Lunedì 25 Marzo 2019 | 03:10

NEWS DALLA SEZIONE

La storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Il caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Parla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
Il caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 
Analisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
Casa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
Il Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

Visite domenicali

Trani, Villa Telesio riaperta dopo la bonifica

L'area è al centro di un progetto di valorizzazione del Comune

Trani, Villa Telesio riaperta dopo la bonifica

Villa Telesio ha regolarmente riaperto i battenti la domenica, ma, per farlo, è stato necessario un intervento di bonifica e messa in sicurezza pagato 11mila euro. I lavori sono stati realizzati dalla ditta Gestione ambiente, di Trani, per rendere nuovamente ospitale il bene che l’amministrazione comunale ha rilevato recentemente da un privato, nell’ambito del Piano urbanistico esecutivo di quel comparto.
I nuovi orari di accesso sono dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.30 delle sole domeniche, con riferimento al solo giardino, anche perché, dopo il boom di visite iniziali, gli afflussi dei cittadini sono decisamente calati. A curare l’apertura del parco, l’associazione Trani soccorso. Nei giorni scorsi villa Telesio è stata aperta anche per una manifestazione legata ai Dialokids, sezione per bambini e ragazzi dei Dialoghi di Trani.
Peraltro, l’area è al centro di un progetto di valorizzazione da parte del Comune di Trani, finanziato con fondi regionali pari a 56mila euro, e che prevede anche la ristrutturazione della villa che fa parte dell’intero complesso, con annessa area verde. Obiettivo, tenerla aperta stabilmente per effetto di un avviso pubblico con cui affidare il bene in concessione.
La costruzione è di notevole pregio architettonico, destinata a casina di soggiorno nonché vani di servizio (stalle di sosta), il tutto risalente al XVIII – XIX sec. In particolare emerge la presenza della casina di soggiorno, probabilmente in passato adibita a Tea house, di proprietà della famiglia Antonacci il cui blasone si ritrova in un fregio apposto sul pregevole muro di recinzione, nonché del portale di accesso prospiciente l’attuale corso Don Luigi Sturzo.
L’impianto arboreo del giardino, della superficie di circa 6.600 mq, conserva specie di notevole importanza e valore. Il suo interno si presenta con diverse zone di difficile fruizione per la presenza della vegetazione che ha invaso in parte i percorsi, alcuni difficilmente individuabili a causa del crollo dei cordoli di delimitazione delle aiuole.
L’area può essere divisa, indicativamente , in tre zone: l’ingresso con alberi secolari di leccio (Quercus ilex) e cipresso (Cupressus sempervirens); l’area prospiciente il muro di cinta del lato ovest con frutteto e agrumeto; il giardino vero e proprio con vari alberi ed arbusti , molti dei quali di pregevole valore estetico ed ornamentale. Sono presenti, fra gli altri, alcuni arbusti di pittosporo (Pittosporum tobira), rampicanti (Bouganvillea) ed una decina di alberelli di melograno (Punica granatum) distribuiti lungo il muro di cinta del lato est.
Da rilievi effettuati il Giardino presenta un totale di circa 125 alberi , con 24 specie arboree, oltre gli alberi da frutto. In particolare sono presenti esemplari di terebinto (Pistacia terebinthus), di alaterno (Rhamnus alaternus), esemplari di leccio, cipressi e pino d’aleppo (Pinus halepensis), falso pepe (Schinus molle).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400