Domenica 24 Febbraio 2019 | 05:44

NEWS DALLA SEZIONE

San Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
La polemica
Fasano, tassa di soggiorno tutto l'anno: guerra Comune-albergatori

Fasano, tassa di soggiorno tutto l'anno: guerra Comune-albergatori

 
Furto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
No all'omofobia a scuola
Brindisi, Emiliano si commuove tra i ragazzi che hanno difeso amico gay: «Orgoglioso di voi»

Brindisi, Emiliano si commuove tra i ragazzi che hanno difeso amico gay: «Orgoglioso di voi»

 
A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili VD

 
l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

Punta del Serrone

Eternit e plastica killer: 3 tartarughe morte nel Brindisino

Raccolti 228 enormi sacchi dai volontari, ma l'operazione sarà ripetuta

Eternit e plastica killer: 3 tartarughe morte nel Brindisino

foto Matulli

Una distesa infinita di plastica, tartarughe morte e rifiuti a valanga, eternit compreso.

È lo scempio che in tanti hanno provato ad arginare ieri mattina ritrovandosi alla Torre di Punta Penne per ripulire il tratto di costa attorno al tratto di scogliera compreso nel parco comunale di Punta del Serrone. Appuntamento alle 9 quello dato dalle associazioni WWF Brindisi, No al Carbone, Fare Verde, Gli amici di Snoopy a cui hanno aderito tanti volontari, famiglie e bambini, oltre che cinque consiglieri comunali di diversi schieramenti di Brindisi ed uno di Francavilla Fontana per un totale di sessanta partecipanti registrati ed altri. Una lotta impari quella a cui, nonostante il grande impegno e la generosità, i volontari si sono prestati, prendendo amaramente atto dello scempio che si consuma quotidianamente a causa della scelleratezza umana. Il nemico numero uno resta la plastica in tutte le forme: dai sacchetti alle bottiglie, dalle cassette al polistirolo alle reti, fino alle buste che sono il killer numero uno delle tartarughe marine. Solo ieri mattina sono state tre le carcasse ritrovate dai volontari: «La frequenza di questi rinvenimenti - ha spiegato Alessandro Barba - è sempre maggiore. La plastica in mare è una delle cause principali della strage di Caretta caretta. Le tartarughe scambiano le buste per meduse di cui sono ghiotte e finiscono per morire soffocate». 

La plastica pur essendo l’inquinante più diffuso non era il solo purtroppo: «Abbiamo trovato anche - precisa Giovanni Ricupero referente del WWF - tante scarpe, giocattoli, sedie e persino una caffettiera. Purtroppo c’erano anche tre tartarughe marine morte e 5 siringhe. Possiamo dire che il 99% dei rifiuti trovati arrivano dal mare». Tra i rifiuti più pericolosi sono stati individuati anche dei frammenti di eternit, la cui presenza è stata tempestivamente segnalata dalla consigliera comunale Anna Lucia Portolano (Brindisi Bene Comune) al dirigente e all’assessore all’Ambiente del Comune di Brindisi. Tra i volontari anche diversi cittadini stranieri tra cui Eden, una ragazza etiope che si è unita al gruppo assieme a Livia Dell’Anna (consigliera comunale di Ora tocca a Noi).

Complessivamente, nell’arco di circa 3 ore e mezzo sono stati raccolti 228 sacchi grandi di rifiuti. «La mole di rifiuti è tale - conclude Ricupero - che su richiesta degli stessi presenti abbiamo convenuto di ripetere l’evento nelle prossime settimane, per cercare di completare il lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400