Mercoledì 24 Aprile 2019 | 12:48

NEWS DALLA SEZIONE

Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Immunità penale? È una vittoria dei tarantini»
Scatta sit in oltre zona rossa

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
LecceTap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
BariApprovato dal Ministero
Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

 
BrindisiSventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

Ogni sera a Barletta

Il castello chiude alle 23, chi rimane dentro 'salta' il cancello

Chi resta 'prigioniero' nei giardini è costretto a 'saltare', nonostante passeggini, tacchi e carrozzelle

Il castello chiude alle 23, chi rimane dentro 'salta' il cancello

Il 'rito' del salto del cancello

«L'estate volge al termine ma la voglia dei barlettani di socialità prescinde dalle stagioni. Uno dei posti di maggiore ritrovo continua ad essere la villa del castello, intitolata ai fratelli Cervi (chissà quanti barlettani conoscono la loro storia...)». Scrive così il lettore Michele Languino, che aggiunge: «Secondo disposizioni di cartellonistica alle 23 la villa dovrebbe chiudere. ma in realtà con il castello Cinema che finisce dopo tale orario, a cancelli chiusi lato cattedrale, abbiamo assistito a scene di "salto dell'ostacolo" (la foto rende meglio la situazione. Passeggini, carrozzelle, signore con i tacchi... tutti a scavalcare la ringhiera per uscire dalla villa».

E poi: «In realtà , a dispetto degli orari imposti, moltissimi giovani si trattengono abitualmente sino a notte, senza nessun tipo di deterrenza, controllo o vigilanza. Una sorta di terra di nessuno, una zona franca per qualsiasi tipo di comportamento....». Conclusione: «Mi chiedo se l'amministrazione ne sia a conoscenza e perché non abbia sino ad oggi provveduto, in alcun modo. Dobbiamo aspettare l'incidente o un episodio non desiderato per andare a cercare i responsabili o chi dovrebbe vigilare? A questo punto, perché non lasciare la villa aperta al pubblico anche di notte? Una provocazione, certo, ma l'ipocrisia del pubblico non è proprio tollerabile. Il messaggio di norme senza controlli e sanzioni non è certo educativo per il cittadino, ed in particolare per le nuove generazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400