Venerdì 24 Gennaio 2020 | 22:04

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 
Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Operazione della Polizia
Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

 
Nel Brindisino
Fasano, ha il divieto di avvicinamento e incendia auto degli amici dell'ex compagna: arrestato

Fasano, incendiava auto degli amici dell'ex compagna: arrestato stalker

 
sulla ss 379
Auto esce fuori strada e finisce contro alberi nel Brindisino: grave 18enne di Ostuni

Ostuni, auto finisce fuori strada e si schianta contro alberi: grave 18enne

 
Intimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
Nel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa Terra vista dal Carnevale
Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente

Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente VD

 
LecceLa decisione
La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

 
FoggiaL'incidente
Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

 
PotenzaProduzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Violenza domestica

Carovigno, voleva i soldi per la droga: pesta madre e sorella, in manette

Pretendeva dai congiunti soldi e auto per rifornirsi di droga: ha anche rotto il vetro della macchina per convincere le donne ad assecondare le sue richieste. Tempestivo intervento dei militi: accuse di estorsione, maltrattamenti e resistenza a pubblico ufficiale

Violenza di genere, un milionedi finanziamento dalla Regione

BRINDISI - Pretendeva dai genitori i soldi per comprarsi la droga e dalla sorella l’auto con cui avrebbe raggiunto Taranto per approvvigionarsi di sostanza stupefacente. Di fronte al rifiuto dei familiari di dargli quello che voleva, Alessandro Di Latte, 38 anni, carovignese, è diventato una furia. Neanche i carabinieri, il cui intervento è stato sollecitato dai familiari del 38enne, sono riusciti a riportarlo alla calma. Non gradendo quella che, a suo giudizio, era una indebita intromissione dei militari dell’Arma in una sua faccenda personale, Di Latte ha prima schiaffeggiato la sorella dinanzi ai carabinieri e poi ha spinto la madre, che è andata a sbattere contro l’auto di servizio dei militari dell’Arma. I militi sono immediatamente intervenuti in difesa della donna e, di tutta risposta, il 38enne si è avventato contro uno dei carabinieri e, spintonandolo, gli ha fatto perdere l’equilibrio. A quel punto i militi lo hanno bloccato e condotto negli uffici dell’Arma. Dalla caserma Alessandro Di Latte è uscito per essere condotto nel carcere di Brindisi. E’ accusato di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti sono accaduti l’altra notte in contrada Bosco, a Carovigno, dove è ubicata l’abitazione della famiglia Di Latte. Nel cuore della notte alla centrale operativa della compagnia CC di San Vito dei Normanni è arrivata la richiesta di intervento per un violento litigio in corso in una casa. L’operatore che ha risposto alla telefonata ha inviato sul posto la gazzella del nucleo operativo e radiomobile. I carabinieri sanno bene che in questi frangenti l’immediatezza dell’intervento delle forze dell’ordine può scongiurare che le cose degenerino ulteriormente e, di conseguenza, dopo la telefonata al 112, il numero di pronto intervento dell’Arma, la pattuglia è letteralmente corsa in contrada Bosco. Quando i militi sono giunti sul posto i familiari di Alessandro Di Latte hanno raccontato loro che avevano richiesto l’intervento dei carabinieri perché erano preoccupati per il comportamento del loro congiunto. Di fronte al loro rifiuto di dargli i soldi, che gli occorrevano per comprare la droga, e l’auto per raggiungere Taranto (una delle piazze più gettonate dai consumatori di eroina), il 38enne era andato su tutte le furie. Ogni tentativo di riportare alla calma il giovane è stato inutile, anzi ha finito con il peggiorare ulteriormente la situazione. Preso atto di questo e dell’aggressione, compiuta dinanzi ai carabinieri, in danno della madre e della sorella e di uno dei carabinieri, ai militari dell’Arma non è restato altro da fare che arrestare, in flagranza di reato, il 38enne e condurlo in caserma. La notte di straordinaria follia di Alessandro Di Latte si è conclusa con il suo ingresso nella casa circondariale di via Appia, a Brindisi, dove il 38enne resterà almeno sino all’udienza di convalida del provvedimento restrittivo adottato a suo carico dai carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie