Sabato 28 Marzo 2020 | 15:51

NEWS DALLA SEZIONE

a cerano
Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: circa 30 egiziani, tutti con le mascherine

Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: 44 egiziani e iracheni, minorenni, tutti con le mascherine

 
nel brindisino
Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

 
intervengono i vigili del fuoco
Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

 
la protesta
Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano

Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano Lui chiede al governo mascherine e reagenti

 
l'azione
Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

 
L'appello
Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

 
Il caso
Xylella, Coldiretti Puglia: «A Brindisi pronte 605 ordinanze per abbattere ulivi»

Xylella, Coldiretti Puglia: «A Brindisi pronte 605 ordinanze per abbattere ulivi»

 
emergenza
Xylella, pronte 605 ordinanze di abbattimento alberi nel Brindisino

Xylella, pronte 605 ordinanze di abbattimento alberi nel Brindisino

 
controlli
Ostuni, nascondeva fucile e munizioni sotto il materasso: arrestato 41enne incensurato

Ostuni, nascondeva fucile e munizioni sotto il materasso: arrestato 41enne incensurato

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggial'allarme
Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

 
Homeemergenza coronavirus
Bari, volantini-truffaldini affissi nei portoni

Bari, volantini-truffaldini affissi nei portoni

 
Leccel'emergenza
Coronavirus: bloccato in Montenegro, panettiere salentino torna a casa

Coronavirus: bloccato in Montenegro, panettiere salentino torna a casa

 
Potenzail bollettino
Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

 
Tarantol'operazione
Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

 
Potenzaregione basilicata
Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

 
Batemergenza coronavirus
Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

 
Brindisia cerano
Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: circa 30 egiziani, tutti con le mascherine

Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: 44 egiziani e iracheni, minorenni, tutti con le mascherine

 

l'isolamento

S.Pancrazio Salentino, famiglia tornata dalla Cina: «Ecco la nostra quarantena»

«Un dovere morale e civico». Marito e moglie, ingegneri, lavoravano a 1500km da Wuhan

S.Pancrazio Salentino, famiglia tornata dalla Cina: «Ecco la nostra quarantena»

Padre, madre e bimba, residenti nella regione di Wuhan in Cina, sono rientrati e da qualche giorno hanno concluso l’isolamento in quarantena di due settimane. Originari di San Pancrazio i due ingegneri lavoravano stabilmente in Cina. Il periodo di isolamento si è concluso e si scongiura ogni eventualità di virus. “Non è stato facile – dichiara la coppia – soprattutto perché con noi c’è una bambina. Restare segregati nella propria abitazione senza la possibilità di uscire è stato possibile solo grazie all’aiuto della mia famiglia. I miei genitori e mia sorella ci consegnavano le vettovaglie quotidianamente senza entrare in contatto alcuno con noi. Passavano la mattina e lasciavano ciò di cui avevamo bisogno in contenitori usa e getta perché non fosse necessario restituirli”. Una quotidianità durata due settimane che pareva non finire mai. “Questa esperienza ci ha sicuramente temprati. Abbiamo deciso di stare in quarantena volontariamente, non era obbligatorio, ma sentivamo questo dovere morale e civico”.

“In Cina – precisano A. R. e L. Z. – tutto era estremamente controllato e, da quando il Governo ha lanciato il messaggio di quarantena, nessuno è più uscito dalla propria dimora se non con mascherine e guanti. Non si sono generate polemiche perché tutti si sono attenuti al vademecum diramato per il bene collettivo. Le fabbriche in Cina stanno riavviandosi, ma le scuole rimarranno chiuse almeno sino al 20 marzo. Molti dei nostri colleghi italiani sono rientrati e sono già operativi. Noi per ora lavoreremo online e poi si vedrà”. Tanto si sentono di dire i due che vivevano nella regione di Wuhan, ma a 1500 km di distanza dall’epicentro della crisi sanitaria esplosa in Cina. “Un monitoraggio attento della circolazione del virus e la stretta sinergia con la Protezione Civile, le Regioni e le Unità Territoriali, nonché le linee programmatiche ministeriali, costituiscono le misure per evitare una diffusione ulteriore del contagio”.

Così ha dichiarato Susanna Esposito, professore ordinario di Pediatria all’Università di Parma e direttore della Clinica Pediatrica all’Ospedale Pietro Barilla dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma, nonché Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid), la quale evidenzia le misure precauzionali che oggi possono fare la differenza. “Lavarsi ripetutamente le mani riduce il rischio di contagio. È opportuno nei ristoranti non scegliere cibi crudi – carne e pesce nello specifico –. Isolarsi nei propri domicili e chiamare il 118 in caso di sintomi legati all’apparato respiratorio e/o febbre è la prima azione. Il nostro sistema sanitario è organizzato in maniera effettiva ed efficiente per far fronte a questa emergenza”. La professoressa Esposito che nel 2016 ha identificato un Coronavirus HKU1 in un lattante mai stato in Cina afferma che “adesso bisogna chiarire se i virus sono di effettiva importazione dalla Cina o se sono nati nel nostro Paese, in quanto questi tipi di virus vanno incontro a mutazioni, creando nuovi ceppi virali”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie