Lunedì 14 Ottobre 2019 | 13:41

NEWS DALLA SEZIONE

a san siro
Milan - Lecce, sale la febbre giallorossa: già venduti 1500 biglietti

Milan - Lecce, sale la febbre giallorossa: già venduti 1500 biglietti

 
calcio
Lecce, Falco primo in classifica per falli subiti

Lecce, Falco primo in classifica per falli subiti

 
Serie A
«Il vecchio Milan non punge, Lecce puoi provarci», parla l'ex Virdis

«Il vecchio Milan non punge, Lecce puoi provarci», parla l'ex Virdis

 
Serie A
Lecce calcio, La Mantia: «Voglio dare il mio contributo in A»

Lecce calcio, La Mantia: «Voglio dare il mio contributo in A»

 
Per tributi 2014
Lecce calcio, sospesa riscossione cartella di 620mila euro

Lecce calcio, sospesa riscossione cartella di 620mila euro

 
Daspo
Lecce, assalto a taxi tifosi Roma: denunciate tre ultras salentini

Lecce, assalto a taxi tifosi Roma: denunciate tre ultras salentini

 
Le dichiarazioni
Lecce, mister Liverani: «Abbiamo preso gol da polli»

Lecce, mister Liverani: «Abbiamo preso gol da polli»

 
Serie A
Lecce travolto dall'Atalanta, perde 3-1 in trasferta

Lecce travolto dall'Atalanta, perde 3-1 in trasferta

 
Serie A
Lecce, Liverani a vigila match con Atalanta: proviamo a sovvertire pronostico

Lecce, Liverani a vigila match con Atalanta: proviamo a sovvertire pronostico

 
Serie A
Lecce calcio, Lucioni: «A Bergamo necessario alzare l'attenzione»

Lecce calcio, Lucioni: «A Bergamo necessario alzare l'attenzione»

 
Preparazione
Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

 

Il Biancorosso

contro la ternana
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisiil giallo
Società sponsorizza «Meraviglioso Natale» a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

Società sponsorizza Meraviglioso Natale a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

 
BariL'intervista
Ezio Totorizzo, il manager barese che piace a Mtv

Ezio Totorizzo, il manager barese che piace a Mtv

 
BatNel Nordbarese
Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

Canosa, nudo e ubriaco aggredisce per strada ex compagna: arrestato

 
Leccenel salento
Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 
Tarantol'indagine
Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

Martina Franca, spaccio di droga, chiamata «Babà», era diventato un lavoro: 3 in carcere

 
Foggianel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

Serie A

Calciomercato, il Lecce è sempre più internazionale

Fino allo scorso anno schierati solo calciatori italiani, ora si cambia registro

Calciomercato, il Lecce è sempre più internazionale

Il Lecce «made in Italy» ha iniziato a ritagliarsi un profilo internazionale. Le ultime sessioni di calciomercato, la scorsa invernale e quella estiva in corso, hanno notevolmente contribuito a cambiare la geografia di una rosa diventata sempre più straniera negli ultimi mesi.

Fino allo scorso gennaio il Lecce ha detenuto un singolare primato nella serie B, poiché ha chiuso il girone d’andata del campionato schierando 19 volte su 19 un undici titolare composto da soli italiani. Nel calciomercato invernale poi è arrivato il greco Panagiotis Tachtsidis e qualche settimana dopo il diesse Mauro Meluso andò a pescare dal mercato svincolati lo sloveno Zan Majer, che tanto bene ha fatto nello scorcio finale di campionato, al punto da meritarsi la riconferma in serie A. Ma le prime battute della sessione estiva del calciomercato riflettono l’idea che la squadra giallorossa voglia assumere un profilo ancor più internazionale.

Per il ruolo di portiere che si contenderà il ruolo da titolare con Vigorito la scelta è ricaduta su Gabriel, estremo difensore brasiliano ex Milan. Il Lecce può ripresentarsi così in serie A con un portiere verdeoro fra i pali, proprio come sette anni fa nell’ultima stagione nella massima serie, quando a difesa della porta dei salentini vi era l’ex Roma Julio Sergio.
Sempre sulla retroguardia, anche la linea difensiva è stata rinforzata attingendo al mercato internazionale, in particolare per quanto riguarda le corsie dei terzini. A sinistra, a giocarsi il posto con Calderoni, ci sarà Brayan Vera, laterale colombiano classe ’99 di belle speranze, reduce dal mondiale under 20 con la sua nazionale. A destra invece giocherà il rumeno Romario Benzar. Il difensore classe ’92 può vantare nel suo palmares la vittoria di un campionato di Romania, 14 presenze in campo internazionale nelle competizioni per club e 15 apparizioni con la nazionale maggiore. Un altro dei primi innesti in mezzo al campo del nuovo Lecce è il centrocampista ucraino Yevhen Shakhov, colosso di quasi un metro e novanta, fresco campione di Grecia con il Paok. Può essere l’alternativa a Tachtsidis, ma ha le capacità tecniche e l’abnegazione tattica per poter agire anche da mezzala di quantità e qualità. E potrebbe non essere finita qui, perché non è un segreto che il grande sogno dell’estate del Lecce viene dalla Turchia e risponde al nome di Burak Yilmaz. Senza dimenticare la pista molto calda che porta a Ersoy, difensore centrale anch’egli turco.

Questi primi movimenti di mercato mostrano come il Lecce si sia aperto ad orizzonti di mercato che travalicano i confini nazionali, andando anche oltreoceano per cercare rinforzi in vista della serie A, come avvenuto per Vera. Ma mentre nel caso del colombiano è lecito parlare di scommessa, il discorso è diverso per Benzar e Shakhov. Entrambi possono vantare vittorie di campionati, ed entrambi hanno avuto modo di assaggiare la Champions e l’Europa League. I due poi hanno giocato anche con le loro rispettive nazionali. L’ultima convocazione di Shakhov risale al 2017, mentre Benzar è sceso in campo con la Romania lo scorso 25 marzo. La prossima estate si giocheranno gli europei e Romania e Ucraina sono in corsa per accedere alla fase finale: un motivo in più per i due neo-acquisti per mettersi in mostra con la loro nuova maglia. Se da un lato Benzar ha bisogno di far bene per confermarsi, dall’altro Shakhov vorrà fare di tutto per apparire nuovamente fra i convocati. Sulla scia dell’esempio di Majer, tornato a vestire la maglia della sua Slovenia lo scorso giugno, dopo il grande finale di stagione nel Salento. Il Lecce, sotto questo punto di vista, è un ottimo trampolino di lancio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie