Lunedì 08 Agosto 2022 | 15:01

In Puglia e Basilicata

Inchiesta della Gdf

Case popolari a Brindisi, falsi redditi
per pagare affitti bassi: 67 indagati

Case popolari a Brindisi, falsi redditiper pagare affitti bassi: 67 indagati

Case di edilizia residenziale pubblica (archivio)

Ingannata l'Agenzia regionale della casa che ha incassato 400mila euro in meno (gli inquilini hanno pagato solo 84mila euro)

29 Giugno 2018

Redazione on line

Militari della Guardia di finanza di Ostuni (Brindisi) hanno individuato 67 soggetti che, al fine di beneficiare delle agevolazioni previste per la determinazione del canone di locazione individuale degli alloggi destinati all'edilizia pubblica residenziale, avrebbero fornito false dichiarazioni sui propri redditi personali, ottenendo così una indebita riduzione del canone di locazione dovuto.

La dichiarazione avrebbe così tratto in inganno l’Agenzia Regionale per la casa e l’Abitare Nord Salento (Arca), mediante la sottoscrizione di autocertificazioni, le riduzioni sui canoni sarebbero partite nel gennaio 2017.

Complessivamente l’attività di riscontro ha permesso di rilevare che, per gli anni 2017 e 2018, a fronte di un ammontare pari a 484.000 euro relativo ai canoni di locazione che dovevano effettivamente essere corrisposti, i beneficiari avrebbero corrisposto 84.000 euro facendo così registrare un illecito risparmio ed un mancato introito nelle casse dell'Agenzia di 400 mila euro.

Tutti i 67 soggetti sono stati denunciati per reati di falso in atto pubblico e segnalati all'Arca per il recupero delle somme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725