Sabato 23 Febbraio 2019 | 19:47

NEWS DALLA SEZIONE

L'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
Nel Barese
Muri imbrattati a Giovinazzo, autori e genitori rimuovono le scritte

Muri imbrattati a Giovinazzo, autori e genitori rimuovono le scritte

 
Unioni civili
Bari, il primo divorzio gay: e il Comune istituisce nuovo «albo»

Bari, arriva il primo divorzio gay: Comune istituisce nuovo «albo»

 
Operazione della Gds
Grumo, crac da 3,1 al frantoio: sequestrati beni, nei guai padre e figlio

Grumo, crac da 3,1 al frantoio: sequestrati beni, nei guai padre e figlio

 
La nave è bloccata
Bari, mercantile si arena sulla barriera frangiflutti del lungomare VIDEO

Bari, mercantile si arena su lungomare: incagliato anche rimorchiatore VD

 
La sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
L'impatto
Bari, incidente su viale Kennedy: ferita bimba di 3 anni

Bari, incidente su viale Kennedy: ferita bimba di 3 anni

 
Ambiente
Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera

Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera VD

 
Salute femminile
Acquaviva, l'ospedale Miulli "in Rosa": porte aperte per visite gratuite e consulti

Acquaviva, l'ospedale Miulli "in Rosa": porte aperte per visite gratuite e consulti

 
Tecnologia
È Turi la città con la differenziata più «smart» di Puglia: schizza all'82,32%

È Turi la città con la differenziata più «smart» di Puglia: schizza all'82,32%

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

In appello

Donna uccisa a Torre a mare
killer condannato all'ergastolo

La Corte di Assise di Appello di Bari ha aggravato, elevandola all’ergastolo, la condanna a 30 anni di reclusione inflitta in primo grado a Donald Nwajiobi, il giovane nigeriano reo confesso dell’omicidio della 60enne Caterina Susca, uccisa l’11 novembre 2013

Donna uccisa a Torre a mare killer condannato all'ergastolo

BARI - La Corte di Assise di Appello di Bari ha aggravato, elevandola all’ergastolo, la condanna a 30 anni di reclusione inflitta in primo grado a Donald Nwajiobi, il giovane nigeriano reo confesso dell’omicidio della 60enne Caterina Susca, uccisa l’11 novembre 2013 nella sua casa di Torre a Mare.

Nel febbraio 2015, il gup del Tribunale di Bari Annachiara Mastrorilli aveva condannato con rito abbreviato Nwajiobi a 30 anni di reclusione riconoscendo il giovane colpevole di omicidio volontario che comprendeva come cosiddetto «reato complesso" anche la contestata violenza sessuale.

In secondo grado i giudici hanno invece ritenuto i due reati autonomi, aumentando così la pena inflitta. Confermata la condanna al risarcimento danni nei confronti delle costituite parti civili, i familiari della vittima difesi dall’avvocato Luca Colaiacomo, e l’associazione barese 'Giraffà contro la violenza sulle donne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400