Martedì 16 Ottobre 2018 | 12:03

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

L'esterno classe 1995

Lecce, entusiasmo Venuti
«Ho scelto storia e blasone»

Meccariello: la fiducia di Liverano

Lecce, entusiasmo Venuti«Ho scelto storia e blasone»

Lorenzo Venuti in allenamento (foto Marco Lezzi)

LECCE - «Sono arrivato in un gruppo molto compatto e che dispone di giocatori di qualità, in grado di disputare un buonissimo campionato. Cimentarsi in serie A è il sogno di tutti i calciatori. Ho avuto la fortuna di farlo con il Benevento nella passata stagione, disputando 31 gare ed è stato bellissimo». Sono queste le prime parole da neo giallorosso di Lorenzo Venuti, esterno basso, classe ‘95, giunto in seno al club salentino dopo l’esperienza vissuta nella massima serie con il team campano, presentato ieri insieme al difensore centrale Biagio Meccariello, classe ‘91, prelevato dal Brescia.

«Sono un terzino destro ma, essendo duttile, sin dai tempi delle giovanili della Fiorentina sono stato utilizzato anche sulla fascia mancina - aggiunge Venuti - Nella scorsa annata, nel girone di ritorno sono stato schierato sempre a sinistra. So di dovere migliorare nella fase difensiva e sono pronto a lavorare sodo pur di riuscirci. Con mister Liverani ho parlato il penultimo giorno di mercato. Mi ha detto che ciascuno di noi si dovrà meritare sul campo il posto. Quando sono arrivato a Lecce mi ha illustrato il suo metodo di gioco, che mi piace molto».

A Benevento ha giocato con Fabio Lucioni, che viene considerato un leader. «Ha dimostrato più e più volte di esserlo - nota Venuti - La differenza tra quando era presente e quando era assente è sempre stata notevole. Aiuta i compagni, ha un consiglio per tutti e credo che questo per una squadra sia fondamentale».

Alla prima uscita di campionato con il Lecce, lunedì prossimo, Venuti si troverà immediatamente di fronte il Benevento. «Il complesso sannita ce l’ho nel cuore perché ci ho trascorso due stagioni fantastiche - sottolinea - Per me non sarà una gara come tutte le altre. Sarà emozionante tornare al “Vigorito” da avversario, ma ora sono un calciatore del Lecce. Voglio fare bene per il club salentino».

Prima di firmare con la società di via colonnello Costadura ha sentito Filippo Falco, suo compagno di squadra a Benevento, nel 2016/2017. «Per storia e blasone, Lecce non ha bisogno di presentazioni - sostiene - ma ho parlato con Pippo della piazza e me l’ha descritta in termini positivi. Le sue parole mi hanno convinto ancora di più ad accettare il trasferimento».

Meccariello è già stato allenato da Fabio Liverani a Terni, due stagioni fa. «Ho avuto la fortuna di conoscere il mister ai tempi in cui ha diretto il team umbro - racconta l’ex Brescia - Inoltre, ho giocato con il suo vice Coppola0, sempre a Terni. Quando il tecnico romano è arrivato la situazione era abbastanza complicata. Ha saputo darci fiducia ed entusiasmo. In poco tempo abbiamo recuperato terreno ed abbiamo centrato la salvezza».

Poi aggiunge: «Sono un centrale difensivo puro. Ho giocato sia nella difesa a tre che a due (la retroguardia a quattro, ndr). Sono un destro e mi piace giocare a sinistra, ma so ricoprire entrambe le posizioni. Ho avuto spesso il compito di impostare l’azione dalle retrovie».

A Lecce ha ritrovato alcuni compagni di squadra dei tempi della Ternana. «Con Pettinari, Palombi e Petriccione ho giocato in Umbria - dice - Ma conosco molti degli altri componenti della rosa del sodalizio salentino per averli affrontati da avversari. Avere già avuto come allenatore Liverani può essere un vantaggio. So che ha sempre avuto parole positive su di me e lo ringrazio, ma dovrò dimostrare a tutti sul campo di meritare la sua fiducia».

Lunedì prossimo, Meccariello sfiderà la formazione della sua città natale. «La mia famiglia vive in provincia di Benevento e sarà allo stadio per assistere al match - afferma - Ci saranno anche tanti amici. Non ho mai militato, però, nel club sannita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

L'ex Petrachi promuove Liverani: «Fa buon calcio»

L'ex Petrachi promuove Liverani: «Fa buon calcio»

 
L'ex Piangerelli: Lecce-Palermoquella sfida che valse la A

L'ex Piangerelli: Lecce-Palermo
quella sfida che valse la A

 
Lecce, la nuova vita di Tabanelli«Basta guai, ora sono felice qui»

Lecce, la nuova vita di Tabanelli
«Basta guai, ora sono felice qui»

 
E Lecce ha il suo tandem ispirato

Il Lecce ha il suo tandem ispirato

 
Meccariello: Lecce sprint ora mantenere equilibrio

Meccariello: Lecce sprint ora mantenere equilibrio

 
Il Lecce viaggia a ritmo promozione

Il Lecce viaggia a ritmo promozione

 
«Lecce, meccanismo perfetto ma occhio alle insidie della B»

«Lecce, meccanismo perfetto ma occhio alle insidie della B»

 
La Mantia a Mancosu fannovolare il Lecce a Verona

La Mantia a Mancosu fanno volare il Lecce a Verona

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS