Mercoledì 24 Aprile 2019 | 11:48

NEWS DALLA SEZIONE

Sventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
La denuncia
Brindisi, si faceva inviare video hard da sua allieva di 12 anni

Brindisi, si faceva inviare video hard da sua allieva di 12 anni

 
Vento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
L'ordinanza
Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

 
Molestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
I controlli su strada
S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

 
Stalking
Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

 
Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
LecceTap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
BariApprovato dal Ministero
Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

 
BrindisiSventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

ceglie

La «Casa degli orti»
abbandonata all’incuria

Un luogo di riscatto sociale sotto le erbacce

La «Casa degli orti» abbandonata all’incuria

di Adele Galetta

ceglie messapicaErba alta, incolta ed incuria, visibile dalla zona dedicata alla coltivazione di alcuni ortaggi, al piazzale, passando per la vigna, fino alla zona retrostante: è l’immagine triste che attualmente offre «La casa degli orti», ossia la struttura confiscata alla mafia ed ubicata in via Cisternino (in contrada Epifani) dove, nel giugno del 2016, fu inaugurato il Progetto sociale di orto terapia.

La struttura, come visibile dalle foto, vive in stato di abbandono. Tutti i terreni che circondano la casa sono ricoperti e «asfissiati» da erba selvatica, pericolosamente alta, tanto da rendere, completamente, non visibile la vigna la cui uva avrebbe dovuto, così come da progetto iniziale, contribuire alla produzione del vino degli Orti Urbani. Erbacce infestano il piazzale dove, in molte parti, la pavimentazione risulta sconnessa e sempre erba alta si può vedere nella zona posta alle spalle dell’abitazione, dove porte e finestre sono murate, e dove si trova una piccola serra. Nella cuccia del cane è presente una ciotola capovolta e sporca.

Il paesaggio non è degno degli obiettivi per i quali quel luogo è nato: attività di orticultura e floricultura che avevano lo scopo di migliorare le condizioni psicofisiche e sociali di pazienti affetti da disabilità, malattie e traumi. Erba alta, sporcizia e non curanza hanno sostituito il bel vedere di un luogo dove, più di un anno fa, i ragazzi seguiti dalla Cooperativa sociale «L’infinito Raggio» di Villa Castelli, vincitore del bando, avevano già seminato legumi, ortaggi e la vigna, seguendone, per alcune ore la settimana, tutti i processi di crescita e cura. Della struttura, con risorse del GAL e comunali, furono recuperate alcune parti, ovvero un garage nella zona anteriore e un vano nella zona posteriore. Il progetto di orto terapia aveva la durata di 12 mesi. Quello che doveva essere il luogo del riscatto sociale, vista la storia che lo caratterizzava e visto l’importante progetto di rinascita umana, oggi è chiusa e versa in uno stato di abbandono, come documentano le foto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400