, anche di contrabbando: 2 denunce

Taranto, cc sequestrano 52kg di sigarette, anche di contrabbando: 2 denunce

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Bari, l'attesa è finalmente finitaparte il rush finale del campionato

Bari, l'attesa è finalmente finita
parte il rush finale del campionato

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Regione

Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

Il nodo del Piano Operativo, doveva chiudersi il 31 dicembre, ma al momento è tutto sospeso

corsia d'ospedale

Sul tavolo c’è l’uscita della Puglia dal Piano operativo, il commissariamento soft che tiene le Asl sotto il controllo dei ministeri e che - sulla carta - doveva concludersi il 31 dicembre. Ma i tecnici di Salute ed Economia fanno resistenza, pur riconoscendo che la gestione della sanità è ormai tornata nei ranghi. Ma la partita si giocherà nel mese di marzo.
Lunedì sera, a Roma, il presidente Michele Emiliano ha incontrato il ministro della Salute, Giulia Grillo. Un colloquio cordiale, dicono fonti della Regione, in cui però il tema del Piano operativo sarebbe stato toccato solo in termini generali. E dunque lasciando che l’iter faccia il suo corso: la Puglia entro il 9 marzo dovrà mandare gli aggiornamenti del Piano operativo 2016-2018 (già informalmente consegnati al ministero), e la riunione convocata per il 9 aprile prenderà la decisione definitiva.
Le perplessità, da ciò che è stato possibile ricostruire, riguardano non tanto gli aspetti tecnici (da tre anni la Puglia è considerata adempiente per i Livelli essenziali di assistenza) quanto per quelli economici. Esiste infatti una divergenza sul saldo del bilancio 2018, che per la Regione è pari a -14 milioni mentre per il Mef sarebbe negativo per 33 milioni. La differenza è dovuta all’incidenza del payback farmaceutico, la quota di fatturato che le case produttrici restituiscono alle Regioni a fine anno: sul meccanismo di riparto è in atto da anni un contenzioso, e la legge di Stabilità ha sancito che la situazione dovrà essere sanata entro aprile.


È accaduto che la Puglia, a fronte di un credito pari a 130 milioni (soldi che dovrebbero arrivare ad aprile) ha ottenuto un anticipo di 19 milioni. Nel bilancio preventivo 2019 del sistema sanitario, la Regione li ha considerati tra i ricavi. Il ministero, con un approccio estremamente conservativo e temendo che possano essere presentati altri ricorsi, ritiene invece che vadano accantonati in attesa della chiusura definitiva del contenzioso. È così che si spiega la differenza contabile. Ma va anche detto che fino al 1° novembre scorso la Regione era certa di chiudere in attivo di 30 milioni, fino a quando il Mef non ha imposto l’obbligo di accantonare - già dal 1° gennaio 2018 - i circa 70 milioni necessari a coprire i rinnovi contrattuali della sanità, soldi che in passato sono sempre stati garantiti attraverso aumenti corrispondenti del fondo sanitario nazionale e che quest’anno sono stati scaricati alle Regioni.


Per far fronte a questo «regalo», la Puglia ha come noto accantonato (a copertura del debito) 50 milioni sul bilancio 2019, creando nei fatti una quarantina di milioni di deficit. Ma proprio per questo, i tecnici del dipartimento guidato da Giancarlo Ruscitti hanno chiesto all’Economia di essere elastica sul payback, consentendo alla Puglia di coprire anche gli altri 14 milioni con le somme in arrivo ad aprile. In caso contrario, la Regione dovrà chiudere in passivo il 2018 e comincerà il 2019 con un attivo di oltre 100 milioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400