Venerdì 30 Luglio 2021 | 03:49

NEWS DALLA SEZIONE

Fiamme altissime
Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione

Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione - LE FOTO

 
ingente valore
Bari, mafia a Noicattaro: sequestrato forno e conti correnti

Bari, mafia a Noicattaro: sequestrato forno e conti correnti

 
Covid e inganni
Bari, green pass fasulli: truffatori in azione

Bari, green pass fasulli: truffatori in azione

 
Trasporti
Bari-Roma, due nuove corse col Frecciargento di Trenitalia

Bari-Roma, due nuove corse col Frecciargento di Trenitalia

 
Disposizioni del questore
Bari, sala bingo chiusa 15 giorni dopo una rissa

Bari, sala bingo chiusa 15 giorni dopo una rissa

 
Contrabbando
Bari, in cantina 30 chili di sigarette di contrabbando: preso

Bari, in cantina 30 chili di sigarette di contrabbando: preso

 
Il ricordo
Strage via dell'Arca a Bari, Decaro: «Memoria per difesa della libertà»

Strage via dell'Arca a Bari, Decaro: «Memoria per difesa della libertà»

 
Il caso
Bari, i lavoratori del Policlinico proclamano lo stato di agitazione

Bari, i lavoratori del Policlinico proclamano lo stato di agitazione

 
Trasporti
Da Bari si vola per Porto e Tel Aviv: da ottobre 5 nuovi collegamenti di Ryanair

Da Bari si vola per Porto e Tel Aviv: da ottobre 5 nuovi collegamenti di Ryanair

 
La novità
Ruvo di Puglia, inaugurazione dell’avveniristico nuovo teatro comunale

Ruvo di Puglia, inaugurazione dell’avveniristico nuovo teatro comunale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraL'allarme
Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

 
FoggiaL'Irccs di San Giovanni Rotondo
Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Batviolenza domestica
Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

 
TarantoSicurezza
Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 
BariFiamme altissime
Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione

Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione - LE FOTO

 
LecceSerie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 

i più letti

A Bari

Gestione spiaggia di Torre Quetta, pm insiste su interdittiva antimafia

L’appello si discuterà il prossimo primo luglio dinanzi alla Corte di Appello di Bari

Bari, a Pasqua tutti nel lido di Torre Quetta

Foto Luca Turi

BARI - La Procura di Bari ha impugnato il provvedimento con il quale il Tribunale (sezione misure di prevenzione) nel febbraio scorso ha ammesso la società «Il Veliero», che fino a circa un anno fa gestiva la spiaggia barese di Torre Quetta, al controllo giudiziario con conseguente sospensione dell’interdittiva antimafia. L’appello si discuterà il prossimo primo luglio dinanzi alla Corte di Appello di Bari. Nell’atto di impugnazione, firmato dalla pm della Dda di Bari Daniela Chimienti, sono richiamate «recenti dichiarazioni di collaboratori di giustizia», in particolare di Domenico Milella, ex braccio destro del boss mafioso del quartiere Japigia Eugenio Palermiti, ed è evidenziata la «presenza di pregiudicati ed appartenenti ad organizzazioni criminali nella gestione dei chioschi sub appaltati». Tra questi anche un nipote del boss Palermiti. Il «pentito» Milella ha raccontato dei rapporti di Orlando Malanga, ritenuto dagli inquirenti l’anello di congiunzione tra la società e i clan, e alcuni pregiudicati. «Li fa campare - ha detto in un interrogatorio - , prima tramite il bar, poi gli appalti, insomma ha messo le persone a lavorare». Per Malanga «tenere il figlio di qualcuno amico» del clan era "una protezione» spiegava Milella. Dichiarazioni che, secondo la Procura, «sono sintomatiche dell’attualità dei collegamenti di Malanga con la criminalità organizzata, tanto che la ditta ha formalizzato il suo licenziamento solo nel novembre 2020, dopo la discovery» delle rivelazioni di Milella, «dimostrano l'attualità e concretezza del pericolo di permeabilità mafiosa dell’impresa». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie