Martedì 16 Luglio 2019 | 10:06

NEWS DALLA SEZIONE

Arte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 
La paura
Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

 
Il festival
Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

 
Rifiuti sospetti
Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

 
Il bilancio
Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

 
La nota
Bisceglie, chiusura ostetricia: Ministero smentisce Regione. «Mai chiesto stop»

Bisceglie, chiusura punto nascita, Ministero smentisce Regione: «Mai chiesto stop»

 
Dalla polizia
Barletta, a bordo di uno scooter rapinò 90enne facendolo cadere a terra: preso

Barletta, a bordo di uno scooter rapinò 90enne facendolo cadere a terra: preso

 
L'episodio
Festa da ballo non autorizzata a Bisceglie: cc interrompono lo spettacolo e sequestrano il locale

Festa da ballo non autorizzata a Bisceglie: cc interrompono lo show e sequestrano il locale

 
L’operazione
Spacciavano cocaina: polizia smantella banda di pregiudicati andriesi, 10 ordinanze

Spacciavano cocaina: polizia smantella banda di andriesi, 6 arresti

 
Anche due feriti
Scontro sulla 16 a Bisceglie, muore 44enne di Cerignola: guidava autocarro

Scontro sulla 16 a Bisceglie, muore 44enne di Cerignola: guidava autocarro

 
L'incidente nel 2016
Strage treni, parti civili impugnano ricusazione giudici di Trani

Strage treni, parti civili impugnano ricusazione giudici di Trani

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraUna coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
LecceNel Salento
Lido Conchiglie: auto sfonda guardarail e si ribalta fuoristrada, muore una 33enne

Lido Conchiglie: auto sfonda guardarail e si ribalta fuori strada, muore una 33enne

 
FoggiaIl video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
TarantoLa lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
BariNella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
PotenzaIl caso
Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 
BatArte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 

i più letti

Giù le entrate

Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

La proposta: l'area andrebbe frazionata per servire più quartieri

Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

Commercio su aree pubbliche, crisi nera. Il mercato del lunedì ha ormai un triste destino. Il segretario cittadino del PD, nonché consigliere comunale, Giovanni Vurchio interviene sull’argomento: «Lunedì mattina, transitando per viale Gramsci, ho potuto constatare che troppi stalli del mercato settimanale cittadino sono ormai vuoti, nonostante l’oneroso investimento, sostenuto dagli ambulanti interessati, per poter acquistare l’autorizzazione necessaria ad occupare una fetta di quel suolo. Non è possibile rimanere indifferenti. Il mercato rappresenta un valore aggiunto per la nostra comunità ritiene Vurchio - non solo commerciale. Non merita di essere abbandonato tra l’indifferenza dell’amministrazione locale. È innegabile che il commercio su aree pubbliche stia vivendo una crisi preoccupante su scala nazionale, ma la classe politica ha il dovere di battersi per preservarne l’importanza».


E Vurchio avanza una proposta per Andria: «Credo che gioverebbe una ricollocazione nel centro cittadino. La riorganizzazione del mercato, seppur ridimensionato e meglio organizzato, ci permetterebbe di supportare un settore economico in forte crisi, come quello del commercio ambulante, e sarebbe utile a preservare anche il rilevante ruolo socio-culturale di questo appuntamento della tradizione, che da sempre risulta in grado di rappresentare una fonte inestimabile di aggregazione e scambio di idee, opinioni e posizioni».
Anche la Fivap, Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su Aree Pubbliche - Unionecommercio, associazione di categoria, fa sentire la propria voce sul tema: «Un mercato il cui appeal è sceso a quota zero quello del lunedì ad Andria. Uno dei mercati più numerosi della Puglia ridotto ad uno dei peggiori ed improduttivi d’Italia. Il grido dei commercianti concessionari di posteggio si alza con forza e con rabbia perché, dicono, questo è diventato un mercato impossibile da frequentare perché ormai non rende più nulla e molti lo stanno disertando ed abbandonando. Lunedì 5 novembre scorso la maggior parte dei concessionari di posteggio non ha incassato neppure un euro».


Come dicevamo anche le Associazioni di Categoria fanno sentire la loro voce e da Fivap-Unionecommercio (Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su Aree Pubbliche): «Quello di Andria è diventato uno dei peggiori mercati della Puglia e d’Italia – si legge in una nota diffusa dall’associazione sindacale - troppo dispersivo, mai riqualificato, abbandonato a se stesso e senza alcuna prospettiva di rilancio. Un mercato che va frazionato in modo da servire più quartieri cittadini e rilanciare il commercio su aree pubbliche in città. Uno sdoppiamento non più procrastinabile che potrebbe rappresentare una svolta così come una svolta potrebbe essere ripensare il mercato nella Zona 167 dove il comune di Andria decise di togliere riportandolo in villa dove avrebbe dovuto restare per non più di due anni ma ormai vi è rimasto all’infinito. Se non fosse che la grazia dell’amministrazione comunale ha da anni esonerato completamente gli ambulanti del mercato dal pagamento della Tassa di Occupazione di Suolo Pubblico, decidendo di perdere entrate annuali pari a quasi duecentomila euro, calcolando una media di 300 euro per ciascun operatore. Questo però – conclude la nota Fipav - non deve dare al comune l’alibi di lasciar morire quel mercato perché il danno sarebbe enorme. Inoltre se l’esonero dal pagamento delle tasse dovesse presto venire meno con l’approvazione del Piano di Riequilibrio Finanziario che la Corte dei Conti deve approvare e che non potrà più prevedere esenzioni di pregio come queste, in tal caso il mercato del lunedì di Andria può prepararsi a scomparire definitivamente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie