Lunedì 22 Aprile 2019 | 23:56

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

La lettera aperta

Bisceglie, per il #GazzettaDay parlano i ragazzi: «Non toglieteci l'informazione»

L'appello della Scuola Secondaria di I grado «Battisti-Ferraris»

Bisceglie, per il #GazzettaDay parlano i ragazzi: «Non toglieteci l'informazione»

BISCEGLIE - La più antica e prestigiosa testata del territorio di Puglia e Basilicata, “La Gazzetta del Mezzogiorno”, rischia di non essere più in edicola, non a causa di crisi editoriale ma per un problema giudiziario che riguarda il suo editore. È la prima volta che accade una cosa del genere ma a subirne le conseguenze non sarebbero solo i lavoratori, ma la comunità tutta perché non sarebbe più tutelata la libertà d’informazione sancita dall'articolo 21 della nostra Costituzione. La Gazzetta del Mezzogiorno con 500.000 lettori in media al giorno, è da oltre 130 anni una voce importante della Puglia e della Basilicata.  In questo tempo non ha fatto semplice cronaca, ha raccontato eventi della nostra storia d’Italia oltre che storie di successo, progressi economici, traguardi culturali dei comuni di Puglia e Basilicata.  La Gazzetta del Mezzogiorno o la "gazzetta" come la chiamano molti non è un'azienda qualsiasi; essa produce notizie, opinioni, commenti, svolgendo un servizio pubblico a favore della collettività e dunque appartiene a tutti i lettori. Noi alunni della scuola media “Battisti - Ferraris” di Bisceglie l'anno scorso abbiamo partecipato al progetto NEWSPAPERGAME e i nostri articoli sono stati pubblicati sul giornale.  Questo ci ha permesso di avvicinarci alla carta stampata ed é stato un fatto straordinario perché noi ragazzi "nativi digitali" abbiamo potuto sperimentare come nasce l'informazione. Raccogliere le notizie, elaborarle e creare un articolo poi pubblicato, non solo ci ha resi giornalisti in erba ma ci ha fatto capire che creare un giornale non è una cosa semplice, anzi ha molto valore. Ci insegnate ogni giorno che la lettura è strumento fondamentale per noi ragazzi affinché possiamo crescere consapevoli e liberi di scegliere e di decidere; ci avete raccontato la favola bella dell’informazione quale pane quotidiano per le nostre menti; ci avete fatto appassionare ad un mondo per la nostra generazione così lontano e sconosciuto e ora non potete privarcene per meri cavilli burocratici. Ecco perché non si può abbandonare al suo destino un giornale come se fosse un negozio in fallimento perché esso produce un bene primario, la notizia, e offre un servizio alla comunità. Ognuno di noi deve fare qualcosa perché l'informazione de La Gazzetta del Mezzogiorno resti nella nostra terra, il nostro bel Sud, svolgendo il suo ruolo per far crescere il paese, contribuendo a far conoscere le notizie provenienti dai piccoli e grandi comuni della nostra regione.  Anche noi alunni, nel nostro piccolo, abbiamo voluto partecipare all’iniziativa, affinché la nostra terra non perda questa preziosa voce.  Abbiamo prenotato le copie per la giornata del 29 dicembre per dare un segnale forte dal nostro territorio affinché chi deve amministrare capisca che La Gazzetta del Mezzogiorno è un'istituzione di valore. Oscurarla sarebbe come oscurare tutta la Puglia e la Basilicata, ma soprattutto mettereste fine al nostro piccolo sogno di “giornalisti in erba”. Siete pronti ad assumervi questa responsabilità?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400