Sabato 19 Gennaio 2019 | 21:40

NEWS DALLA SEZIONE

In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
CARPI FOGGIA 0-2
Il Foggia vince a Carpi: scontro diretto per la salvezza

Il Foggia vince a Carpi: scontro diretto per la salvezza

 
Finisce 1-1
Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

 
Serie B
Foggia calcio, Padalino trova Greco: «Lo conosco bene può darci una mano»

Foggia calcio, Padalino trova Greco: «Lo conosco bene può darci una mano»

 
Serie B
Lecce, Liverani e la pressione «Guai a sentirla voglio spensieratezza»

Lecce, Liverani e la pressione «Guai a sentirla voglio spensieratezza»

 
Droga
Foggia, pusher 18enne beccato da cc fugge e si rompe il femore: arrestato

Foggia, pusher 18enne beccato da cc fugge e si rompe il femore: arrestato

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 

L'audizione alla Camera

La Xylella arriva in Francia, Spagna e Germania. Il Cnr: vanno tagliati gli alberi

Pierferdinando La Notte: «E' un problema europeo, Eradicazione chirurgica unica misura in zone cuscinetto»

xylella

BARI - La Xylella si sta diffondendo in tutta Europa, in particolare in Francia, Spagna e Germania e non è più certo un problema solo italiano e tanto meno della Puglia. E' quanto ha fatto sapere il ricercatore dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (Ipsp) del Cnr di Bari, Pierferdinando La Notte, in audizione alla commissione Agricoltura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull'emergenza legata alla diffusione del batterio nella regione Puglia. 

La Xylella si sta diffondendo in tutta Europa, in particolare in Francia, Spagna e Germania e non è più certo un problema solo italiano e tantomeno della Puglia. E' quanto ha fatto sapere il ricercatore dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (Ipsp) del Cnr di Bari, Pierferdinando La Notte, in audizione alla commissione Agricoltura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull'emergenza legata alla diffusione del batterio nella regione Puglia.

Questa consapevolezza - prosegue - era stata già acquisita nel 2015 dall'Ue e dal servizio fitosanitario nazionale. All'epoca si è passati da una strategia di eradicazione a una strategia di contenimento. Ad oggi manca una soluzione definitiva, una cura sperimentalmente verificata ed economicamente sostenibile". La Xylella - ha aggiunto - "non è solo un problema pugliese e nemmeno nazionale, ma un problema, a tutti gli effetti, europeo, perché ci sono due epidemie in Corsica e Costa Azzurra, un'intercettazione - quella sì eradicata - in un vivaio in Germania e nelle isole Baleari in Spagna, un'altra nella zona di Alicante, un'altra in Andalusia, anche questa in serra».

"Gli studi - puntualizza La Notte - hanno evidenziato che si tratta di sottospecie diverse, quindi introduzioni accidentali, quasi tutte rilevate provenienti dalle Americhe, che, complessivamente, considerati tutti i territori demarcati, interessano una superficie in tutti i focolai di 22mila km quadrati, appena lo 0,5% del territorio dell'Unione". "Mentre in Italia, nel Salento - spiega - il passaggio alla strategia di contenimento della Xylella è arrivato nel 2015, solo nel dicembre 2017 anche in Corsica e nelle Baleari i governi, prendendo atto che non era più eradicabile la malattia, il patogeno, anche loro sono passati a una strategia di contenimento".

Per "arrestare o rallentare l'avanzata dell'epidemia verso le aree ancora indenni" da Xylella, va attuata "una strategia di contenimento che si basa su 4 pilastri fondamentali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400