Giovedì 18 Agosto 2022 | 12:54

In Puglia e Basilicata

viabilità

Brindisi, Vie Porta Lecce e Ciciriello: rifacimento a singhiozzo

Brindisi, Vie Porta Lecce e Ciciriello: rifacimento a singhiozzo

Nel primo caso si attende da 7 mesi l’apertura del cantiere, nel secondo lavori sospesi e strada lasciata senza asfalto

03 Agosto 2022

Pierluigi Potì

BRINDISI - Cantieri sospesi o, addirittura, mai aperti nonostante gli annunci pubblici. Periodo di disagi in tema di viabilità urbana, con gli automobilisti costretti a percorrere strade disastrate (che, in attesa di un intervento di rifacimento, peggiorano di giorno in giorno) o, in alternativa, arterie di grande traffico che, a causa dell’interruzione (non si sa per quale ragione) dei lavori di rifacimento, si ritrovano (sì momentaneamente, ma... chissà ancora per quanto) senza il “tappeto” di asfalto che garantisce il regolare transito. Due situazioni che, lo ribadiamo, creano non pochi disagi ai brindisini e che la dicono lunga sui biblici ritardi con cui si effettuano opere pubbliche.

VIA PORTA LECCE - E’ il caso più eloquente a proposito di ritardi. E ciò in quanto sono trascorsi ormai più di sette mesi da quando l’Amministrazione comunale annunciò l’avvio dei lavori (fissato per lo scorso 27 aprile), senza che in questo lungo periodo sia stato iniziato alcunchè. In quell’occasione, peraltro, venne disposta la rimozione di alcuni dei sampietrini staccatisi dalla pavimentazione, con l’ulteriore precisazione che gli stessi sarebbero stati conservati in apposito sito per essere poi ricollocati sua via Porta Lecce. Nel frattempo, le caratteristiche pietre che compongono la strada, messe a dura prova dal continuo passaggio di auto, si sono staccate in ulteriore quantità e il percorso è diventato talmente insidioso che si è costretti a frequenti gincane per evitare le innumerevoli buche createsi lungo il tragitto. Una condizione pietosa che rappresenta un pericolo non solo per la carrozzeria e gli ammortizzatori dei veicoli, ma anche per i pedoni, la cui incolumità è messa a rischio dall’ipotesi (tutt’altro che remota) che i sampietrini possano schizzare come proiettili se presi di fianco dagli pneumatici delle auto in transito. A quando, dunque, l’inizio dei lavori? Un paio di mesi fa, il vice sindaco Tiziana Brigante giustificò il ritardo con la necessità di attendere l’ok della Sovrintendenza. Possibile che debbano trascorrere ogni volta mesi per una semplice firma?

VIA CICIRIELLO - Altro caso controverso perché, se da un lato è apprezzabile che si sia avvertita la necessità di rifare la strada che dal Casale conduce verso il centro e altri rioni, dall’altro non si comprende per quale motivo gli stessi lavori siano fermi da diversi giorni, con gli annessi disagi legati all’aver lasciato... “nuda” via Ciciriello, senza cioè la gettata di asfalto, la cui mancanza causa problemi ai mezzi in transito. Quando riprenderanno non è dato sapere e l’auspicio, a quel punto, è che ci sia una decisa accelerata per recuperare il tempo perso e limitare ad un breve spazio temporale gli inevitabili ingorghi che si sono formati (soprattutto in via Provinciale San Vito, zona Verdegiada) nei giorni di apertura del cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725