Lunedì 15 Ottobre 2018 | 19:03

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Lecce-Andria 2-2

Lecce beffato in rimonta
sfuma l'allungo in vetta

Lecce beffato in rimontasfuma l'allungo in vetta

ANTONIO CALO'

Se il colpo messo a segno a Cosenza è stato importante, il pareggio ottenuto con la Fidelis Andria dopo l’iniziale vantaggio di due gol è stato un passo falso. Come spesso accade quando le cose non vanno per il verso giusto, Fabio Liverani indossa i panni del pompiere verso l’ambiente e al contempo carica i suoi. «Abbiamo perso un’occasione per allungare - ammette l’allenatore della formazione giallorossa - Siamo partiti molto bene e abbiamo trovato meritatamente due gol. Poi ci sono state due ottime parate del portiere avversario su Torromino. In seguito abbiamo perso l’uomo su un corner e la Fidelis ha accorciato le distanze, riaprendo la gara. In seguito, abbiamo voluto uscire alti con l’esterno, concedendo dalla fascia anche il gol del 2-2 su un aspetto che avevamo studiato nel corso della settimana. Nel secondo tempo non siamo stati lucidi. Ci prendiamo il punto, siamo a +7 e ci prepariamo per Caserta. Probabilmente non siamo bravi quando giochiamo per allungare. Diamo il meglio quando siamo sotto pressione».

Liverani crede fermamente nel Lecce. «Per arrivare davanti al Catania, se gli etnei le vincono tutte, ci servono 15 punti, per essere primi dinanzi al Trapani ce ne servono 14, se i granata fanno l’en plein - nota il tecnico - Ma con lo scontro diretto che devono ancora disputare, le due inseguitrici non possono fare entrambe bottino pieno. È fatale che ci sia un pizzico di rammarico per il pareggio con il quale è terminata la sfida di questa sera, ma guardo quello che c’è di buono. Non penso certo in negativo. Abbiamo il vantaggio di potere pensare solo a noi stessi».

Il Lecce non vince in casa da tre partite. «Forse al Via del Mare c’è un po’ di tensione in più - sostiene Liverani - sul 2-0 dovevamo essere più cattivi, più attenti, più concentrati. Forse la battaglia di Cosenza ci ha tolto qualcosa sul piano nervoso. Ma il primo tempo, distrazione sulla rete dell’Andria a parte, è stato estremamente positivo».
Qualcuno storce il naso per il turnover. «A Cosenza lo abbiamo fatto, abbiamo vinto e non ci sono state critiche - rimarca l’allenatore - con l’ Andria abbiamo pareggiato, ma non credo che ci siano colpe specifiche. Dopo il 2-0 il difetto è stato probabilmente quello di pensare che il match fosse chiuso».

Il messaggio del tecnico giallorosso è chiaro: ha la massima fiducia nel gruppo che guida. «Abbiamo giocato due match in tre giorni su due terreni pesanti e abbiamo perso un pizzico di lucidità negli ultimi metri - conclude Liverani - La squadra è forte, c’è un grandissimo gruppo. I ragazzi devono essere contenti di tutte le certezze che si sono conquistati sino ad oggi, devono avere la massima autostima».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

L'ex Petrachi promuove Liverani: «Fa buon calcio»

L'ex Petrachi promuove Liverani: «Fa buon calcio»

 
L'ex Piangerelli: Lecce-Palermoquella sfida che valse la A

L'ex Piangerelli: Lecce-Palermo
quella sfida che valse la A

 
Lecce, la nuova vita di Tabanelli«Basta guai, ora sono felice qui»

Lecce, la nuova vita di Tabanelli
«Basta guai, ora sono felice qui»

 
E Lecce ha il suo tandem ispirato

Il Lecce ha il suo tandem ispirato

 
Meccariello: Lecce sprint ora mantenere equilibrio

Meccariello: Lecce sprint ora mantenere equilibrio

 
Il Lecce viaggia a ritmo promozione

Il Lecce viaggia a ritmo promozione

 
«Lecce, meccanismo perfetto ma occhio alle insidie della B»

«Lecce, meccanismo perfetto ma occhio alle insidie della B»

 
La Mantia a Mancosu fannovolare il Lecce a Verona

La Mantia a Mancosu fanno volare il Lecce a Verona

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS