Giovedì 18 Aprile 2019 | 14:26

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
LecceNel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Il caso

Andria, riprende la mensa
ma la ditta dà l'ultimatum

Lunedì riprende il servizio ma l'azienda chiede che il Comune paghi gli arretrati

Trani, in arrivo la garasulla refezione scolastica

MARILENA PASTORE

ANDRIA - «Assicuro tutti che il servizio mensa sarà regolarmente svolto alla ripresa delle attività scolastiche il prossimo lunedì 8 gennaio. Dopo un rapido, ma utile, confronto con la ditta che fornisce il servizio è stata scongiurata ogni ipotesi di sospensione. Con la ditta abbiamo quindi trovato l’accordo nell’interesse esclusivo dell’utenza delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie e per l’asilo nido comunale. Ancora una volta assistiamo alla strumentalizzazione dei fatti realmente accaduti senza conoscere però l’esatto stato delle cose».

L’assessore comunale alla pubblica istruzione Paola Albo parla di strumentalizzazione politica all’indomani della notizia della volontà di sospensione del servizio mensa nelle scuole di tutti gli ordini e grado in cui è attivo (con sospensione anche dei relativi rapporti di lavoro) da parte della ditta incaricata, visto il forte credito che l’azienda vanta nei confronti dell’ente comunale. La vicenda era stata riportata dal consigliere Cinque Stelle Pietro Di Pilato. «Sono vicissitudini che possono accadere – aveva spiegato l’assessore ai giornalisti riferendosi al ritardo nel pagamento del servizio da parte dell’ente pubblico – ma quando c’è volontà di trovare un accordo lo si trova, con disponibilità, professionalità e serietà come accaduto con la ditta Pastore».

L’azienda, infatti, vanta un credito pari ad un’intera annualità (2017): essa, nonostante i numerosi solleciti come riportato in una lettera inviata ai suoi dipendenti per spiegare le ragioni della sospensione del servizio, aveva espletato il servizio in maniera regolare e puntuale. Aveva chiesto al comune di ottenere il pagamento anche parziale del debito al fine di alleggerire l’esoso peso ricaduto interamente sulle spalle dell’azienda che, però, ad un certo punto non ha retto più. Risponde al vero la notizia del raggiunto accordo con la ditta in data 4 gennaio. Tuttavia nella stessa data la ditta Pastore, con una missiva firmata dall’amministratore unico, indirizzata al sindaco Giorgino, all’assessore alla Pubblica istruzione ed all’assessore alle Risorse finanziarie (delega tenuta dallo stesso sindaco), nonché al segretario generale, fa sapere che «preso atto dell’impegno dell’ente a pagare la somma di 182mila.409 euro entro il 15 gennaio e a calendarizzare i successivi pagamenti relativi al debito residuo, comunichiamo che il servizio sarà regolarmente avviato il giorno 8 gennaio 2018. Precisiamo che laddove non dovessero essere rispettati gli impegni assunti, saremo costretti nostro malgrado a sospendere il servizio a far data dal 22 gennaio 2018 senza ulteriori preavvisi».

Si resta in attesa, a questo punto, di capire come potrà essere rimodulato il servizio e il suo costo già dal prossimo anno scolastico, così come deciso dal consiglio comunale il 4 dicembre scorso, dopo la decisione della giunta comunale di sospenderlo ma poi rientrata con la decisione all’unanimità dell’assise comunale a seguito delle vibranti proteste dei genitori, delle associazioni e della consulta cittadina, nonché dei lavoratori direttamente interessati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400