Martedì 16 Luglio 2019 | 15:09

NEWS DALLA SEZIONE

Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 
il salvataggio
Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

 
Lavoro in campagna
Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

 
Tentata rapina
Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

 
Il rogo
Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
FoggiaIndagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
BatIl caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
LecceIl vertice
Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 
MateraUna coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 

i più letti

A Mattinata

Da pascolo a parcheggio: revocato l'appalto per la gestione

Informativa interdittiva antimafia del prefetto di Foggia per il suolo in località Agnuli

Tar: ministero dia atti dello scioglimento di Mattinata

Il Comune di Mattinata

Il prefetto di Foggia Massimo Mariani ha adottato due informazioni interdittive antimafia relative a soggetti operanti a Mattinata, Comune sciolto per condizionamenti da parte della criminalità organizzata a marzo scorso. La prima interdittiva antimafia riguarda l’affidamento in concessione per l’anno 2018 delle aree per da destinare a parcheggio pubblico in località «Agnuli» con conseguente revoca dell’aggiudicazione in favore della ditta vincitrice; la seconda interdittiva riguarda una autorizzazione ad immettere animali al pascolo sui terreni di proprietà comunale.
Lo scorso 21 maggio scorso il Comune di Mattinata ha avviato le procedure di affidamento in concessione del parcheggio pubblico nell’area del porto di Mattinata, approvando l’avviso pubblico. Il successivo primo giugno è stata effettuata sulla banca dati nazionale antimafia la richiesta per l’acquisizione delle informazioni ai sensi del codice antimafia. Con determinazione comunale del 12 giugno si è dato atto dell’esito della procedura di gara disponendo l’aggiudicazione provvisoria, fatte salve le ulteriori verifiche di legge, in favore dell’unica ditta partecipante alla gara. Con la medesima determinazione si è anche dato dato atto che l’accertamento da parte della prefettura di elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa avrebbe comportato la decadenza dei benefici del provvedimento stesso. Nella stessa scrittura privata si è infatti previsto che l’accertamento da parte della prefettura di elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa, avrebbe comportato la decadenza del contratto. E nei giorni scorsi la prefettura ha appunto adottato la cosiddetta «informazione antimafia interdittiva»; di conseguenza il Comune di Mattinata, in esecuzione di obblighi normativamente sanciti che prevedono la revoca immediata delle concessioni in presenza di informazioni pregiudizievoli in Banca dati antimafia, ha revocato l’affidamento in concessione del parcheggio in località Agnuli, dichiarando la decadenza del contratto sottoscritto con la ditta appaltatrice, la quale resta obbligata al versamento in favore del Comune di Mattinata dell’importo dovuto per lo svolgimento del servizio fino alla data della risoluzione.
Analoga situazione è quella relativa a un provvedimento comunale con il quale è stato disposto di concedere ad una ditta individuale l’autorizzazione ad immettere animali al pascolo sui terreni di proprietà del Comune di Mattinata, autorizzazione rilasciata ai soli fini di consentire l’accesso ai contributi, fatto salvo il potere di revoca qualora venisse accertata la «sussistenza di problematiche relative alla certificazione antimafia». Cosa che anche in questo caso è avvenuta con l’informazione antimafia interdittiva espletata dalla prefettura presso la Banca dati nazionale antimafia («bdna»), con esito positivo. Il Comune di conseguenza ha revocato il provvedimento del 24 maggio 2018, con il quale è stato disposto di concedere l’autorizzazione ad immettere animali al pascolo sui terreni di proprietà comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie