Giovedì 23 Maggio 2019 | 02:48

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 
Magnitudo 2
Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

 
REBUS VIABILITÀ
Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoTaranto
Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

 
BariL'enfant prodige
Mola, baby genio a 8 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

Mola, baby genio a 9 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

 
BatDopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 

i più letti

REBUS VIABILITÀ

Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

I rappresentanti del Comitato ricevuti in Prefettura a Barletta

Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

TRANI - Sessanta giorni per contattare ed acquisire eventuali autorizzazioni da parte della Sovrintendenza procedendo, in mancanza, alla immediata ripresa della fase programmatica e progettuale d’intesa con Rfi (Rete ferroviaria italiana) con avvio dei lavori secondo le modifiche richieste dai tecnici progettisti dei sottoservizi, discusse in precedenti incontri, tra le quali la riduzione delle dimensioni trasversali del sottopasso ferroviario, realizzando un solo senso di marcia con la previsione di un marciapiede sul lato sinistro del senso di marcia.

L’incontro In breve, sono queste le risultanze di un incontro che si è svolto l’altro giorno in Prefettura fra il dott. Dario Sensi, il sindaco Amedeo Bottaro, i rappresentanti della Questura di Bari, della direzione territoriale di Rfi di Bari ed i delegati del movimento civico “Impegno per la realizzazione del sottopasso veicolare e pedonale tra via De Robertis e via S. Annibale M. di Francia” di Trani. «La convocazione alla riunione tecnica indetta dalla Prefettura presso il Palazzo di Governo “scaturiva – spiega Alessandro Moscatelli, presidente del movimento - da una prima istanza del 5 febbraio scorso, da noi presentata al Prefetto, motivata dall’ennesimo episodio di mal funzionamento del passaggio a livello di via S. Annibale M. di Francia. Nell’occasione l’Autorità territoriale del Governo il 26 marzo ci comunicava che, interpellato il sindaco del Comune di Trani, Amedeo Bottaro, questi assicurava il suo costante impegno per la soluzione delle problematiche inerenti al superamento della linea ferroviaria in previsione della eliminazione del passaggio a livello».
Ma nei giorni successivi, il 5 aprile, un altro episodio vide “intrappolata sui binari a barriere chiuse un’autovettura, il cui conducente in preda al panico e in cerca di una via di fuga urtava, scardinandola, una delle due sbarre, con paventato rischio per i pedoni fermi in attesa”, con nuova istanza al prefetto da parte del movimento civico, rappresentando “la gravità della situazione a fronte dell’inerzia dell’amministrazione comunale”.

La convocazione Questa volta il prefetto ha convocato dinnanzi a sé il sindaco, la Questura di Bari, la Direzione Territoriale di Rfi di Bari e il movimento civico, con i suoi delegati avv. Nicoletta Canaletti, dott. Vito Piazzolla, arch. Mario Ardito. “Nel corso della discussione, vertente sulla esecuzione del sottopasso ferroviario – spiega Moscatelli - abbiamo fermamente ribadito la necessità e l’urgenza di procedere all’attuazione dell’opera pubblica, che è oggetto di apposita convenzione stipulata nel 2008 tra il Comune di Trani ed Rfi, così come riveniente dal lungo iter programmatico avviato con l’approvazione da parte della Giunta comunale del progetto e del relativo finanziamento di spostamento dei sottoservizi con le delibere del 17 dicembre2013”.

L’opera L’amministrazione dal canto suo “ha prospettato – racconta Moscatelli - l’eventualità di realizzare l’opera in modalità pedonale e veicolare a doppio senso di marcia, previo ulteriore assenso ed autorizzazione da parte della Sovrintendenza della definitiva sistemazione del muro di recinzione dell’area La Pietra. Il prefetto ha accordato al sindaco un termine massimo di sessanta giorni entro cui contattare ed acquisire eventuali autorizzazioni da parte della Sovrintendenza procedendo, in mancanza, alla immediata ripresa della fase programmatica e progettuale d’intesa con Rfi, con avvio dei lavori secondo le modifiche richieste dai tecnici progettisti dei sottoservizi discusse in precedenti incontri ed a quest’ultima rappresentate dal Sindaco con nota del 20 gennaio 2016 (prot. n. 2322), tra le quali modifiche era annotata la riduzione delle dimensioni trasversali del sottopasso ferroviario, realizzando un solo senso di marcia con la previsione di un marciapiede sul lato sinistro del senso di marcia. È auspicabile che i vari comitati e i cittadini tutti si associno alle iniziative di questo movimento civico collaborando al raggiungimento del bene comune”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400