Mercoledì 08 Luglio 2020 | 13:47

NEWS DALLA SEZIONE

nella bat
Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

 
La sentenza
Trani, assolto 4 volte dipendnte comunale: risarcito con 30mila euro

Trani, assolto 4 volte dipendente comunale: risarcito con 30mila euro

 
per i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
tecnologia
Barletta, il colosso Arè «rivive» in 3d

Barletta, il colosso Arè «rivive» in 3d

 
nella bat
Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

 
Amministrative
Andria, Marmo corre da solo e rispolvera la civica di Tatarella

Andria, Marmo corre da solo e rispolvera la civica di Tatarella

 
Amministrative
Andria, Centrosinistra compatto con Giovanna Bruno

Andria, centrosinistra compatto con Giovanna Bruno

 
nel nordbarese
Mafia, droga e armi: sgominata banda a Trinitapoli, 12 misure cautelari

Mafia, droga e armi: sgominata banda a Trinitapoli,12 arresti VD

 
Il processo
Giustizia svendita a Trani, parla il carabiniere da cui partirono le indagini

Giustizia svendita a Trani, parla il carabiniere da cui partirono le indagini

 
«Sistema Trani»
Lecce, processo ai giudici .«Così nacque l’inchiesta»

Giustizia svenduta: processo ai magistrati, Nardi ai domiciliari a casa della madre

 

Il Biancorosso

Serie C
Manuel Scavone

Bari, tanti uomini-spareggio: l'ultimo miglio non fa paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantointervenuta la polizia
Taranto, accecato dalla gelosia accoltella amico dell'ex moglie: arrestato

Taranto, accecato dalla gelosia accoltella amico dell'ex moglie: arrestato

 
Brindisinel Brindisino
Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

 
Barisharing-mobility
Bari, trovati i due monopattini rubati: uno era al Cara, a Palese, l'altro in un capannone

Bari, trovati i due monopattini rubati: uno era al Cara, a Palese, l'altro in un capannone

 
Foggiasulla a14
Foggia, tir si ribalta in autostrada e prende fuoco: morto il conducente

Foggia, tir si ribalta in autostrada e prende fuoco: morto il conducente

 
BatLa sentenza
Trani, assolto 4 volte dipendnte comunale: risarcito con 30mila euro

Trani, assolto 4 volte dipendente comunale: risarcito con 30mila euro

 
LecceSanità
Asl Lecce, bilancio in rosso: c'è una perdita di 19 milioni

Asl Lecce, bilancio in rosso: c'è una perdita di 19 milioni

 
MateraLa battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 
Potenzail caso
Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

 

i più letti

LA PROTESTA

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Gli ambulanti non condividono l’alternanza e la ridefinizione dei posteggi, predisposta a garanzia e rispetto delle misure anti Covid-19

Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

via Ludovico Ariosto senza il mercato del sabato

BARLETTA - Anche ieri non si è svolto il mercato settimanale a Borgovilla a causa dell’astensione degli ambulanti del settore non alimentare. Nessuna bancarella su largo Ariosto e vie adiacenti, mentre su via Rossini e via Bellini si è svolto il mercato del settore alimentare. Come l’altro sabato, anche ieri un gruppo di operatori si è radunato su Largo Ariosto per spiegare i motivi della protesta. Gli ambulanti non condividono l’apertura a settimane alterne e la ridefinizione dei posteggi, ritenuta a garanzia e rispetto delle misure anti Covid-19 e, di conseguenza, hanno ribadito la richiesta di riaprire contestualmente in condizioni normali e di sicurezza. A dire dei commercianti, la decisione di non aprire le bancarelle ieri è stata assunta per solidarietà verso gli operatori che la scorsa settimana non hanno aperto. Inoltre hanno aggiunto e sottolineato che la non apertura è motivata dal fatto che l’Amministrazione comunale ha inteso sdoppiare il mercato settimanale, rendendolo quindicinale. Per loro, una circostanza inaccettabile.

CASAMBULANTI - L’organizzazione sindacale di categoria è intervenuta con un comunicato di Savino Montaruli. Che attacca: «A Barletta non passa la scelta polisindacale di dividere la frequenza settimanale del mercato del sabato. Non passa la scelta sostenuta in modo autoreferenziale anche da Confcommercio e da Confesercenti, dalla quale i concessionari di posteggio nel mercato del sabato hanno preso apertamente le distanze, non condividendola. Una scelta che ha innescato un conflitto sociale che solo grazie all’intervento sindacale delle primarie associazioni di categoria Casambulanti, Unibat, Ana, Cna, Batcommercio2010 ha evitato ulteriori conseguenze. Una battaglia sindacale pulita, ordinata, onesta e combattuta con orgoglio sul campo».

Montaruli si dice «orgoglioso della riuscita di un’iniziativa di altissimo valore sindacale, storica. A Barletta gli ambulanti hanno dimostrato maturità, senso di appartenenza e soprattutto capacità di difendere fino in fondo il proprio diritto al lavoro, senza limitazioni rigettando violazioni di legge e soprusi. Non passa dunque quella decisione autocratica e dispotica di un’amministrazione comunale che deve ammettere di aver sbagliato ad operare senza il minimo coinvolgimento della categoria e delle loro associazioni di rappresentanza vera, reale e non fittizia». «Oggi – sostiene Montaruli – è tempo di guardare avanti quindi il sindaco abbandoni pregiudizi e condizionamenti, ci convochi sin dal 3 giugno ed insieme riorganizziamo la ripartenza globale del mercato del sabato a Barletta. Qui non ha vinto nessuno. Ha prevalso solo la consapevolezza che non è più tempo di chiudersi in stanze blindate avvalendosi di silenti compiacenze».

«Questo - conclude Montaruli - è il tempo della collaborazione, del confronto sereno ma costruttivo, competente e incondizionato. Noi ci siamo sempre stati, sul campo a combattere e sempre mettendoci la faccia. Se anche gli invisibili vogliano prendere atto di quanto accaduto allora si facciano avanti. Sanno dove trovarci. Attendiamo la convocazione del sindaco».

ASSOIMPRESE - Sulla vicenda è intervenuto anche Franco Filannino di Assoimprese con un messaggio inviato a Montaruli: «Caro Savino, a titolo personale e di Assoimporese Barletta, ti esprimo apprezzamento e solidarietà per gli impegni che stai manifestando, unitamente alle categorie degli operatori penalizzati e soggiogati da logiche incomprensibili. Un plauso agli stessi operatori che con il loro gesto odierno hanno voluto confermare che con la solidarietà e l’unità si ottengono i migliori risultati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie