Venerdì 18 Giugno 2021 | 15:57

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
l'appello
Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

 
formazione
I giovani e il lavoro dopo la laurea: il Politecnico di Bari sopra la media Italia

I giovani e il lavoro dopo la laurea: il Politecnico di Bari sopra la media Italia

 
Il caso
Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

 
L'arresto
Bari, maltratta la compagna: fugge ma viene arrestato

Bari, maltratta la compagna: fugge ma viene arrestato

 
Il fatto
Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

Lavori in subappalto ad imprese edili,  sequestro di beni ad imprenditore bitontino

 
Diritti
Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

 
Il fatto
Monopoli, nasconde droga nel manichino ma i carabinieri lo arrestano

Monopoli, nasconde droga nel manichino ma i carabinieri lo arrestano

 
Formazione
UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

 
L'emergenza
Carceri: sit-in penitenziari a Bari, «grave carenza agenti»

Carceri: sit-in penitenziari a Bari, «grave carenza agenti»

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatGiustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
BatLa curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
MateraIl caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
PotenzaIl fatto
Potenza, Bosco Piccolo, al via i lavori per completare l’area della parrocchia

Potenza, Bosco Piccolo, al via i lavori per completare l’area della parrocchia

 
FoggiaLa storia
Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

 
Brindisinel brindisino
Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

 
TarantoMonitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 
LecceIl progetto
Lecce, nasce l’Accademia della Carità una mano tesa ai più deboli

Lecce, nasce l’Accademia della Carità una mano tesa ai più deboli

 

i più letti

Il blitz

Bitonto, droga nella canna fumaria: tre arresti

Sequestrata cocaina, marijuana e hascisc. Era nascosta anche in una intercapedine del vano ascensore

Bitonto droga nella canna fumaria

Bitonto - Droga pronta allo spaccio, ben nascosta una canna fumaria sul tetto. Finiscono agli arresti, con l'accusa di spaccio, tre giovani bitontini.

I carabinieri della stazione di Bitonto, con il supporto dei colleghi delle stazioni limitrofe e della Compagnia di Intervento Operativo dell’11° Reggimento Puglia, hanno messo fine all'attività che si svolgeva in via Sandro Pertini.

I tre, di 20, 21 e 38 anni,  stando alla ricostruzione dei carabinieri, avevano stabilito la propria base presso una palazzina e, con un sistema ben organizzato di pusher e pali che segnalavano l’eventuale arrivo di forze dell’ordine, spacciavano droga ad acquirenti provenienti anche da comuni limitrofi.

 All'arrivo dei militari, il gruppetto ha cercato di sottrarsi ai controlli, tentando la fuga. Uno di loro ha raggiunto anche il terrazzo condominiale, scavalcando un muretto di altezza circa 1 metro posto a confine con un altro terrazzo, si è avvicinato al cunicolo di una canna fumaria ed ha iniziato a svuotare il contenuto del borsone che aveva al seguito. Ritornato sui suoi passi il giovane ha nascosto qualcosa anche in un'intercapedine del locale macchine ascensori ed è ridisceso all'interno del condominio cercando di nascondersi.

Fermati i tre spacciatori, i carabinieri  hanno perquisito tutti i luoghi in cui erano stati visti. Le operazioni sono iniziate proprio dalla canna fumaria che, già da una prima ispezione, presentava una interruzione a circa 5 metri. All'interno, sono stati recuperate 68 buste in cellophane trasparente per un totale di 152 grammi di marijuana, 37 grammi di hashish e 80 dosi di cocaina. I militari hanno quindi raggiunto la base della canna fumaria e, aperta una fessura laterale, hanno recuperato ulteriori 20 bustine di marijuana del peso di 35 grammi, 21 dosi di hashish e 7 dosi di cocaina.  Nell'intercapedine, è stata rinvenuta una busta in cellophane, contenente una radio ricetrasmittente e la somma in contante di 2500 euro in banconote di vario taglio.

I tre bitontini sono stati dichiarati in arresto e accompagnati in carcere. Sostanza stupefacente, soldi e restante materiale sono stati sequestrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie