Mercoledì 24 Aprile 2019 | 11:49

NEWS DALLA SEZIONE

Sventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
La denuncia
Brindisi, si faceva inviare video hard da sua allieva di 12 anni

Brindisi, si faceva inviare video hard da sua allieva di 12 anni

 
Vento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
L'ordinanza
Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

 
Molestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
I controlli su strada
S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

 
Stalking
Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

 
Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
LecceTap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
BariApprovato dal Ministero
Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

 
BrindisiSventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

le preoccupazioni degli imprenditori brindisini

Lidi e mare tutto l'anno
servono regole certe

spiaggia torre canne

FASANO - La permanenza delle strutture balneari sulle spiagge pugliesi nel periodo invernale al centro di una riunione a tema tenuta nei giorni scorsi in Regione. A discutere sul problema, che sta calamitando l’attenzione dei mass media nelle ultime settimane, c’erano gli assessori Raffaele Piemontese (Demanio marittimo), Loredana Capone (Turismo) e per la segreteria di Presidenza Claudio Stefanazzi ed Annamaria Curcuruto, già assessore all’Urbanistica. In sala anche le rappresentanze delle maggiori associazioni della categoria dei balneatori, tra cui Cna e Sib.

«Il problema dello smontaggio delle strutture che costituiscono i lidi a fine stagione – afferma il fasanese Fabrizio Santorsola, presidente regionale della Federbalneari – sembrava fosse risolto già da qualche anno, grazie in primis alla puntualizzazione del Piano Paesaggistico regionale che aveva sancito la possibilità del mantenimento delle strutture durante la stagione fredda, soprattutto in funzione del minore “stress” per l’ambiente: difatti, lo smontaggio e il successivo ciclico rimontaggio di cabine, tettoie e chioschi-bar causa all’ambiente un danno ancor maggiore rispetto al lasciare sul posto gli stessi manufatti».

Non è tutto perché nell’ottica della destagionalizzazione la norma che regola il funzionamento delle spiagge (ordinanza balneare, emanata dal settore demanio della Regione) già da anni prevede che la stagione balneare duri tutto l’anno, dall’1 gennaio al 31 dicembre. Qualche giorno fa però la Soprintendenza del Salento si è attivata con una circolare indirizzata a tutti i comuni costieri, mirata alla ricognizione delle strutture ancora montate, con il probabile scopo di una mappatura della situazione, così come richiesto mesi fa dal Ministero. L’allerta dei balneari ha, quindi, richiesto una urgente ricognizione normativa per scongiurare il rischio di denunce penali che potrebbero arrivare nonostante il lavoro svolto finora.

«Si è giunti alla conclusione – afferma Santorsola – che una norma chiara e definitiva, con un disciplinare che contenga delle linee guida altrettanto chiare, consentirebbe ai titolari dei lidi di Puglia di lavorare in tutta tranquillità per una stagione molto più lunga di quella imposta dalla Soprintendenza: la destagionalizzazione turistica, tanto auspicata da tutti i settori della macchina regionale, si attua anche attraverso l’erogazione di servizi balneari al di fuori della stagione canonica di soli tre mesi».

Si ripartirà, quindi, dal protocollo di intesa che nella sede della Prefettura di Lecce circa due anni addietro fu firmato dal presidente della Regione, dal soprintendente delle province di Lecce, Brindisi e Taranto così come dal direttore del segretariato del ministero (Mibact), dal rappresentante dell’Anci e dalle associazioni di categoria. A quel tavolo tecnico fu stabilito che i lidi possano restare allestiti e montati per tutto l’anno. [Tommaso Vetrugno]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400