Giovedì 18 Agosto 2022 | 07:39

In Puglia e Basilicata

Musica

Totaro: «Ecco il mio Matteo Salvatore, il cantore degli ultimi»

Totaro: «Ecco il mio Matteo Salvatore, il cantore degli ultimi»

Al musicista foggiano è stato dedicato un progetto realizzato da Peppe Totaro, già leader del gruppo Tarantula Garganica, che rivisita alcune delle più belle ballate

27 Giugno 2022

NICOLA MORISCO

«L’arte muore solo quando muore la voce», diceva Matteo Salvatore prima della morte (nell’agosto del 2005 a 80anni a Foggia). E la sua resterà attraverso il ricordo di chi lo ha amato e di chi ha visto in lui un grande maestro, come Moni Ovadia che di lui diceva: «Lo considero uno dei più grandi bardi della canzone di tutti i tempi. Matteo Salvatore può stare alla pari con Leonard Cohen, Bob Dylan, con Vladimir Vysotskyi e con Jacques Brel. È un autentico gigante. Penso che sia colui che ha cantato nel modo più assoluto la condizione degli ultimi».

Al grande cantore di Apricena è stato dedicato un omaggio dal titolo Nelle Carni del Cantastorie – Elogio a Matteo Salvatore. Un progetto musicale che, rivisitando alcune tra le sue più belle ballate, in cui racconta la sofferenza della povertà e dello sfruttamento, è un tributo al poeta-contadino di Apricena. Registrato e prodotto con il sostegno di Puglia Sounds da Peppe Totaro, già leader del gruppo Tarantula Garganica, il disco è composto da 10 tracce: 6 ballate di Salvatore, 2 inediti e 2 bonus track video.

Un’altra particolarità è che l’«Intro» e i «Saluti» finali, aprono e chiudono il disco con la voce di Matteo. Nel lavoro della formazione NCdC (acronimo del titolo dell’album), oltre a Totaro (voce, chitarre, basso e autore di straordinari arrangiamenti), sono presenti i musicisti Antonello Iannotta (batteria, percussioni, pianoforte e voce), Claudio Salcuni (basso elettrico), Luciano Castelluccia (voce e cori) e Carmela Taronna (voce e cori). Ad arricchire l’ottimo organico dell’ensemble, c’è l’ospitata speciale del sassofonista e compositore partenopeo Daniele Sepe, che ha impreziosito i brani Lu suprastante e Mo vene la pappa. Ma c’è anche la cantante di origini nigeriane Simona Boo (attuale voce dei 99 Posse), il fisarmonicista molisano Luca Casbarro. La prefazione del disco è curata dal poeta, scrittore e regista Franco Arminio e il contributo artistico del fotografo Pasquale D’Apolito per le immagini dell’album.

«Abbiamo sentito il bisogno di omaggiare il grande cantastorie del Sud – afferma Totaro –, perché i suoi testi sono ancora attuali, sebbene il contesto storico-sociale sia cambiato. Nel disco ci sono alcune delle canzoni più importanti di Salvatore rivisitate di una veste sonora nuova, aperta ai linguaggi e agli ascolti giovanili, pensato per coinvolgere e avvicinare le nuove generazioni che potranno imparare a conoscere e ad apprezzare il cantastorie della Capitanata». Nei contenuti musicali emergono con forza, eleganza e originalità gli arrangiamenti di Totaro, che si muove sui ritmi in levare e africani, accanto a guizzi e intuizioni di notevole efficacia tra rock, funk, folk, rock e tracce di musica irlandese. Il disco si apre con Lu suprastante, un brano dai ritmi afro in cui si inserisce magistralmente il sax di Daniele Sepe. Segue un’accattivante versione reggae-dub di Lu bene mio cantata da Simona Boo.

Tra ritmi afro e atmosfere world music si spingono gli arrangiamenti di Lu furastiero, che ben si intrecciano col blues desert, pensando alle zone del Sahara centrale. Nella filastrocca Mo vene la pappa ritroviamo Sepe, con ispirati inserimenti di flauto. L’ultimo brano dell’album a firma di Matteo Salvatore è Cuncettina, un brano world music in cui affiorano i tipici suoni irlandesi. Il disco si chiude con due inediti: U scimmione, recitato su una base rock, e il funk di Antonio di Cigno, che racconta ironicamente la storia di un portatore di croce ai funerali. Le due bonus track video sono: Lu bene mio e Lu furastiero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725