Martedì 13 Novembre 2018 | 05:40

NEWS DALLA SEZIONE

San Pancrazio Salentino
Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: tre feriti, gravi due anziani

Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: tre feriti, gravi due anziani

 
Trasporti
Bari, aeroporto chiuso per nebbia: 5 voli cancellati, 4 dirottati

Bari, aeroporto chiuso per nebbia: 5 voli cancellati, 4 dirottati a Napoli e Pescara

 
Protagonisti due pregiudicati
Molfetta, lite tra padre e figlio finisce a pistolettate in strada

Molfetta, lite tra padre e figlio finisce a pistolettate in strada

 
Il forum
Bari, paradosso Zona industrialeLe eccellenze e i suoli «bloccati»

Bari, paradosso Zona industriale
Le eccellenze e i suoli «bloccati»

 
Ambiente
Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

 
Flash mob
Libertà d'informazione, domani i giornalisti scendono in piazza a Bari

Libertà d'informazione, domani i giornalisti in piazza a Bari

 
La gara in acqua
Vela, la Morgan vince il XXXI edizione del Trofeo Bettiglieri

Vela, la Morgan vince la XXXI edizione del Trofeo Bettiglieri

 
L'indagine
Mafia, per il 52% dei pugliesi fenomeno globale e preoccupante

Mafia, per il 52% dei pugliesi fenomeno globale e preoccupante

 
Estorsione
Bari, factotum costretto a pagare 60 mila euro per la scuola dei figli del clan Di Cosola: 2 arresti

Bari, factotum costretto a pagare 60 mila euro per scuola figli del clan Di Cosola: 2 arresti

 
Dal 16 al 25 novembre
Madonna del Rosario di Pompei: il quadro arriva a S.Giovanni Rotondo

Madonna del Rosario di Pompei: il quadro arriva a S.Giovanni Rotondo

 
Il colpo in banca
Lecce, ripulita BNL in centro: ladri fuggiti lasciano banconote a terra, forse allarme guasto

Lecce: malviventi aprono cassette BNL in centro, forse allarme danneggiato

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Fino alle 15

Maltempo al Sud, per la Protezione Civile è allerta gialla-arancione

Previsti fenomeni intensi in Salento e nei Bacini del Lato e del Lenne. Guai anche nel Metapontino 

pioggia

BARI - La protezione civile regionale ha emanato un’allerta meteo gialla-arancione, fino alle 15 di oggi, per rischio idrogeologico e idrologico per temporali localizzati sulla Puglia. In particolare, l’allerta arancione è prevista in Salento e per i Bacini del Lato e del Lenne.

L’allerta gialla, invece, riguarda tutta la Puglia su cui sono previste precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati su settori interni meridionali. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Previsti anche venti forti con raffiche di burrasca dai quadranti settentrionali.

STEFANO: «SERVONO MISURE CONTRO DANNI IN PUGLIA» - «Occorre adoperarsi tempestivamente per attivare tutti gli strumenti utili a superare l’attuale stato di disagio in capo alla popolazione pugliese, nonché a predisporre immediate misure di ristoro per gli ingenti danni in essere provocati dal maltempo». È quanto chiede il senatore pugliese Dario Stefàno (Pd) al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al capo della Protezione Civile e al Governo.
«L'ondata di maltempo che da più di 36 ore avversa in Puglia, nel Salento e in alcune città in particolare, come Nardò, sta procurando danni ingenti e severi al territorio. Gli allagamenti, con picchi di acqua alta fino a un metro e mezzo nel solo Salento, oltre ad aver fatto crollare diversi sistemi di muretti che caratterizzano il territorio - conclude Stefàno - stanno distruggendo i vigneti e le colture in campo mettendo in ginocchio un comparto economico fondamentale del territorio».

ALLERTA NEL NORD BARESE - A causa del maltempo e delle abbondanti piogge delle ultime ore, diversi interventi si sono resi necessari sia in città, a Barletta, che sul Ciappetta Camaggio. Su disposizione del sindaco Cosimo Cannito, d’intesa con il comando di Polizia Locale e il Cordinamento cittadino di Protezione civile, gli argini del canale Ciappetta Camaggio sono stati monitorati da ieri sera e per tutta la notte. Il livello dell’acqua è arrivato al limite senza tracimare ma è stato necessario intervenire per consentire all’acqua di defluire, rimuovendo erbacce e rifiuti portati violentemente a valle dall’acqua. Al lavoro da questa mattina ci sono gli addetti di Bar.s.a. che, con l’ausilio di un braccio meccanico, hanno rimosso quanto ostruiva il deflusso delle abbondanti acque. In città, invece, interventi si sono resi necessari per fare defluire l’acqua nel sottovia Pertini, dove sono intervenuti i volontari della Misericordia di Barletta. Quel tratto resta interdetto, per il momento, al traffico veicolare.

GUAI ANCHE NEL METAPONTINO - «Ancora una volta le conseguenze degli allagamenti di queste ultime ore nelle aziende agricole del Metapontino, dovuti principalmente alla forte intensità delle piogge, sono state aggravate dallo straripamento dei canali di bonifica che risentono della mancata o comunque adeguata pulizia delle infrastrutture da parte del Consorzio di bonifica». Lo ha detto, in una nota, la Confederazione italiana agricoltori (Cia), secondo la quale «le aree agricole più colpite, per ora, sono quelle ricadenti nei territori di Pisticci, Scanzano Jonico, Nova Siri, dopo Rotondella già segnalata nei giorni scorsi». Per la Cia, «sui territori come il Metapontino a più alto pericolo esondazioni serve una costante azione di forte contrasto al rischio idraulico e lotta al dissesto idrogeologico. I lavori vanno programmati con un piano pluriennale dei Consorzi, che permetta di intercettare fondi comunitari, nazionali e regionali che consentano interventi strutturali in concorso con altri enti, e non procedendo ognuno per proprio conto, così da programmare lavori evitando sovrapposizioni e sprechi di risorse utili per la tutela del territorio. Deve essere la Regione a farsi carico di coordinare i lavori e di utilizzare al meglio le professionalità dei Consorzi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400