Domenica 19 Gennaio 2020 | 05:14

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio serie A
Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

 
calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 
serie a
Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPer Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
BatIl caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
LecceMoria di tartarughe
Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

 
TarantoI controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
FoggiaLe ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 
MateraL'annuncio
Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

 

i più letti

serie a

Lecce, Mancosu pronto per il «suo» Cagliari

L'attesissimo match domenica 24 alle 20.45

Lecce, Mancosu pronto per il «suo» Cagliari

Settimana dalle emozioni forti, per il capitano Marco Mancosu, quella che inizierà martedì, con la ripresa degli allenamenti, in vista della sfida che, domenica 24 novembre, vedrà il Lecce opposto al Cagliari, al Via del Mare, alle 20,45.
Dopo la partitella sostenuta nella mattinata di ieri con la formazione Primavera (con Gianluca Lapadula che è uscito anzitempo dal campo a causa di una lieve distorsione alla caviglia), infatti, il tecnico Fabio Liverani ha concesso due giorni liberi ai propri uomini, dando loro appuntamento per dopodomani, alle 16, allo stadio.

Per Mancosu, la prossima non sarà una partita come le altre perché si troverà di fronte la formazione della sua città natale, il club nel cui settore giovanile è cresciuto, facendo tutta la trafila sino alla prima squadra, con la quale ha esordito in serie A, nel 2006/2007, a 18 anni, nell’ultima giornata di campionato, in Ascoli-Cagliari, terminata con il successo dell’undici marchigiano per 2-1.
A realizzare il gol del complesso sardo, sbloccando il risultato, fu proprio l’attuale trequartista del Lecce, con un colpo di testa, sugli sviluppi di un corner.
Nel 2007/2008, l’attuale capitano giallorosso ha collezionato altre 10 presenze in maglia rossoblù, per essere poi ceduto in prestito al Rimini e fare ritorno a Cagliari nel 2009/2010. Dopo essere sceso in campo due volte, però, Mancosu è passato in prestito all’Empoli e successivamente al Siracusa, per accasarsi quindi in comproprietà al Benevento, che ha poi riscattato il suo cartellino dal sodalizio sardo, a titolo definitivo.

Mancosu, però, non ha mai nascosto il suo amore per il Cagliari. Per un isolano, infatti, il legame con la propria terra è enorme, così come è grande l’identità territoriale. Nel novembre 2018, stante l’ottimo rendimento che ha fatto registrare con il Lecce nel primo scorcio del torneo cadetto, voci di mercato hanno riferito di un significativo interesse del Cagliari nei suoi confronti, in vista del mercato di gennaio.
L’ipotesi ha creato uno stato d’animo non facile nel trequartista della compagine salentina, combattuto tra il desiderio di restare nella società con la quale ha trovato un feeling speciale e con la quale stava inseguendo la straordinaria impresa di conquistare la promozione in A e quello di coronare il sogno di vestire nuovamente la maglia del “suo” Cagliari. Alla fine, a prevalere è stata la prima soluzione, evidentemente per più motivi, ma per la gioia dei supporter del Lecce, che hanno imparato ad apprezzare tantissimo lo schivo centrocampista sardo, per la sua serietà, per la sua abnegazione e per la sua bravura.
Con il club presieduto da Saverio Sticchi Damiani, Mancosu milita dalla stagione 2016/2017, conclusasi con l’amara eliminazione dai play off, nei quarti di finale, ad opera dell’Alessandria, ai rigori, dopo 180’ nei quali i salentini si sono comportati senz’altro meglio dei rivali. Nel 2017/2018, quindi, il calciatore sardo è stato tra i grandi protagonisti della vittoria del campionato di C centrata dal Lecce, per poi ripetersi nel 2018/2019, annata nella quale è stato tra i trascinatori della squadra giallorossa nella fantastica cavalcata dalla B alla A.

Nella massima serie, Mancosu ha sin qui collezionato 12 presenze su 12 ed è il cannoniere del team con 5 reti. Domenica, darà il massimo contro il “suo” Cagliari, pronto, se ne avrà l’occasione, anche a realizzare il sesto gol personale per il quale, ne siamo certi, non esulterebbe. Chi, come lui, ha festeggiato la promozione in A con la bandiera della Sardegna sulle spalle, non potrebbe mai mancare di rispetto ai propri conterranei, per di più in un momento nel quale la loro compagine sta facendo grandi cose ed è quarta in classifica.
Con il Lecce gioca anche Mauro Vigorito, di Macomer, in provincia di Nuoro. Anche lui è cresciuto nel vivaio del Cagliari, con la cui casacca ha esordito nella massima serie. Il portierone del salto dalla B alla A, però, andrà presumibilmente in panchina in quanto, sino ad oggi, è stato il vice di Gabriel.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie