Domenica 17 Gennaio 2021 | 08:32

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

i più letti

Murgia materana quella luce che viene da lontano

Nel giorno del solstizio d'inverno appena passato (il 21 dicembre scorso) uno strano gioco di luce appare sulla tomba a doppio cerchio del villaggio neolitico di Murgia Timone nel Parco della Murgia Materana. Lo scorso 21 dicembre, come mostra la foto scattata alle 12, il sole illuminava con un allineamento perfettamente centrato l’ingresso e la parte ipogea della tomba
Murgia materana quella luce che viene da lontano
La luce. Quale simbolo migliore per rappresentare la nascita? Un accostamento che viene da lontano e ben presente nel nostro territorio. Basta pensare alla tomba a doppio cerchio del villaggio neolitico di Murgia Timone nel Parco della Murgia Materana. Lo scorso 21 dicembre, giorno del solstizio d’inverno, è stata attraversata da una luce non priva di significato. 
La segnalazione è dei redattori del sito Baslicatanet.com. 

La tomba risale all’età del bronzo, periodo che va dal 3.500 al 1.200 a.C. Nella seconda metà dell’ottocento, la scoprì l’archoelogo Domenico Ridola. I più importanti siti neolitici, ad esempio Stonehenge, coevo al villaggio di Murgia Timone, hanno una disposizione delle pietre allineate con un significato particolare per i giorni di solstizio e di equinozio. 

Lo scorso, 21 dicembre, solstizio d’inverno, quando il sole agli occhi di un osservatore terrestre inverte la propria rotta, è un giorno in cui si radunano a migliaia in tutti i siti neolitici per vedere come è calendarizzato questo fenomeno attraverso il sole che illumina particolari punti di queste opere dell’uomo di migliaia di anni fa, segnando l’avvio di una nuova stagione di luce. La speranza, la rinascita della luce sulle tenebre è il significato da sempre espresso in queste opere per questo evento celeste. Lo scorso 21 dicembre, come mostra la foto scattata alle 12, il sole illuminava con un allineamento perfettamente centrato l’ingresso e la parte ipogea della tomba neolitica di Murgia Timone a Matera. Una coincedenza? Ai redattori di Basilicatanet piace pensare che non lo sia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie