Martedì 02 Marzo 2021 | 05:24

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 
Serie B
Lecce calcio, Christian Maggio passa ai giallorossi

Lecce, visite mediche per Maggio, neo-giallorosso

 
L'acquisto
Lecce calcio, è ufficiale: in squadra arriva Yalcin

Lecce calcio, è ufficiale: in squadra arriva Yalcin

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa Lucera
Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

 
BariLa richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
LecceLa decisione
Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

 
TarantoLa novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

 
Potenzal'appello
Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

 
MateraIl video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 

i più letti

Calcio serie A

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

Anche a Torino emersi limiti costati tanti punti. I Giallorossi sono terz’ultimi da soli

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

LECCE - Con due rigori trasformati da Iago Falque e Pinamonti, il Genoa ha rimontato i 2 sol subiti in avvio dal Brescia (ad opera di Donnarumma e Semprini), pareggiando per 2-2, salendo a quota 26 e staccando di un punto il Lecce, che ora occupa da solo il terz’ultimo posto. I rossoblù hanno agganciato la Sampdoria, prossima rivale dell’undici allenato da Liverani (mercoledì, alle 21.45, al Via del Mare), che sarà impegnata oggi, in casa, contro il Bologna.

La squadra salentina, intanto, si lecca le ferite dopo la sconfitta per 4-0 subita a Torino contro la Juventus e medita sui troppi errori commessi contro i bianconeri e, più in generale, nelle 28 giornate passate in archivio. Il Lecce ha sin qui pagato un tributo pesantissimo agli strafalcioni dei suoi uomini. In questo, purtroppo, nulla è mutato alla ripresa del campionato dopo la lunga pausa forzata dovuta al covid-19. È stata una costante dell’intera annata agonistica, né il trascorrere delle giornate ha reso meno grave il problema.

Limitando l’analisi agli ultimi quattro incontri, all’Olimpico, contro la Roma, è stato Petriccione a perdere un pallone in uscita, per eccesso di confidenza, innescando l’azione che ha portato alla rete dell’1-0 di Under, in un match poi terminato sul 4-0. Nel turno seguente, i giallorossi sono stati infilati 7 volte dall’Atalanta, con l’intera difesa in “bambola” nella ripresa, alla mercé delle azioni della Dea. Nella prima partita del dopo lockdown, è toccato al Milan sfruttare le sbavature della retroguardia dei salentini, con Castillejo, lasciato colpevolmente solo in area tra Meccariello, Lucioni e Petriccione, con Bonaventura, che ha mandato in fondo al sacco una respinta tutt’altro che irreprensibile di Gabriel, e con Rebic, a causa di un atteggiamento scriteriato del Lecce su un corner a favore.

A Torino, contro la Juventus, dopo mezz’ora, è arrivato lo svarione di Lucioni, che ha perso da ultimo uomo un pallone che avrebbe potuto e dovuto gestire comodamente e poi ha commesso fallo su Betancur, facendosi espellere e lasciando in 10 la compagine allenata da Liverani. In seguito, ci ha pensato Shakhov, con un passaggio suicida con il quale ha servito Ronaldo in area di rigore, ad agevolare ulteriormente i campioni d’Italia in carica, propiziando la rete dell’1-0 di Dybala. Regali che il Lecce non può certo permettersi di fare.

Ora, i salentini dovranno trovare la forza per risollevarsi mercoledì contro la Sampdoria in quello che si preannuncia come uno scontro diretto dall’importanza strategica nell’economia della volata-salvezza. Pur subendo un pesantissimo 4-0, il Lecce visto contro la Juventus ha compiuto senz’altro un passo avanti rispetto alla prova negativa offerta con il Milan, segno che contava anche rompere il ghiaccio dopo tre mesi di stop agonistico ed ennesima dimostrazione che la squadra ha un’anima.

Contro i blucerchiati, però, non si potrà steccare. In caso contrario, il cammino verso la permanenza si complicherebbe a dismisura, sia per quanto riguarda la classifica che sotto l’aspetto psicologico.
Al rientro da Torino, Liverani ha fatto allenare la squadra ad Acaya, ieri, alle 18. Contro la Sampdoria, sarà assente Lucioni, per squalifica. Avranno qualche giorno in più di lavoro nelle gambe Rossettini e Barak, che allo «Stadium» sono stati impiegati a gara in corso. Potrebbe tornare disponibile per la panchina Farias. Saranno sempre out Dell’Orco, Deiola, Lapadula e Majer. Insomma, la coperta sarà ancora corta, ma rischia di esserlo sino all’ultima giornata, in quanto non è semplice reggere al ritmo di un incontro ogni tre-quattro giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie