Domenica 28 Febbraio 2021 | 08:37

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Il gesto
Foggia, fiori per la Polizia dopo arresti per omicidio tabaccaio: la città abbraccia gli agenti

Foggia, fiori per la Polizia dopo arresti per omicidio tabaccaio: la città abbraccia gli agenti

 
Coronavirus
Peschici, aumento contagi: sindaco chiude ristoranti e bar

Peschici, aumento contagi: sindaco chiude ristoranti e bar

 
nel foggiano
Cerignola, sparano a 31enne in agguato: ferito, è grave in ospedale

Cerignola, sparano a 31enne in agguato: ferito, in prognosi riservata

 
Il caso
Arriva a S. Giovanni Rotondo nuovo ambulatorio per malattie non diagnostiche

Arriva a S. Giovanni Rotondo nuovo ambulatorio per malattie non diagnostiche

 
Il Nil
Foggia, Carabinieri sospendono reddito di cittadinanza a 50 persone arrestate

Foggia, Carabinieri sospendono reddito di cittadinanza a 50 persone arrestate

 
In zona Salice Nuovo
Foggia, bomba esplode davanti a villa in ristrutturazione

Foggia, bomba esplode davanti a villa in ristrutturazione

 
In serata
Manfredonia, fallisca rapina a mano armata a titolare concessionaria

Manfredonia, fallisca rapina a mano armata a titolare concessionaria

 
L'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
Il sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Leccel'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
PotenzaCoronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

tragedia

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: fermato un 46enne: «Avete sbagliato persona»

È accaduto in un appartamento in in via La Bellarte. Sul posto sono accorsi i carabinieri

Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

ORTA NOVA - Una donna sarebbe stata uccisa stasera nella sua abitazione ad Orta Nova, nel Foggiano, in via La Bellarte. Sul posto sono accorsi i carabinieri. La vittima è Tiziana Gentile, di 48 anni, una bracciante agricola. La donna è stata trovata morta in casa attorno alle 17:30 e pare che sia stata accoltellata. I carabinieri, subito al a lavoro, avrebbero concentrato le loro attenzioni su un uomo. I sospetti dei carabinieri, secondo quanto è emerso, sarebbero a carico di un uomo di 46 anni che avrebbe sfondato la porta dell’abitazione della famiglia Gentile e, una volta in casa, avrebbe accoltellato la donna alla gola. 

La donna era spostata ed aveva due figli di 17 e 18 anni. A quanto si apprende da alcuni parenti della vittima, a dare l’allarme ai carabinieri sarebbero stati alcuni vicini di casa che hanno sentito le urla della donna.

FERMATO UN 46ENNE - La Procura di Foggia ha disposto il fermo di Gerardo Tarantino: il 46enne bracciante agricolo è accusato di aver ucciso Tiziana Gentile, la donna di 48 anni accoltellata ieri sera alla gola nel suo appartamento ad Orta Nova, nel Foggiano. L’uomo - conferma il suo difensore, l'avvocato Michele Sodrio - è stato fermato dai carabinieri nei pressi dell’abitazione della vittima. La donna, bracciante agricola, era sposata e aveva due figli di 17 e 18 anni. Il movente del delitto non è ancora chiaro. «Non ho fatto niente, state sbagliando persona»: si è difeso così dopo essere stato fermato dai carabinieri Gerardo Tarantino, il bracciante agricolo di 46 anni accusato di aver ucciso ieri in un appartamento di Orta Nova (Foggia) la sua collega Tiziana Gentile, di 48 anni, sposata e madre di due ragazzi.
«Il mio cliente si dichiara disperatamente innocente - afferma il suo difensore Michele Sodrio -. In caserma ha compiuto gesti di autolesionismo sbattendo più volte la testa contro il muro». «Il fermato - riferisce Sodrio - ha svolto il servizio di leva nei carabinieri ed è impegnato da sempre nelle associazioni religiose e di volontariato». 

«Ti consegno tutto: la divisa, l'abito di San Gerardo e il mio borsone da lavoro in campagna. Ora sei tu il capo a casa. Ti dono casa e terre e le mie carte elettroniche. Sono latitante a papà. Vi farò vedere io scusa... Devo camminare senza documenti sono pericoloso, so mangiare erba e sono senza soldi». E’ il messaggio indirizzato al figlio apparso sulla sua pagina Facebook di Gerardo Tarantino. Il messaggio, immediatamente dopo l’omicidio, è diventato virale nelle chat al punto che il legale dell’uomo, l’avvocato Michele Sodrio, precisa che: «Tarantino ha più volte ripetuto ai carabinieri, mentre era in caserma, che quei messaggi non li ha scritti lui. Il mio cliente ha inoltre più profili social a suo nome», spiega Sodrio.

IL COMMENTO DEL SINDACO - «Stiamo vivendo un periodo particolarmente critico, da un lato l’escalation criminale con bombe e rapine, dall’altro oggi siamo costretti a commentare un atto di una violenza ingiustificabile». È il commento del sindaco di Orta Nova, Mimmo Lasorsa, la cittadina del Foggiano dove ieri sera è stata uccisa Tiziana Gentile, 48 anni, bracciante agricola, accoltellata alla gola all’interno della sua abitazione. Per il delitto è stato fermato Gerardo Tarantino, bracciante agricolo di 46 anni. Quest’ultimo è stato bloccato nelle vicinanze di casa della vittime e presentava - riferisce chi indaga - vistose escoriazioni e tracce di sangue sugli abiti e su alcune parti del corpo. Al momento il movente non è stato ancora accertato.
In paese si era sparsa la voce di possibili litigi avvenuti tra la vittima e la moglie del presunto assassino. Sul punto gli inquirenti non si sbilanciano e riferiscono che «si valuta ogni ipotesi investigativa». Intanto il sindaco ha scritto una lettera al prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, con la quale chiede un incontro urgente al fine di chiedere una intensificazione dei controlli. 

Continua, insomma, l'escalation di fatti di cronaca nel comune dl Foggiano. Ieri, infatti, una bomba fu stata fatta esplodere davanti ad un bar di piazza Pietro Nenni. 

I PRECEDENTI - A Orta Nova, intanto, la comunità è incredula dopo questo ennesimo femminicidio. E si interroga sui motivi per i quali le donne finiscano nel mirino di uomini assassini, spesso loro parenti. Il 12 ottobre del 2019, a Orta Nova, Ciro Curcelli, assistente capo della polizia penitenziaria di 53 anni, uccise con la sua pistola di ordinanza la moglie Teresa, 54 anni, e le due figlie di 12 e 18 anni. Poi, l’agente si tolse la vita con la stessa arma. Le tre donne vennero uccise in palazzo a poche decine di metri dallo stabile in cui è stata uccisa Tiziana.

Il 29 ottobre dello stesso anno, a pochi giorni dal triplice femminicidio, fu assassinata Filomena Bruno, 53 anni. Ad ucciderla fu l’ex genero Cristoforo Aghilar, 37enne. Filomena fu accoltellata e tentò di scappare, invano, per poi accasciarsi al suolo senza vita. Aghilar è tra i protagonisti dell’evasione di massa dal carcere di Foggia, avvenuta il 9 marzo 2020, quando fuggirono 72 detenuti durante violenti proteste. Dopo 4 mesi di latitanza è stato nuovamente catturato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie