Lunedì 27 Gennaio 2020 | 14:34

NEWS DALLA SEZIONE

Cultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 
ESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
La storia
Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

 
Nel Nordbarese
Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

 
Nel Nordbarese
Trinitapoli, si nasconde in un armadio per sfuggire ai cc: arrestato per droga

Trinitapoli, si nasconde in un armadio per sfuggire ai cc: arrestato per droga

 
nel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 
nel nordbarese
Andria, svastica sulla Cattedrale, vescovo: «Preoccupa l'ideologia»

Andria, svastica sulla Cattedrale, vescovo: «Preoccupa l'ideologia»

 
Bat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
il caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
l'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 
Il caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
BariIl caso
Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

 
TarantoIl caso
Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

tragedia nella bat

Canosa, auto contro edificio, 26enne sbalzato fuori: morto sul colpo

Si chiamava Giuseppe Caliendo: ancora da definire le cause del fortissimo impatto

Canosa, auto contro edificio, 26enne sbalza fuori: morto sul colpo

CANOSA - È il pianto lamentoso e inconsolabile di alcuni amici colpiti dal dolore a rompere il silenzio di una maledetta notte di sangue e disperazione. Da dimenticare. Erano da poco trascorse le due quando uno schianto terribile, violentissimo, ha disintegrato la vita di Giuseppe Caliendo, 26enne di Canosa (Bt), morto sul colpo dopo essere sbalzato all’esterno dell’abitacolo della Kia «Picanto» nera sulla quale viaggiava.

Cosa sia successo nessuno, per il momento, può confermarlo. Forse la velocità, forse una disattenzione, forse un maledetto imprevisto. Qualunque sia stata la causa, però, quella che si è consumata la scorsa notte, l’ennesima sciagura stradale che ha distrutto una giovane vita. L’incidente sul quale stanno indagano i carabinieri, è avvenuto alla periferia di Canosa, all’altezza dell’incrocio tra via Imbriani e via Murgetta. L’auto, guidata dal giovane canosino, ha impattato violentemente contro lo spigolo di un edificio. In gran parte del paese si è avvertito un vero e proprio boato e c’è chi ha pensato all’ennesima bomba scoppiata in piena notte. Giuseppe Caliendo è stato sbalzato fuori e per lui non c’è stato nulla da fare.

Sul posto, oltre ai carabinieri, sono intervenuti anche i vigilanti della «Vegapol» che hanno dato manforte ai militari per delimitare l’intera zona dagli amici di Giuseppe e dai tanti curiosi che si sono riversati in strada. Per un'assurda coincidenza, anche il fratello del 26enne canosino, Gabriele Caliendo, nel 2006 rimase vittima di un altro incidente stradale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie