Venerdì 22 Marzo 2019 | 23:11

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Loredana Lecciso: «Spero che Al Bano venga contattato da ambasciata ucraina»

Loredana Lecciso: «Spero che Al Bano venga contattato da ambasciata ucraina»

 
Cronaca rosa
Pace in Casa Carrisi, Loredana va dalla Balivo, lontani i conflitti con Romina Power

Pace in Casa Carrisi, Loredana va dalla Balivo, lontani i conflitti con Romina Power

 
Le novità
Il tour «gastronomico» di Salvini in Basilicata: oggi festeggia il compleanno a Milano

Il tour «gastronomico» di Salvini in Basilicata: il compleanno a Milano

 
I retroscena
Metti una sera a cena con... Matteo Salvini

Metti una sera a cena con... Matteo Salvini

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Gossip

Le vacanze di Salvini? In una villa a Lesina. Ma in amore rifiuta la Cipriani

Il vicepremier è stato invitato anche alla Borsa di Londra

Le vacanze di Salvini? In una villa a Lesina. Ma in amore rifiuta la Cipriani

È stata una settimana al fulmicotone per il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini: dall’autorizzazione a procedere per la Diciotti fino alle minacce di morte apparse sui muri di Milano. Dopo Luigi Di Maio che andò a Londra lo scorso anno per rassicurare la finanza europea sulla «tenuta moderata» dei Cinque Stelle, i trader della City vogliono conoscere Salvini. «È vero, mi hanno invitato nella City londinese e metterò in agenda un viaggio in Inghilterra per andare alla London stock Exchange a breve», ha confidato lui agli amici a margine delle recenti 48 ore di relax vissute tra natura e sapori a km zero a Lesina dove, secondo quanto risulta alla «Gazzetta», il vicepremier sta arredando una dimora a pochi passi dal mare per le prossime vacanze estive. Matteo procede dritto per la sua strada deciso a sbancare alle prossime Europee. Il poco tempo libero a disposizione, dopo la fine della lunga storia d’amore con Elisa Isoardi, lo dedica ai figli Federico e Mirta. E alle fake news «rosa» che continuano ad attribuirgli flirt e passioni, risponde secco smentendo tutto. A farsi avanti nei giorni scorsi era stata la bombastica (definizione di Dagospia) Francesca Cipriani attualmente all’Isola dei famosi partita su Canale 5 giovedi sera. «Matteo è un grande, lo seguo su Instagram e quando posta foto di lui che mangia commento "gnam gnam". Per me sarebbe l’uomo perfetto» ha dichiarato la showgirl nota per il suo décolleté taglia numero 8. Prima di Salvini, la Cipriani si era virtualmente innamorata di Walter Nudo, il bellissimo attore che ricorda nei tratti scuri il vicepremier. Quando alcuni amici hanno riferito la cosa a Salvini, a margine di una cena romana, il ministro ha smentito nettamente di conoscere o di messaggiare con la Cipriani e poi avrebbe aggiunto, spiritosamente una frase del tipo «Se l’idolo di questa donna è Nudo, la lascio a lui». Nessuno scambio epistolare neanche con la conduttrice, originaria di Bitonto, Bianca Guaccero che, contrariamente a quanto scritto da alcuni blog «rosa», Salvini non ha mai incontrato. Infine, pietra tombale sul presunto fidanzamento con la giornalista Annalisa Chirico, nativa di Francavilla Fontana che aveva manifestato più volte in giro una familiarità nei rapporti con Salvini. Matteo è andato alla cena della Chirico organizzata dalla sua associazione alla Lanterna di Fuksas, approfittando dell’occasione (considerata la sua fitta agenda setting) per parlare della manovra e di economia con imprenditori del calibro di Marco Tronchetti Provera o Vincenzo Boccia, numero uno della Confindustria. Annalisa Chirico, d’altronde, non fa mistero della sua frequentazione con Luca Cordero di Montezemolo: lo scorso week end la bella trentenne pugliese lo ha trascorso con l’ex numero uno della Confindustria nella romanticissima Parigi. E a Marco Travaglio, che l’aveva duramente attaccata per la cena dell’inciucio fra leghisti e renziani (c’erano pure Maria Elena Boschi e Luca Lotti fedelissimi di Matteo Renzi) ha dedicato una foto di Paris by night postata sarcasticamente sul suo profilo Instagram con la seguente dedica-bordata «Cartolina per Travaglio». Come dire, caro Marco, tu sputa tranquillamente veleno su di me che io me ne infischio e mi godo una lussuosa vacanza parigina. Intervistata da Francesca Fagnani, la brava giornalista fidanzata di Enrico Mentana per la trasmissione «Belve» in onda sul Nove, Chirico ha ammesso di essere disposta a tutto pur di avere uno scoop. All’Ordine dei giornalisti la dichiarazione ovviamente non è piaciuta. Si muoverà contro la collega del Foglio?

SPADAFORA, DOPO BANFI CENA CON MARA
Giovedi sera, tavolo per due al ristorante romano «La barchetta»: a cena c’erano il potentissimo Vincenzo Spadafora e Mara Venier con una splendida mise color glicine. Cenetta fra amici (nel locale c’erano pure la giornalista del Tg2 Manuela Moreno e la graffiante firma del «Fatto»Alessandro Ferrucci) in cui si è parlato della nomina all’Unesco del pugliese Lino Banfi. È stato infatti Spadafora a volere Banfi: il sottosegretario conosce l’attore di Andria sin dai tempi dell’Unicef. L’ha presentato al futuro vicepremier Di Maio al Festival di Venezia, nel 2017. Il giorno del famoso: «Conosco tutti i suoi film»
Luigi Di Maio ha portato Lino Banfi all’Unesco, ma chi ha portato Banfi da Di Maio? Semplice: un fedelissimo, uno degli uomini chiave della sua ascesa. Dietro la mossa che ha fatto il giro dei social c’è infatti lo zampino di Spadafora. Il quarantaquattrenne sottosegretario con delega alle Pari opportunità, infatti, conosce Banfi da oltre un decennio, sin dai tempi dell’Unicef. E se Spadafora bazzica l’Unicef Italia da dopo il liceo, e ne è stato presidente tra il 2008 e il 2011, l’attore pugliese ne era ambasciatore sin dal lontano 2000. Si sono trovati, il legame non si è più interrotto: nel 2011, proprio Banfi è stato testimonial di punta della campagna Unicef «Vogliamo zero».

TUTTI AL S. LORENZO, DA TARDELLI A MARGIOTTA
Altra cena romana mercoledi al ristorante «San Lorenzo» dove si sono ritrovati a pochi tavoli di distanza il senatore lucano Salvatore Margiotta con la moglie Luisa e il figlio Lorenzo («Cenetta in famiglia dopo un’overdose di attività parlamentare») l’avvocato ostunese Michele Conte e l’ex goleador mondiale azzurro Marco Tardelli che ha raggiunto la fidanzata Mirta Merlino conduttrice de L’Aria che tira su La7. E a proposito di trasmissioni mattutine di politica, pare che in Rai sia sotto osservazione Serena Bortone padrona di casa di Agorà. Nata professionalmente a Telecamere di Anna La Rosa, la brava Bortone, secondo alcune rilevazioni ancora riservate, non rispetterebbe il pluralismo che deve garantire il servizio pubblico apparendo, in alcune puntate, molto sbilanciata sull’opposizione piddina. Infine, sempre restando in tema di tv è ormai fatto l’accordo fra Simona Ventura e Rai2. La conduttrice sarà al timone di The Voice ma non ha siglato alcuna esclusiva dunque quasi sicuramente non farà la prossima edizione di Quelli che il calcio come qualcuno aveva scritto nei giorni scorsi.

NON È LA D’URSO
Si chiamerà probabilmente «Non è la D’Urso live» il prossimo prime time della bellissima Barbara D’Urso collocato da Canale 5 il mercoledi sera (partenza forse il 13 febbraio). Quattro ore di diretta super scoppiettante con grandi interviste, talk e sorprese. Barbara è in questo momento la regina assoluta di Mediaset essendo campionessa di share con i suoi programmi, in primis Pomeriggio 5. Per dedicarsi alla prima serata, la D’Urso - che è in onda la domenica sera con il fantastico remake della Dottoressa Giò - aveva ottenuto dall’azienda di ridurre la sua Domenica live di un paio d’ore. Mediaset che l’ha ingaggiata per il prossimo Grande Fratello (in onda a primavera con un cast stellare e opinionisti di rango) inizialmente l’aveva accontentata ma pare che adesso torni di attualità l’ipotesi di una Domenica live vecchio stampo con partenza alle 14. D’altronde per il Biscione la D’Urso è la gallina dalle uova d’oro: fa programmi di successo con budget assai contenuto portando nelle casse di Cologno pubblicità a valanga. Che farà Barbara se le chiederanno di lavorare ancora di più? «Accetterò - confida lei alla “Gazzetta” - sono un soldato e il mio spirito aziendalista prevale su tutto. Tanto già vivo in camerino...». Esemplare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400