Lunedì 26 Luglio 2021 | 21:31

NEWS DALLA SEZIONE

La rapina
La cassiera reagisce e aggredisce il bandito - IL VIDEO -

La cassiera reagisce e aggredisce il bandito - IL VIDEO -

 
Allarme nelle campagne
Brindisi, danni a vigneti, prefetto convoca Comitato sicurezza

Brindisi, danni a vigneti, prefetto convoca Comitato sicurezza

 
sangue sulle strade
Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

 
ambiente
Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

 
maltrattamenti ed estorsione
Mesagne, picchiava i genitori per estorcere denaro: arrestato

Mesagne, picchiava i genitori per estorcere denaro: arrestato

 
Monumenti e chiese
Conversano e Mesagne candidate come capitali italiane della Cultura

Conversano e Mesagne candidate come capitali italiane della Cultura

 
Vip al mare
Turismo in Puglia, Ferragni e Fedez in vacanza a Fasano

Turismo in Puglia, Ferragni e Fedez in vacanza a Fasano e Ostuni: il video

 
Brutale aggressione
Latiano, intera famiglia aggredita in piazza: tre arresti

Latiano, intera famiglia aggredita in piazza: tre arresti

 
Il caso
Francavilla fontana, barriere architettoniche: al via gli interventi

Francavilla Fontana, barriere architettoniche: al via gli interventi

 
Covid
Traghetto arrivato dalla Grecia fermo al porto di Brindisi: equipaggio positivo dopo i tamponi

Traghetto arrivato dalla Grecia fermo al porto di Brindisi: equipaggio positivo dopo i tamponi - La Asl: «Nessun contagio tra i passeggeri»

 

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa sentenza
Bari, maltrattamenti e abusi sui figli: confermate le condanne

Bari, maltrattamenti e abusi sui figli: confermate le condanne

 
Lecceil caso
Nardò, rissa al mercato: denunciati in quattro

Nardò, rissa al mercato: denunciati in quattro

 
FoggiaLa sentenza
Uso dei fondi Miur all'Ateneo di Foggia: assolti i 19 imputati

Uso dei fondi Miur all'Ateneo di Foggia: assolti i 19 imputati

 
GdM.TVLa rapina
La cassiera reagisce e aggredisce il bandito - IL VIDEO -

La cassiera reagisce e aggredisce il bandito - IL VIDEO -

 
TarantoSicurezza
Perrini: «Situazione esplosiva all'hotspot di Taranto»

Perrini: «Situazione esplosiva all'hotspot di Taranto»

 
PotenzaGli ultimi dati
Basilicata, Covid: nel fine settimana dieci nuovi positivi

Basilicata, Covid: nel fine settimana dieci nuovi positivi

 
PotenzaAllarme
Basilicata, povertà in aumento: coinvolta una famiglia su quattro

Basilicata, povertà in aumento: coinvolta una famiglia su quattro

 

i più letti

Antimafia

Scu: nella relazione della Dia la situazione a Brindisi e provincia

La situazione nel capoluogo e nelle altre città nel secondo semestre 2019

Scu, nella relazione della Dia la situazione a Brindisi e provincia

BRINDISI - La Direzione investigativa antimafia (Dia) nella relazione sull’attività svolta nel secondo semestre 2019 pubblica una “fotografia” della Sacra corona unita a Brindisi.
«In città – è scritto nella relazione – mentre il gruppo Brandi appare ormai fortemente indebolito dall’azione di contrasto degli ultimi anni, i Morleo continuano a operare nel settore del narcotraffico».

In provincia sono attivi i due schieramenti malavitosi dei “mesagnesi”, laddove con questa definizione si fa riferimento «ai gruppi Rogoli, Vicientino, Pasimeni e Vitali», dai nomi dei capi storici, tutti in carcere e finiti al 41 bis (detenzione dura), e «dei tuturanesi», da intendersi come «gruppo Buccarella». Tra le fila di quest’ultimo gruppo «vi è attualmente una figura di spicco della criminalità mesagnese, recentemente scarcerata».

E ancora: «I comuni che confinano con la provincia di Lecce, ossia Torchiarolo, San Pietro Vernotico, Cellino San Marco, San Donaci e San Pancrazio Salentino, risentono del controllo di entrambe le fazioni, con alternanze di accordi e divisioni interne, frutto persino di decisioni prese da boss ristretti in carcere».
Nei territori di Torre Santa Susanna e Oria resta il sodalizio «capeggiato dai Bruno per il controllo del mercato della droga».
Nel solco del passato, è il traffico di droga a costituire il fenomeno di più vasta portata criminale: «garantisce sicuri e stabili guadagni, parte dei quali vengono impiegati per il mantenimento delle famiglie dei detenuti».
I contatti con altri ambienti ci sono: «forte è l’influenza della criminalità barese, soprattutto nella zona Nord della provincia brindisina».

Le indagini della Guardia di Finanza hanno portato a scoprire, nel mese di dicembre 2019, i legami tra un uomo di Ostuni, «figlio di uno storico boss del contrabbando», con il «clan Strisciuglio di Bari». Altre inchieste coordinate dalla Dda hanno evidenziato partnership con i gruppi malavitosi del Leccese.
«Tale assunto – si legge nella relazione della Dia – trova conferma della operazione Mombello condotta dai carabinieri di Brindisi il 6 luglio 2019». In questo caso, oltre a essere stata accertata «una intensa attività di spaccio, cocaina in particolare, a Tuturano, Copertino e Casarano, è stato evidenziato il ruolo di alcuni indagati contigui al clan Buccarella». Non solo. Le indagini hanno fatto luce sull’operatività di un gruppo dedito ai furti e alle ricettazioni di automezzi usati in agricoltura, attraverso il ricorso alla tecnica del “cavallo di ritorno”.

Il narcotraffico è stato confermato dalla sentenza definitiva dell’inchiesta battezzata “Uragano”, risalente al 2015, con la quale sono state «disarticolate tre organizzazioni le quali, interagendo fra loro, gestivano buona parte del mercato della droga nel territorio salentino, riuscendo nella stessa attività anche in Emilia Romagna e Friuli». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie