Sabato 20 Luglio 2019 | 01:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
BariSocietà fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BrindisiPer un valore di 1000 euro
Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Foggia

Ospedale e Asl possono assumere 280 operatori

Corsa al posto, si sblocca la sanità. Domande da martedì

Ospedale e Asl possono assumere 280 operatori

Un reparto degli Ospedali riuniti

di Massimo Levantaci

FOGGIA - Posti a concorso agli Ospedali riuniti e all’Asl dopo quasi vent’anni di turnover bloccati, forse questa è la volta buona. Dopo la falsa partenza di gennaio, il prossimo 8 maggio sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il bando pubblico per l’assunzione di 280 “Oss” (operatori socio-sanitari) nelle due aziende sanitarie e da quel momento vedremo probabilmente scattare una sorta di “riffa” per raggiungere l’agognato posto di lavoro a tempo indeterminato. Lo si era visto già tre mesi fa quando il cosiddetto «concorsone» stava per essere pubblicato: centinaia di telefonate in pochi giorni, intasate le linee della direzione generale.

Dall’altro capo disoccupati, mamme e mogli desiderose di conoscere le modalità di partecipazione al concorso per sè e i propri congiunti. Ma si farà tutto online, dal sito internet degli Ospedali Riuniti, sul quale sarà possibile compilare il “form” accessibile subito dopo il via libera della pubblicazione. Termine per presentare le domande fino al 7 giugno. Tempi comunque strettissimi da rispettare: una volta chiusa la griglia del numero di partecipanti, ci vorranno altri venti giorni per le graduatorie dei titoli e dettagliare il numero definitivo di domande per indire le prove e individuare le sedi dove si svolgeranno.

Si prevedono non meno di 6 mila domande. Le prove d’esame si faranno inevitabilmente in più turni e in più giorni, agli Ospedali riuniti vorrebbero dare corso alla selezione , afferma il direttore amministrativo Michele Ametta per velocizzare al massimo le procedure d’ingresso. Ma tutto dipenderà dal tempo che si riuscirà a ottimizzare fra la chiusura dei termini di partecipazione dei candidati e l’espletamento del concorso. La novità, peraltro annunciata di questo «concorsone» è la partecipazione collaterale dell’Asl che materialmente non bandirà alcun concorso, ma potrà assumere circa il 50% dei candidati che avranno superato le prove d’esame. E comunque bisogna sempre tener presente che il cinquanta per cento dei posti è riservata agli interni, dunque su 280 posti a concorso solo la metà saranno accessibili a personale in arrivo dall’esterno.

Quella degli “Oss” è tuttavia una lacuna antica cui solo ora gli Ospedali riuniti possono provare a colmare. Ricordiamo che il blocco del turnover, da oltre dieci anni, aveva vietato in questi anni l’assunzione di personale. Nel frattempo i dipendenti in corsia sono invecchiati, nell’Azienda ospedaliero-universitaria l’età media del personale è regolarmente “over 50” in tutti i segmenti. Particolarmente carente poi l’organico degli operatori socio-sanitari, figura introdotta da alcuni anni per sostituire gli infermieri in quelle mansioni che l’attività infermieristica - riformata dopo l’introduzione del corso di laurea - non prevede più. «La cura alla persona già da alcuni anni nei reparti è demandata agli Oss - ricorda Ametta - ma da noi c’è ancora un ritardo culturale da colmare proprio per mancanza di personale. Gli infermieri sono laureati, ricoprono una posizione lavorativa addetta a garantire la somministrazione della cura. Invece ancora oggi nei reparti - aggiunge Ametta - non si tiene conto della riforma del 2000 e i collegi Ipasvi lamentano questa forma di demansionamento. L’arrivo dei nuovi operatori socio-sanitari sarà una svolta epocale per la nostra Azienda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie