Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 08:46

NEWS DALLA SEZIONE

A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BariInaugura il 21 febbraio
Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

 
TarantoAl Teatro Fusco
La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

Mille euro per rivelare segreti

Brindisi, poliziotto in affari con i clan

Spaccio, minacce e quant’altro: in manette anche un poliziotto brindisino Roberto D’Agnano, indicato come «Robertino madama», assistente capo del commissariato Comasina

Brindisi, poliziotto in affari con i clan

BRINDISI - Spaccio, minacce e quant’altro: in manette anche un poliziotto brindisino Roberto D’Agnano, indicato come «Robertino madama», assistente capo del commissariato Comasina. Altri due agenti risultano indagati. Su D’Agnano le voci in quartiere girano da tempo. Le raccolgono due poliziotti dello stesso commissariato che già nel 2015 inviano una nota riservata all’autorità giudiziaria. Si legge: “Tale Roby, Roberto, Robertino il madama che fornirebbe notizie sulla presenza delle forze dell’ordine su eventuali operazioni e frequenterebbe la carrozzeria Ambrocar di Novate Milanese di proprietà e luogo d’incontro di tutti i grossi spacciatori ed ex fuoriusciti della banda di Pepè Flachi” e anche di nomi illustri come Gaetano Fidanzati, nipote del boss di Cosa nostra. La carrozzeria si trova in via Boito a Novate. Pochi mesi fa è stata oggetto di un raid armato. Una decine di persone tutte incappucciate hanno aggredito il nuovo titolare Massimiliano Toscano e non hanno rubato nulla. Regolamento di conti.

Nel marzo 2015 c’è un fatto: uno spacciatore viene fermato, nel piazzale del commissariato, prima di entrare, nota un pregiudicato parlare in modo amichevole con un ispettore. Si ferma e agli agenti dice: “Vi sembra normale che un vostro collega esca con la propria auto insieme a un pregiudicato di quel calibro? Qui dentro mi sa che siete gli unici che fanno i poliziotti, qui da voi c’è chi ha tre case, macchine e moto, e non vi dico altro, non voglio fare l’infame, se volete vedere con i vostri occhi fatevi un giro al “Sia Cafè” (locale milanese della zona Bicocca) la sera, in particolare, il giovedì e capirete quello che vi sto dicendo, per il resto non posso dire altro perché non sono una spia ma qui ci sono i vostri colleghi corrotti, indagate ”.

Radio crimine fa arrivare la voce che in commissariato i poliziotti corrotti sono addirittura quattro ma nell’indagine resta solo Roberto D’Agnano. Al poliziotto brindisino finiva in tasca un stipendio da mille euro al mese per agevolare la piazza di spaccio, ma anche cene pagate. Il tenore di vita tenuto dal poliziotto è sempre stato molto alto, tra porsche, moto di grande cilindrata, e migliaia di euro persi al gioco: secondo le accuse.

Fondamentale - sempre secondo gli inquirenti - l’appoggio di D’Agnano. Addirittura avrebbe avuto interessi nei night. “La moglie di D’Agnano - è scritto nell’ordinanza - lavora come barista al night Extasia di Largo Augusto e che D’Agnano la sera va al night ad arrotondare lo stipendio facendo come secondo lavoro il buttafuori, per circa 100 euro a serata”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400