Venerdì 20 Settembre 2019 | 03:17

NEWS DALLA SEZIONE

nel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
Serie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
Nella notte
Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione al Comune

Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione, disposta tutela

 
L'inchiesta
Foggia, truffa fondi Ue: sequestrati beni, interdetti 5 imprenditori

Foggia, truffa fondi Ue: sequestrati beni, interdetti 5 imprenditori

 
L'inchiesta
Cerignola, olio di semi spacciato per extra vergine: arresti e sequestri in Puglia e Toscana

Cerignola, olio di semi spacciato per extra vergine: arresti e sequestri. «Una ciofeca»

 
Lotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
Incidente stradale
San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

 
tragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

L'operazione

Amendola farà difesa aerea e ambientale: F-35 in missione Nato in Islanda

Gli aerei senza pilota sulla terra dei fuochi

Amendola, tra "F-35" e "Predator"il futuro ti prende per mano

Un F-35 al rientro da una missione

FOGGIA - Amendola con i suoi velivoli andrà a pattugliare lo spazio aereo dell’Islanda, sarà una missione Nato quella che vedrà impiegati tra poche settimane i caccia «omniruolo» F35 la cui funzione di velivolo evoluto assume un ruolo sempre più centrale nel futuro dei 1200 avieri dell’aeroporto foggiano. Ieri è stata celebrata un’altra giornata dell’orgoglio militare (ritrovato) e della «superiorità tecnica» di questa base nello scacchiere dell’alleanza atlantica, nel corso della cerimonia per il passaggio delle consegne tra i due comandanti (ne riferiamo a parte) del Trentaduesimo stormo.
Siamo in presenza di un aeroporto che sta cambiando pelle o non da oggi, le novità si perdono a vista d’occhio (l’ultima, il monumentale ingresso che non si è riusciti a ultimare per l’occasione). Il caccia di fabbricazione Usa ha alzato il tasso di testosterone della struttura militare che si riconosce in questo velivolo e lo vede come una sorta di simbolo di una grandeur afferrata tuttavia in extremis, nel mezzo di una congiuntura difficile a causa delle ristrettezze di bilancio imposte anche alle spese delle forze armate.

Non si è perciò nascosto dietro un dito il generale Silvano Frigerio, comandante delle forze da combattimento dell’Aeronautica militare e della prima Regione aerea, nel suo discorso di saluto all’insediamento del nuovo comandante della base. Frigerio ha infatti dedicato un passaggio del suo intervento alla «permanente carenza di personale e di risorse finanziarie», ostacolo che «non impedisce ai reparti di utilizzare al meglio le proprie professionalità in tutte le situazioni». Tra l’altro non soltanto nella difesa aerea: i Predator dell’Aeronautica (con base ad Amendola e a Sigonella) saranno messi al servizio anche del ministero dell’Ambiente per monitorare la “Terra dei fuochi” in Campania tristemente nota per i rifiuti tossici e nocivi interrati e i roghi che continuano a essere appiccati.
L’Aeronautica continua a fidarsi dei reparti e degli uomini della base foggiana, il segreto (per così dire) lo spiega alla Gazzetta il sottocapo di Stato maggiore, generale Luca Goretti: «L’80% del personale di questa base risiede nel territorio, c’è un senso dell’appartenenza davvero straordinario che impegna tutti nel proprio ruolo con un’abnegazione e un impegno sotto gli occhi di tutti».

La trasmigrazione dei reparti sulla quinta generazione dell’F35 sembra essere riuscita, continuano infatti a moltiplicarsi le missioni del Tredicesimo gruppo di volo. Un processo appena cominciato: «I velivoli F35 (attualmente sei: ndr) continueranno ad arrivare in questo aeroporto - aggiunge Goretti - seguendo una progressione che tiene conto ovviamente degli aggiornamenti tecnologici di una macchina molto sofisticata». Ma tra qualche tempo Amendola non sarà la sola base militare a ospitare i caccia americani: anche il sesto stormo di Ghedi (Brescia) avrà la sua dotazione di F35 nel giro di tre anni, in graduale sostituzione dei caccia Tornado sottoposti a un programma di aggiornamento che permetterà a questi aerei di operare sulla difesa aerea «per un’altra decina di anni». Ricordiamo che l’Italia ha acquistato (tra le polemiche, l’opinione pubblica è divisa in due sul tema) dagli Stati Uniti 90 aerei del programma «Jsf» (Joint strike fighter), l’F35 appunto, di cui quindici a decollo verticale destinati alla Marina militare.

«Sull’aeroporto di Amendola lo Stato maggiore continuerà a fare affidamento perchè la base ha dimostrato nel tempo una capacità di adattamento alle novità e al tempo che passa davvero encomiabile. Il primo test - ricorda il generale Goretti - lo facemmo ai primi degli anni Duemila con i primi Predator assegnati all’Aeronautica (i velivoli senza pilota: ndr) una macchina per i tempi assolutamente avveniristica e di grande impatto su qualunque reparto. I Predator fin dall’inizio si rivelarono molto efficaci nell’azione di intelligence e fornirono indicazioni molto utili sul loro livello di operatività grazie proprio alla capacità mostrata dal personale di sapersi applicare a questi nuovi sistemi. Inevitabile a quel punto non proseguire quel piano di innovazione puntando ancora su questa base per investire uomini e mezzi sul programma F35, il velivolo più avanzato di tutti i tempi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie