Martedì 26 Maggio 2020 | 23:45

NEWS DALLA SEZIONE

Ambiente
Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

 
Sanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
L'incontro
Petrolchimico di Brindisi, il sindaco avverte: «Picchi di cancerogeni»

Petrolchimico di Brindisi, il sindaco avverte: «Picchi di cancerogeni»

 
In volo
Brindisi, nell'aeroporto atterra uno degli aerei più grandi del mondo

Brindisi, nell'aeroporto atterra uno degli aerei più grandi del mondo

 
Fase 2
Brindisi, movida poco rispettosa: sindaco pronto a chiusura a mezzanotte

Brindisi, movida poco rispettosa: sindaco pronto a chiusura a mezzanotte

 
Il caso
Impianto Versalis

Brindisi, Versalis presenta ricorso al Tar

 
Nel brindisino
Valle d’itria: lupi nei pressi di masserie, razzia di pecore e asini

Valle d’Itria, lupi nei pressi delle masserie: razzia di pecore e asini

 
Il caso
Francavilla Fontana, picchiava l'anziana che accudiva: arrestata badante

Francavilla Fontana, picchiava l'anziana che accudiva: arrestata badante

 
L'iniziativa
1° Comprensivo De Amicis Milizia

Oria, una lezione di giornalismo in video-conferenza

 
Il personaggio
Albano Carrisi

Cellino San Marco, al compleanno di Al Bano anche le torte sono separate

 

Il Biancorosso

Calcio
L’ultima incornata dello Zar Maiellaro. «De Laurentiis, spingi il Bari in serie A»

L’ultima incornata dello Zar Maiellaro: «De Laurentiis, spingi il Bari in serie A»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barimobilità sostenibile
Bari, presentato il piano «Open Space» con piste ciclabili e piste per show

Bari, presentato il piano «Open Space» con piste ciclabili e piste per show

 
TarantoLa tragedia
Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

 
LecceLa decisione
Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

 
Foggiafase 2
Più controlli anti-movida e stop a sagre e feste nel Foggiano: la richiesta del prefetto

Controlli anti-movida e stop a sagre e feste nel Foggiano: le richieste del prefetto

 
Materadalla polizia
Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

 
Potenzanel Potentino
Venosa, nell’ex ghetto di Boreano sorgerà un moderno centro di accoglienza migranti

Venosa, nell’ex ghetto di Boreano sorgerà un moderno centro di accoglienza migranti

 
Batil grande accusatore
Sistema Trani, chiesto il giudizio per D’Introno

Trani, giustizia svenduta: «D'Introno non è una vittima, deve essere processato»

 
BrindisiAmbiente
Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

 

i più letti

nel Brindisino

Fasano, rogo distrugge centro cottura Ladisa: prepara pasti per scuole fasanesi e di Martina

Si indaga sulle cause dell'incendio. L'azienda ha garantito la regolarità dei pasti nei comuni serviti dall'impianto

vigili del fuoco

Un incendio ha distrutto a Fasano il centro cottura di proprietà della Ladisa, la holding della ristorazione che ha sede a Bari e  opera in tutta Italia. Le fiamme sono partite da una Fiat Panda di proprietà di un anziano, parcheggiata davanti al locale, e si sono propagate all'interno del centro attraverso le feritoie della saracinesca. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno concluso le operazioni di spegnimento solo poco dopo l'alba. 

Il proprietario dell'euto è anche il proprietario del locale che ospita il centro cottura nel quale vengono preparate circa 2mila pasti, per le scuole di Fasano (1100) e Martina Franca (circa 900). Le fiamme hanno danneggiato l'auto e hanno lambito anche il balcone di un'abitazione sovrastante il centro cottura che è stata temporaneamente sgomberata.

Sulla cause dell'incendio, per ora, solo ipotesi anche se sembra farsi strada quella di un atto doloso. Sul posto sono stati eseguiti rilievi da parte dei Carabinieri. Non è da escludere, infatti, che l'auto (alimentata con Gpl) abbia rappresentato il detonatore che ha fatto divampare le fiamme all'interno del locale.

L'azienda di ristorazione avrebbe fatto sapere alle due amministrazioni comunali interessati di poter garantire il servizio attraverso impianti di emergenza nelle vicinanze. I danni sono ingenti e per ripristinare il centro cottura saranno necessari corposi interventi di ristrutturazione.

Come detto, Ladisa si occupa anche del servizio di refezione scolastica a Martina Franca dove è in atto un contenzioso amministrativo con il Comune per la nuova gara bandita e che vede - al momento - un unico partecipante, una azienda calabrese la Siarc. Il 1 agosto scorso il Tar Lecce - dopo un ricorso di Ladisa - aveva disposto con un decreto monocratico la sospensione del provvedimento dirigenziale di indizione della gara datato 2 luglio.

Il decreto, tuttavia, non è stato confermato nell'udienza di metà settembre, in cui si è costituita anche la Siarc unica ditta che ha presentato la sua offerta nonostante la sospensione della procedura, e il ricorso cautelare è stato respinto. Al centro del contenzioso l'obbligo per le ditte interessate alla gara di detenere un centro cottura nel Comune di Martina Franca e di realizzarlo in 15 giorni. Circostanza che, almeno in sede cautelare, il Tar ha ritenuto legittima, salvo eventuali decisioni del Consiglio di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie