Lunedì 25 Marzo 2019 | 12:50

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Calcio, Lecce show al Via del Mare: batte 7-0 l'Ascoli

Calcio, Lecce show al Via del Mare: batte 7-0 l'Ascoli

 
Serie B
Lecce, Liverani: «Con l'Ascoli opportunità ghiotta»

Lecce, Liverani: «Con l'Ascoli opportunità ghiotta»

 
Serie B
Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

 
Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeGli arresti
Palagianello, furti in casa: in manette 4 baby topi d'appartamento

Palagianello, furti in casa: in manette 4 baby topi d'appartamento

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BariVandali all'opera
Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

 
MateraIl caso
Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

 
LecceA Casarano
Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

 
PotenzaI risultati
Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 
BatLa denuncia
Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

 

L'esterno classe 1995

Lecce, entusiasmo Venuti
«Ho scelto storia e blasone»

Meccariello: la fiducia di Liverano

Lecce, entusiasmo Venuti«Ho scelto storia e blasone»

Lorenzo Venuti in allenamento (foto Marco Lezzi)

LECCE - «Sono arrivato in un gruppo molto compatto e che dispone di giocatori di qualità, in grado di disputare un buonissimo campionato. Cimentarsi in serie A è il sogno di tutti i calciatori. Ho avuto la fortuna di farlo con il Benevento nella passata stagione, disputando 31 gare ed è stato bellissimo». Sono queste le prime parole da neo giallorosso di Lorenzo Venuti, esterno basso, classe ‘95, giunto in seno al club salentino dopo l’esperienza vissuta nella massima serie con il team campano, presentato ieri insieme al difensore centrale Biagio Meccariello, classe ‘91, prelevato dal Brescia.

«Sono un terzino destro ma, essendo duttile, sin dai tempi delle giovanili della Fiorentina sono stato utilizzato anche sulla fascia mancina - aggiunge Venuti - Nella scorsa annata, nel girone di ritorno sono stato schierato sempre a sinistra. So di dovere migliorare nella fase difensiva e sono pronto a lavorare sodo pur di riuscirci. Con mister Liverani ho parlato il penultimo giorno di mercato. Mi ha detto che ciascuno di noi si dovrà meritare sul campo il posto. Quando sono arrivato a Lecce mi ha illustrato il suo metodo di gioco, che mi piace molto».

A Benevento ha giocato con Fabio Lucioni, che viene considerato un leader. «Ha dimostrato più e più volte di esserlo - nota Venuti - La differenza tra quando era presente e quando era assente è sempre stata notevole. Aiuta i compagni, ha un consiglio per tutti e credo che questo per una squadra sia fondamentale».

Alla prima uscita di campionato con il Lecce, lunedì prossimo, Venuti si troverà immediatamente di fronte il Benevento. «Il complesso sannita ce l’ho nel cuore perché ci ho trascorso due stagioni fantastiche - sottolinea - Per me non sarà una gara come tutte le altre. Sarà emozionante tornare al “Vigorito” da avversario, ma ora sono un calciatore del Lecce. Voglio fare bene per il club salentino».

Prima di firmare con la società di via colonnello Costadura ha sentito Filippo Falco, suo compagno di squadra a Benevento, nel 2016/2017. «Per storia e blasone, Lecce non ha bisogno di presentazioni - sostiene - ma ho parlato con Pippo della piazza e me l’ha descritta in termini positivi. Le sue parole mi hanno convinto ancora di più ad accettare il trasferimento».

Meccariello è già stato allenato da Fabio Liverani a Terni, due stagioni fa. «Ho avuto la fortuna di conoscere il mister ai tempi in cui ha diretto il team umbro - racconta l’ex Brescia - Inoltre, ho giocato con il suo vice Coppola0, sempre a Terni. Quando il tecnico romano è arrivato la situazione era abbastanza complicata. Ha saputo darci fiducia ed entusiasmo. In poco tempo abbiamo recuperato terreno ed abbiamo centrato la salvezza».

Poi aggiunge: «Sono un centrale difensivo puro. Ho giocato sia nella difesa a tre che a due (la retroguardia a quattro, ndr). Sono un destro e mi piace giocare a sinistra, ma so ricoprire entrambe le posizioni. Ho avuto spesso il compito di impostare l’azione dalle retrovie».

A Lecce ha ritrovato alcuni compagni di squadra dei tempi della Ternana. «Con Pettinari, Palombi e Petriccione ho giocato in Umbria - dice - Ma conosco molti degli altri componenti della rosa del sodalizio salentino per averli affrontati da avversari. Avere già avuto come allenatore Liverani può essere un vantaggio. So che ha sempre avuto parole positive su di me e lo ringrazio, ma dovrò dimostrare a tutti sul campo di meritare la sua fiducia».

Lunedì prossimo, Meccariello sfiderà la formazione della sua città natale. «La mia famiglia vive in provincia di Benevento e sarà allo stadio per assistere al match - afferma - Ci saranno anche tanti amici. Non ho mai militato, però, nel club sannita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400