Lunedì 20 Gennaio 2020 | 01:52

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce - Inter: il match finisce in pareggio al Via del Mare

Lecce - Inter: il match finisce in pareggio al Via del Mare

 
Calcio serie A
Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

 
calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl 22 gennaio
Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

 
FoggiaL'operazione dei cc
Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

 
TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

L'intervista

Il Lecce saluta un 2019 al top: parla il presidente Sticchi Damiani

«Le immagini della festa al Via del Mare, da brividi»

Saverio Sticchi Damianinuovo presidente Us Lecce

«Sta per concludersi un anno straordinario, meraviglioso. Nessuno, in sede di pronostici, ci aveva indicati tra i candidati alla promozione in A o tra i possibili out sider. Invece, la società, intesa come proprietà ma anche come ogni singolo collaboratore, il direttore sportivo Meluso, il tecnico Liverani con il suo staff ed i calciatori hanno realizzato il capolavoro di meritare il salto nella massima serie. Nella prima fase del nuovo torneo di competenza, poi, siamo riusciti a navigare stabilmente in zona-salvezza, davanti o subito dietro a formazioni blasonate che, sulla carta, dispongono di organici più quotati del nostro perché consolidati in tanti campionati di A. Nella storia della nostra società non sono stati molti gli anni paragonabili al 2019». È eccellente il bilancio che il presidente Saverio Sticchi Damiani fa dei 365 giorni che presto lasceranno il posto al 2020. Né potrebbe essere diversamente se si considerano i risultati che il club ha ottenuto nei 12 mesi trascorsi.

Quali sono le tre istantanee con le quali rappresenterebbe il 2019 del Lecce?
«La prima, più che una foto è un filmato e abbraccia l’intera giornata dell’11 maggio, una data che resterà storica per tutti noi. Era in programma l’ultima gara del campionato cadetto, contro lo Spezia, in un Via del Mare stracolmo e ribollente di passione. Vincendo avremmo brindato alla promozione. Ricordo ogni attimo, dalle ore precedenti il match a quelle successive, dei festeggiamenti, allo stadio ed in città. Dovendo fermare un fotogramma, scelgo quello del gol dell’1-0 firmato a Petriccione, che ha fatto esplodere lo stadio. La seconda, riguarda le prime 17 giornate del campionato di A ed è relativa alla rete del 2-2 realizzata a tempo scaduto da Calderoni al Meazza, contro il Milan. La terza, si riferisce ad uno dei tanti momenti nei quali società, tecnici e calciatori sono stati impegnati in gesti di solidarietà concreta nei confronti dei più deboli, di chi ha bisogno. Il calcio dev’essere anche questo».

Dimentica la ristrutturazione del Via del Mare?
«Tutt’altro. In pochissimo tempo, abbiamo adeguato lo stadio a standard da serie A, sostenendo grandi sacrifici. Ma vogliamo fare di più ed in quest’ottica sarebbe fondamentale salvarci».

A che punto è la convenzione con il comune di Lecce?
«C’è stata una decisa accelerazione dei discorsi in corso con l’amministrazione, il che mi fa pensare che presto sarà possibile giungere ad una conclusione positiva».

Il 2019 è terminato con le sconfitte subite contro Brescia e Bologna. La preoccupano?
«Sono state notevolmente differenti. L’unico comune denominatore è rappresentato dal fatto che siamo giunti alle battute finali del 2019 con poche energie, in quanto a tirare la carretta sono stati sempre gli stessi calciatori. Sono convinto che, recuperata la migliore condizione ed inseriti i giusti ritocchi in rosa, attraverso il mercato, giocheremo sino in fondo le nostre carte».

Che 2020 si aspetta?
«I primi 5 mesi saranno durissimi. La classifica è corta. Ogni compagine lotterà con il coltello tra i denti, come faremo noi, per centrare il proprio obiettivo. Se ci salveremo, programmeremo la nuova avventura in A con più tempo a disposizione. Alla retrocessione non voglio nemmeno pensare, ma anche in questo caso il nostro progetto non si interromperebbe e verrebbe rilanciato».

I tifosi sognano qualche colpo di mercato. Circolano già tanti nomi…
«Sono quasi tutti fantasiosi. L’unico reale è quello di Ionita, del Cagliari. Quando abbiamo ipotizzato di arrivare a lui, però, non giocava. Negli ultimi tempi è stato schierato spesso. Dubito che il Cagliari se ne priverà. I rinforzi arriveranno, ma dovranno esserci anche le uscite».

La Fiorentina ed il Sassuolo vorrebbero Farias, mentre mezza serie B corteggia La Mantia. I due attaccanti partiranno?
«Il brasiliano, in estate, ha avuto tante proposte, ma ha scelto Lecce e solo il Lecce ha accettato di fare il sacrificio economico necessario per averlo. La Mantia è uno dei calciatori ai quali sono più affezionato perché incarna la volontà, l’umiltà e la determinazione con le quali abbiamo raggiunto la A. Come abbiamo sempre fatto, qualora i calciatori ricevessero una proposta irrinunciabile alla quale dovesse seguire una offerta altrettanto importante al nostro sodalizio, allora decideremo di comune accordo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie