Sabato 15 Maggio 2021 | 03:03

NEWS DALLA SEZIONE

Turismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
La novità
San Nicola  multimediale apre le porte a turisti e pellegrini

San Nicola multimediale apre le porte a turisti e pellegrini

 
Il caso
Bari, divieto senza preavviso a San Pasquale: automobilisti in rivolta

Bari, divieto senza preavviso a San Pasquale: automobilisti in rivolta

 
Nel Barese
Monopoli, negozio vendeva centinaia di mascherine FFP2 non conformi: denunce

Monopoli, negozio vendeva centinaia di mascherine FFP2 non conformi: denunce

 
Nel Barese
Carbonara, 46enne ucciso e abbandonato in un casolare: arrestato presunto omicida

Carbonara, 46enne ucciso e abbandonato in un casolare: arrestato presunto killer

 
Lotta al virus
Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

 
Il caso
Cassa Prestanza a Bari, sit in di protesta di lavoratori e pensionati del Comune davanti la Procura

Cassa Prestanza a Bari, sit in di protesta di lavoratori e pensionati del Comune davanti la Procura

 
Il caso
Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis

Bari, nuovo arresto per ex gip: sospetto Dda che custodisse armi per il clan La difesa rinuncia al Riesame. Chiariello resta in carcere

 
Lutto
Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

 
Il caso
Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDibattito
Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

 
LecceL'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
TarantoEx Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
LecceTurismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

L'inchiesta

Le mazzette di Altamura: nei guai
anche i collaboratori dell’ex sindaco

Avviso di conclusione a 20 persone: anche finanzieri e poliziotti

Le mazzette di Altamura: nei guaianche i collaboratori dell’ex sindaco

Bari - L’inchiesta deflagrò nel luglio 2017 con 11 arresti tra cui anche l’allora sindaco di Altamura, Giacinto Forte. A quasi quattro anni di distanza la Procura di Bari ha chiuso l’indagine su un presunto giro di mazzette pagate a Forte, all'epoca alla guida di una coalizione di liste civiche di centrodestra e centrosinistra, per assicurarsi favori e appalti. E sono saltati fuori altri episodi, compresi i favori fatti ad alcuni degli indagati da appartenenti alle forze dell’ordine.
Sono 20 le persone che hanno ricevuto l’avviso di conclusione firmato dai pm Marco D’Agostino e Claudio Pinto. Tra loro anche l’allora segretario del sindaco, Francesco Tota, 42 anni, accusato di concorso in corruzione per aver fatto da «intermediario» tra Forte e gli imprenditori Bertin Sallaku e Michele Fatigati (anche lui già a processo) nella consegna di una mazzetta di 15mila euro a fronte dell’aggiudicazione dei lavori al depuratore cittadino. Di false dichiarazioni al difensore è accusata invece un’altra collaboratrice di Forte, Rosa Immacolata Ventura, che nell’ambito di indagini difensive ha raccontato di essere stata presente all’incontro tra Forte, Sallaku e Tota e di non aver visto alcun pagamento.
Di corruzione è accusato anche un sottufficiale della Finanza, Biagio Novielli, che nel 2013 doveva effettuare una verifica fiscale nei confronti dell’azienda di Fatigati. Secondo l’accusa avrebbe evitato ogni rilievo in cambio di lavori edili per 2mila euro eseguiti dal cugino dell’imprenditore in casa della moglie. Di abuso d’ufficio e falso ideologico sono invece accusati due agenti della Stradale che nel 2017 hanno fermato sulla Statale 16 l’Audi di Roberto Tisci, ex vicesegretario del Pd di Acquaviva che era sotto intercettazione: l’uomo guidava con la revisione scaduta, con il telefonino all’orecchio e senza avere con sé la patente di guida, ma i due agenti lo hanno lasciato andare senza rilievi.
L’inchiesta della Finanza e dei carabinieri ha documentato l’inquinamento di una serie di procedure di appalto nei Comuni di Acquaviva, Altamura e Castellana Grotte, e ruota intorno all’imprenditore albanese Sallaku (titolare della Besa Costruzioni) e alla figura di Tisci, ritenuto il tramite di Sallaku con gli amministratori pubblici tra cui Forte (che si è dimesso a febbraio 2018): Tisci ha negato questo ruolo ma ha patteggiato una condanna a due anni e due mesi per corruzione, mentre Sallaku per la stessa accusa ha patteggiato due anni e quattro mesi. Ma ora l’accusa è stata estesa anche alla sua società. Nelle indagini entrò (e poi fu completamente scagionato) anche l’allora assessore ai Lavori pubblici della Regione, Gianni Giannini, che per questa storia si dimise salvo poi riprendere il suo posto a giugno 2018 quando il gip ha archiviato tutte le accuse. Tuttavia adesso la Procura contesta quattro episodi di falso ideologico e uno di truffa allo Stato alla sua collaboratrice dell’epoca e al dirigente del Personale della Regione per via del trasferimento della donna dall’Arem all’avvocatura regionale, provvedimento che - secondo le indagini - sarebbe illegittimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie