Martedì 04 Ottobre 2022 | 17:39

In Puglia e Basilicata

Il caso

Bari, il litorale ancora senza chioschi - bar

Bari, il litorale ancora senza chioschi - bar

A San Girolamo freno a mano per l'apertura di bar e ristoranti

20 Luglio 2021

Antonella Fanizzi

Bari - La passerella indispensabile per consentire alle persone diversamente abili di entrare in acqua con una speciale sedia a rotelle è stata installata. Così come sono in corso i lavori per realizzare un giardino ai piedi dell’installazione artistica realizzata da Jasmine Pignatelli sulla facciata di un palazzo di proprietà di Arca Puglia: la sfida è far coincidere la cerimonia del taglio del nastro con l’anniversario dello sbarco della Vlora, avvenuto l’8 agosto 1991. Sulla scultura sono tradotte in codice Morse le parole pronunciate trent’anni fa dal sindaco dell’epoca, Enrico Dalfino, in riferimento all’approdo in massa di 20mila albanesi: «Sono persone, persone disperate. Non possono essere rispedite indietro, noi siamo la loro unica speranza». Così l’area verde che si affaccia sul lungomare sarà riqualificata: nuovi marciapiedi, pavimentazione e arredi.

Ma per l’inaugurazione dei bar che andranno ad animare il litorale di San Girolamo bisognerà attendere ancora. Il progetto di dare vita alle quattro piazzole va avanti seppur con lentezza. Si aspetta il via libera della Soprintendenza prima di attrezzare sia i due chioschi-bar mobili sia i servizi igienici provvisti delle docce (questi ultimi saranno gestiti dal Comune). Nel frattempo l’amministrazione comunale, oltre alla passerella dedicata all’accesso al mare dei portatori di handicap uguale a quella di Pane e pomodoro, ha fatto sistemare i bagni chimici, a servizio dei bagnanti.

Le strutture di ristorazione, invece, tardano ad arrivare. Le intenzioni della giunta Decaro vanno nella direzione di moltiplicare i luoghi di ritrovo all’aperto destinati sia ai giovani sia alle famiglie in modo da scongiurare gli assembramenti. I pareri tecnici e gli adempimenti burocratici frenano comunque il decollo della spiaggia a nord della città. Inoltre alcuni residenti continuano a criticare l’utilità dei frangiflutti costruiti nell’acqua: a seguito delle mareggiate più imponenti la spiaggia di ciottoli si assottiglia, nonostante il ripascimento venga effettuato ogni anno all’inizio della stagione estiva.

Sono inoltre del tutto incerti i tempi per trasformare i due locali che si trovano alle estremità della piazza sopraelevata in altrettanti ristoranti. La società Cultour, che si è aggiudicata la gestione di entrambi gli spazi, ha già fatto sapere che in un locale sarà valorizzata la tipicità della nostra enogastronomia di eccellenza mentre nell'altra sarà sviluppata un'offerta più orientata a una dieta che privilegia cibi salutari. Punti di ritrovo informali in grado di generare movimento sul lungomare tutto l’anno.

Ma quest’estate i cittadini e i turisti avranno soltanto la passerella e un nuovo giardino nell’area delle case popolari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725