Sabato 05 Dicembre 2020 | 12:19

NEWS DALLA SEZIONE

il provvedimento
Oria, finisce in carcere 59enne già ai domiciliati: dovrà espiare pena di 11 anni per droga

Oria, finisce in carcere 59enne già ai domiciliati: dovrà espiare pena di 11 anni per droga

 
nel Brindisino
Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

 
L'iniziativa
Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

 
Cultura
Fasano, per il Mibact Masseria Tavernese è immobile di interesse culturale

Fasano, per il Mibact Masseria Tavernese è immobile di interesse culturale

 
Il caso
Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

 
nel Brindisino
S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

 
In piazza Carrà
Brindisi, in 11 festeggiano un compleanno con fuochi d'artificio e senza mascherina: multe

Brindisi, in 11 festeggiano un compleanno con fuochi d'artificio e senza mascherina: denunciati

 
Fiocchi rosa
Brindisi, doppio lieto evento: sorelle partoriscono a un'ora di distanza al Perrino, ospedale Covid

Brindisi, doppio lieto evento: sorelle partoriscono a un'ora di distanza al Perrino, ospedale Covid

 
le indagini
Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

 
La decisione
Brindisi, appalti «pilotati» della Marina: assolto ufficiale MM

Brindisi, appalti «pilotati» della Marina: assolto ufficiale MM

 
Nel Brindisino
Latiano, in Posta la fila è senza distanziamento: non esistono percorsi differenziati tra entrata e uscita

Latiano, in Posta la fila è senza distanziamento: non esistono percorsi differenziati tra entrata e uscita

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari prende la rincorsa: oggi (ore 15) a Pagani la prima tappa

Il Bari prende la rincorsa: oggi (ore 15) a Pagani la prima tappa

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Bari, focolaio Covid in Rssa: cresce numero decessi (11) e positivi (53)

Bari, focolaio Covid in Rssa: cresce numero decessi (11) e positivi (53)

 
MateraNuovo partito
Il materano Ropsi: «I 5Stelle hanno tradito gli italiani, ora entra in campo Popolo Protagonista»

Il materano Ropsi: «I 5Stelle hanno tradito gli italiani, ora entra in campo Popolo Protagonista»

 
Brindisiil provvedimento
Oria, finisce in carcere 59enne già ai domiciliati: dovrà espiare pena di 11 anni per droga

Oria, finisce in carcere 59enne già ai domiciliati: dovrà espiare pena di 11 anni per droga

 
Tarantola richiesta
Mittal Taranto accordo Invitalia-azienda, ambientalisti: «Chiusura immediata impianti»

Mittal Taranto accordo Invitalia-azienda, ambientalisti: «Chiusura immediata impianti»

 
Covid news h 24sanità
Foggia, 10 posti letto Covid attivati a Neurologia del Policlinico Riuniti

Foggia, 10 posti letto Covid attivati a Neurologia del Policlinico Riuniti

 
Covid news h 24L'emergenza
Bat, due ambulanze Covid attive da domani su Andria e Trani

Bat, due ambulanze Covid attive da domani su Andria e Trani

 
Leccel'emergenza
Provincia Lecce, controlli anti Covid: dipendenti e consiglieri tutti negativi

Provincia Lecce, controlli anti Covid: dipendenti e consiglieri tutti negativi

 
PotenzaNel Potentino
Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

Non solo Covid: da Senise storia di Nicola, colpito da un virus che ha 3 casi al mondo

 

i più letti

IL CASO

Brindisi, movida molesta, torna la protesta dei cittadini

Lettera-denuncia al sindaco: «Non viviamo più, ogni notte schiamazzi sino a tarda ora»

Brindisi, movida molesta, torna la protesta

«Non ne possiamo più degli schiamazzi notturni e della sporcizia che i giovani lasciano sotto le nostre abitazioni. Chiediamo regole precise e controlli efficaci».

Ci risiamo. Con l’arrivo dell’estate, puntuale, si riaffaccia la protesta contro la movida molesta e tornano d’attualità i due contrapposti interessi: quello (più che legittimo) dei giovani di divertirsi in “casa” propria grazie ai numerosi locali presenti nel centro storico e quello (sacrosanto) dei residenti (specie i più anziani) di poter riposare negli orari notturni, senza che il sonno venga tolto dagli schiamazzi e dalla musica diffusa (non di rado ad alto volume) all’interno ma anche all’esterno dai pubblici esercizi.

Due facce della stessa medaglia che, tuttavia, sembrano non poter assolutamente convivere. Già, perchè non appena inizia l’estate si entra in piena “guerra”, soprattutto in una zona specifica, quella che comprende l’area retrostante il teatro Verdi, via Santi, via Filomeno Consiglio, largo Concordia e via Marco Pacuvio. È qui che si concentra in gran parte la movida brindisina, grazie appunto alla presenza di un congruo numero di locali dove ci si può incontrare, bere e divertirsi, con il sottofondo di una musica che spesso, però, eccede i limiti (sotto forma di decibel) consentiti dalla legge.

I più “arrabbiati” (e i più “agguerriti”) sono in particolare i residenti di via Filomeno Consiglio, firmatari di una lettera di denuncia-protesta indirizzata al sindaco Riccardo Rossi: «La favola “il centro deve vivere” - scrivono nella missiva - deve finire. Non è così che si risollevano le sorti di una città, lasciandola nelle mani dei vandali. Forse il primo cittadino ce l’ha con chi abita al centro o forse non sa che esiste una norma del codice penale, l’art. 659, che punisce “chi disturba la quiete pubblica mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche”. Senza controlli e senza limiti, si consente alla movida di protrarsi sino a notte fonda e consentire ciò ogni giorno (sino alle due nei feriali e ben oltre nel week end) sino a metà settembre è un vero e proprio abuso ai danni di noi residenti, soprattutto anziani in cerca di riposo». «E che dire poi - aggiungono - delle norme igieniche quasi mai rispettate? Provi il sindaco a fare un giro la mattina seguente per rendersi conto di quante bottiglie e rifiuti vengono lasciati per strada. Ed ancora: i bagni dei locali sono a norma? L’ufficio preposto, prima di dare la licenza, fa gli opportuni sopralluoghi per rendersi conto di come stanno effettivamente le cose? Senza contare - concludono - le frequenti risse che si scatenano tra giovani in preda all’alcol. È così allora che si vuol far rivivere il centro?». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie