Giovedì 25 Febbraio 2021 | 12:19

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Il caso
Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

 
la polemica
Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

 
Nella Bat
Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferita guardia giurata

Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferite una guardia giurata

 
La sentenza d'appello
Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

 
La fiction
Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

 
sicurezza urbana
Barletta, ripristinata viabilità in via Buonarroti: nessun intralcio più per i Vigili del fuoco

Barletta, ripristinata viabilità in via Buonarroti: nessun intralcio più per i Vigili del fuoco

 
L'emergenza
Vaccini anti Covid nella BAT: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni»

Vaccini anti Covid nella BAT: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni»

 
controlli della Ps
Barletta, nascondeva marijuana e cocaina in un armadio in casa: arrestato 45enne

Barletta, nascondeva marijuana e cocaina in un armadio in casa: arrestato 45enne

 
le indagini
Barletta, sparò a 21enne per vendicare accoltellamento: arrestato 26enne

Barletta, sparò a 21enne per vendicare accoltellamento: arrestato 26enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoguardia di finanza
Truffa gasolio a Taranto; sequestrati 2 mln di beni a 5 imprese

Truffa gasolio a Taranto; sequestrati 2 mln di beni a 5 imprese

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Barinel Barese
Gravina, fidanzamento osteggiato dalle famiglie sfocia in una rissa in strada: 4 arresti

Gravina, fidanzamento osteggiato dalle famiglie sfocia in una rissa in strada: 4 arresti

 
FoggiaI fatti a settembre
Foggia, tabaccaio ucciso durante rapina: 5 persone arrestate dopo 5 mesi

Foggia, tabaccaio ucciso in rapina: 5 persone arrestate dopo 5 mesi, anche un minore VD

 
MateraIl virus
Covid 19, virus dilaga a Montescaglioso: coprifuoco anticipato alle 20

Covid 19, virus dilaga a Montescaglioso: coprifuoco anticipato alle 20

 
LecceL'incidente
Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

gioia e commozione

Barletta, parla la mamma che ha partorito in strada: «Mia figlia ha rispettato perfettamente la fase 2»

Le doglie improvvise, già nell'ascensore di via Togliatti: così comincia la storia della nascita di Gaia Maria

Barletta, parla la mamma che ha partorito in strada: «Mia figlia ha rispettato perfettamente la fase 2»

«Mia figlia ha rispettato in maniera perfetta la fase due. Un tempismo perfetto».
È felice mamma Marta quando risponde al cronista e raccontala nascita della sua secondogenita. Un evento tanto speciale quanto insolito. Con gli occhi accarezza la sua Gaia Maria, un meraviglioso scricciolo di 3 chili e 800 grammi per 53 centimetri di altezza, ritornando con la mente e il cuore «a momenti indimenticabili».
Parto naturale? Niente affatto. Tutt’altro. Ben altro. Rigorosamente stradale. Sì avete letto bene per strada. Proprio così. E farlo in tempo di coronavirus è ancor più emozionante. Per tanti motivi. A partire dalla speranza di una vita nuova. In tutti i sensi.

Ieri mattina a scrivere questa meravigliosa pagina di vita che sboccia è stata la stupenda Gaia Maria.
Le fasi, a dir poco concitate, della sua venuta al mondo in realtà erano già iniziate nell’ascensore di casa in via Togliatti quando, poco prima delle 8, mamma Marta con papà Paolo si precipitavano per recarsi al «Mons. Raffaele Dimiccoli» per il parto.
Ma così non è stato.
La prima «forte contrazione» proprio lì. Poi la seconda ancor più forte sul marciapiede. A quel punto la sua forza vitale le ha permesso di vedere la luce ai bordi della strada tra due macchine.

Paolo Monaco, medico che frequenta il corso di formazione in medicina generale e già tirocinante al «Mons. Dimiccoli», ha gestito tutto con freddezza e professionalità, sotto lo sguardo incredulo dei passanti.
La macchina della solidarietà è scattata immediatamente con l’arrivo di carta assorbente, disinfettante e acqua per le prime esigenze. Marta, perfetta nel gestire il momento della nascita, è stata super brava. Un modello.
Intanto i passanti hanno immediatamente chiamato il 118 e sono giunte due ambulanze.
Su una è salita la bimba con il papà. Sull’altra la mamma.
Più forte delle sirene, a quel punto, è stato l’applauso di tutti. Anche dai balconi. Più di qualcuno ha pianto di gioia.
In un battibaleno tutti nel reparto di ginecologia ed ostetricia del «Mons. Raffaele Dimiccoli» dove sono state completate le operazioni del parto.

«Non avrei mai pensato ad una cosa del genere - ha continuato Marta durante l’intervista -. Sopratutto se raffronto questo momento a quando nacque due anni fa il nostro primo figlio Sirio». Poi, prima di congedare il cronista e allattando la piccola, sospirando ha aggiunto: «È stato meraviglioso». «Da medico sapevo di queste evenienze ma francamente non avevo mai immaginato che potessero accadere a me», ha detto papà Paolo al telefono.
Insomma, questa famiglia di Orsara di Puglia, attualmente nella città della Disfida per esigenze lavorative del papà, non dimenticherà mai la prima giornata della Fase due.
L’infermiera del 118 Matilda Muhaj - albanese di nascita da venti anni a Barletta - che ha tagliato il cordone ombelicale, roteando il caleidoscopio delle emozioni, sottolinea: «Ho vissuto una felicità incredibile, che porterò per sempre nel mio cuore».

«Le condizioni della donna e della bambina sono molto buone», dice Michele Ardito, direttore della reparto di Ostetricia e Ginecologia del «Mons. Dimiccoli».
«Una bellissima storia. A Gaia Maria ai suoi genitori e al suo fratellino vanno tutti i nostri auguri. Simbolicamente questa è una data importante che indica la ripresa e la vita che si impone con questa forza e questa energia ci dà molta gioia», ha detto il direttore generale della Asl Bt, Alessandro Delle Donne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie