Martedì 22 Settembre 2020 | 20:03

NEWS DALLA SEZIONE

In 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
Controlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 
Il caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 
Malavita
Francavilla, la casa bazar delle droghe

Francavilla, scoperta casa «bazar» delle droghe: 4 in manette

 
nel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
Ambiente
Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline Indagano i Cc Forestali

Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline: indagano i Cc Forestali

 
L'evento
Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

 
Originari del Napoletano
Si fingevano carabinieri e avvocati e truffavano anziani nel Brindisino: 6 arresti

Si fingevano carabinieri e avvocati e truffavano anziani nel Brindisino: 6 arresti

 
Controlli dei CC
Erchie, apre bar abusivo in un garage: multato 49enne titolare di reddito di cittadinanza

Erchie, apre bar abusivo in un garage: multato 49enne titolare di reddito di cittadinanza

 
Sanità
Cisternino, consegnati i lavori e aperta la Casa della Salute

Cisternino, consegnati i lavori e aperta la Casa della Salute

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

A San Pancrazio Salentino

Brindisi, il «maestro» dei barbieri lascia dopo quasi mezzo secolo

Con 47 anni di carriera alle spalle ha insegnato il mestiere a diverse generazioni

Spaccio di eroina all’ombra del cimitero: operaio in cella

BRINDISI - Quarantasette anni di mestiere: era un’altra epoca! Ci si sentirebbe rispondere così se si dicesse che qualcuno va in pensione avendo accumulato così tanti anni di esperienza svolgendo sempre lo stesso mestiere. In realtà in paese è un po’ difficile abituarsi a vedere le saracinesche abbassate da Antonio Donato. Questa “bottega”, nata quando il mestiere si identificava con la parola “barbiere”, ha cambiato varie sedi per poi diventare particolarmente gettonata nella sede recente – gli ultimi trentasette anni – a ridosso della piazza principale. Antonio Donato ha trascorso una vita tra forbici e specchi. Non solo. La famiglia ne ha risentito per anni perché Antonio Donato dedicava la maggior parte della giornata a lavorare, dividendosi tra lo studio e Il Centro Salentino Acconciatori, una prestigiosa scuola a Lecce dove insegnava ai più giovani. E oggi, dopo quarantasette anni di amato lavoro, è quasi impensabile non trovarlo disponibile, perché è così che accade quando un mestiere diventa così parte integrante della persona, tanto da renderla insostituibile. “E’ in effetti inconcepibile accogliere questa nuova fase della vita in cui non ci si abitua ad andare in pensione, ma non mancano le attestazioni di stima da parte di amici e conoscenti che mi vorrebbero nuovamente all’opera”.

Con queste parole tratteggia la sua condizione di pensionato. Antonio Donato di colpi di testa non ne ha avuti mai, ma ha sempre puntato a valorizzare i lineamenti del viso conformemente al taglio. Si chiude un capitolo insomma, ma la sua eredità più grande si rintraccia negli insegnamenti passati alla nuova generazione di barbieri da lui direttamente formati, tra cui Roberto Muscogiuri, Giovanni Piccione, Angelo Ciccarese e Gianni Carrino. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie