Giovedì 04 Marzo 2021 | 01:56

NEWS DALLA SEZIONE

La corsa per i playoff
Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

 
Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 

Il Biancorosso

La trasferta
Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMons. Satriano
Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

 
BatII fatti un mese fa
Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

 
PotenzaIl caso
Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione

Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione della motrice Fal

 
LecceL'emergenza
Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzu»: 12 contagiati, si teme variante inglese

Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzi»: 12 contagiati, si teme variante inglese

 
BrindisiIl caso dei lavori
Lavori Porto Brindisi: 6 indagati, anche Presidente Autorità

Porto Brindisi, inchiesta bis: 6 indagati. Presidente Autorità: «Pm non condivide sentenza del Consiglio di Stato...»

 
Foggianel foggiano
Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

 
TarantoLotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 
MateraLa decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 

i più letti

L'intervista

Il Lecce saluta un 2019 al top: parla il presidente Sticchi Damiani

«Le immagini della festa al Via del Mare, da brividi»

Saverio Sticchi Damianinuovo presidente Us Lecce

«Sta per concludersi un anno straordinario, meraviglioso. Nessuno, in sede di pronostici, ci aveva indicati tra i candidati alla promozione in A o tra i possibili out sider. Invece, la società, intesa come proprietà ma anche come ogni singolo collaboratore, il direttore sportivo Meluso, il tecnico Liverani con il suo staff ed i calciatori hanno realizzato il capolavoro di meritare il salto nella massima serie. Nella prima fase del nuovo torneo di competenza, poi, siamo riusciti a navigare stabilmente in zona-salvezza, davanti o subito dietro a formazioni blasonate che, sulla carta, dispongono di organici più quotati del nostro perché consolidati in tanti campionati di A. Nella storia della nostra società non sono stati molti gli anni paragonabili al 2019». È eccellente il bilancio che il presidente Saverio Sticchi Damiani fa dei 365 giorni che presto lasceranno il posto al 2020. Né potrebbe essere diversamente se si considerano i risultati che il club ha ottenuto nei 12 mesi trascorsi.

Quali sono le tre istantanee con le quali rappresenterebbe il 2019 del Lecce?
«La prima, più che una foto è un filmato e abbraccia l’intera giornata dell’11 maggio, una data che resterà storica per tutti noi. Era in programma l’ultima gara del campionato cadetto, contro lo Spezia, in un Via del Mare stracolmo e ribollente di passione. Vincendo avremmo brindato alla promozione. Ricordo ogni attimo, dalle ore precedenti il match a quelle successive, dei festeggiamenti, allo stadio ed in città. Dovendo fermare un fotogramma, scelgo quello del gol dell’1-0 firmato a Petriccione, che ha fatto esplodere lo stadio. La seconda, riguarda le prime 17 giornate del campionato di A ed è relativa alla rete del 2-2 realizzata a tempo scaduto da Calderoni al Meazza, contro il Milan. La terza, si riferisce ad uno dei tanti momenti nei quali società, tecnici e calciatori sono stati impegnati in gesti di solidarietà concreta nei confronti dei più deboli, di chi ha bisogno. Il calcio dev’essere anche questo».

Dimentica la ristrutturazione del Via del Mare?
«Tutt’altro. In pochissimo tempo, abbiamo adeguato lo stadio a standard da serie A, sostenendo grandi sacrifici. Ma vogliamo fare di più ed in quest’ottica sarebbe fondamentale salvarci».

A che punto è la convenzione con il comune di Lecce?
«C’è stata una decisa accelerazione dei discorsi in corso con l’amministrazione, il che mi fa pensare che presto sarà possibile giungere ad una conclusione positiva».

Il 2019 è terminato con le sconfitte subite contro Brescia e Bologna. La preoccupano?
«Sono state notevolmente differenti. L’unico comune denominatore è rappresentato dal fatto che siamo giunti alle battute finali del 2019 con poche energie, in quanto a tirare la carretta sono stati sempre gli stessi calciatori. Sono convinto che, recuperata la migliore condizione ed inseriti i giusti ritocchi in rosa, attraverso il mercato, giocheremo sino in fondo le nostre carte».

Che 2020 si aspetta?
«I primi 5 mesi saranno durissimi. La classifica è corta. Ogni compagine lotterà con il coltello tra i denti, come faremo noi, per centrare il proprio obiettivo. Se ci salveremo, programmeremo la nuova avventura in A con più tempo a disposizione. Alla retrocessione non voglio nemmeno pensare, ma anche in questo caso il nostro progetto non si interromperebbe e verrebbe rilanciato».

I tifosi sognano qualche colpo di mercato. Circolano già tanti nomi…
«Sono quasi tutti fantasiosi. L’unico reale è quello di Ionita, del Cagliari. Quando abbiamo ipotizzato di arrivare a lui, però, non giocava. Negli ultimi tempi è stato schierato spesso. Dubito che il Cagliari se ne priverà. I rinforzi arriveranno, ma dovranno esserci anche le uscite».

La Fiorentina ed il Sassuolo vorrebbero Farias, mentre mezza serie B corteggia La Mantia. I due attaccanti partiranno?
«Il brasiliano, in estate, ha avuto tante proposte, ma ha scelto Lecce e solo il Lecce ha accettato di fare il sacrificio economico necessario per averlo. La Mantia è uno dei calciatori ai quali sono più affezionato perché incarna la volontà, l’umiltà e la determinazione con le quali abbiamo raggiunto la A. Come abbiamo sempre fatto, qualora i calciatori ricevessero una proposta irrinunciabile alla quale dovesse seguire una offerta altrettanto importante al nostro sodalizio, allora decideremo di comune accordo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie