Venerdì 05 Marzo 2021 | 10:39

NEWS DALLA SEZIONE

furto fallito
Ruvo di Puglia, ladri in fuga con un grosso trattore finiscono fuori strada

Ruvo di Puglia, ladri in fuga con un grosso trattore finiscono fuori strada

 
L'inchiesta
Giovinazzo, la «discarica» iniettava percolato sottoterra e la ditta risparmiava: 7 indagati, sequestrati 1,5 mln

Giovinazzo, la «discarica» iniettava percolato sottoterra e la ditta risparmiava: 7 indagati, sequestrati 1,5 mln

 
Lotta al virus
Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

 
l'indagine
Bari, dosi vaccino Covid a chi non aveva diritto: avviate verifiche Nas su mille nomi

Bari, dosi vaccino Covid a chi non aveva diritto: avviate verifiche Nas su mille nomi

 
Il caso
Bari, la variante inglese colpisce un medico dopo le due dosi di vaccino Pfizer

Bari, la variante inglese colpisce un medico dopo le due dosi di vaccino Pfizer

 
L'emergenza
Covid, la proposta dei 41 sindaci area metropolitana Bari: «Centri vaccinali in ogni Comune»

Covid, la proposta dei 41 sindaci area metropolitana Bari: «Centri vaccinali in ogni Comune»

 
Il processo
Mola di Bari, estetista uccisa: sarà sentito in aula il detenuto che raccolse confessione ex amante

Mola di Bari, estetista uccisa: sarà sentito in aula il detenuto che raccolse confessione ex amante

 
nel Barese
Altamura, ottengono illecitamente contributi agricoltura per 218mila euro: 3 denunce

Altamura, ottengono illecitamente contributi agricoltura per 218mila euro: 3 denunce

 
Mons. Satriano
Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

 
La visita
Maxi sbarchi di albanesi 30 anni fa: Edi Rama e Di Maio il 5 marzo a Bari

Maxi sbarchi di albanesi 30 anni fa: Edi Rama e Di Maio il 5 marzo a Bari

 

Il Biancorosso

Serie C
Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaCriminalità
Bandito scatenati nel Foggiano: presi di mira ieri sera market e tabaccheria

Banditi scatenati nel Foggiano: presi di mira ieri sera market e tabaccheria

 
Barifurto fallito
Ruvo di Puglia, ladri in fuga con un grosso trattore finiscono fuori strada

Ruvo di Puglia, ladri in fuga con un grosso trattore finiscono fuori strada

 
Potenzaambiente
Basilicata, assegnati 2,3 mln per bonificate 17 cave inquinate da fibre di amianto

Basilicata, assegnati 2,3 mln per bonificare 17 cave inquinate da amianto

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 10 ordinanze

 
TarantoOperazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti

 
LecceLa cattura
Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

dati ISTAT

Emergenza Covid nel Barese, tutti numeri del 2020: picco di decessi a novembre (+46,4%)

Da gennaio a ottobre il maggior aumento è stato registrato a Grumo (+29,5%), segue Castellana. Fra i grandi centri svetta Monopoli (+15,9%)

Task force regione Puglia: «Nessuna emergenza in reparti-Covid»

I dati anticipatori (da gennaio a ottobre) per il 2020 forniti dall’Istat (Istituto nazionale di statistica) dettagliano una realtà già conosciuta: l’incremento dei decessi in Italia rispetto alla media dei cinque anni precedenti (2015-2019) è causato dalla epidemia da Covid-19.

L’impatto è evidente dall'andamento delle curve: le linee relative ai due periodi confrontati hanno variazioni contenute per la maggior parte dei mesi, salvo distanziarsi tra marzo e maggio e, dopo la tendenza a un riallineamento, a partire da settembre. In attesa del dato annuale completo, l’aumento dei morti, rispetto al quinquennio di riferimento, è pari a 52.306 (588.331 contro 536.025 di media: +9,8%), per tre quarti determinato da persone decedute a causa del virus (38.618 al 31 ottobre sugli 85mila attuali), una tendenza che certamente sarà confermata, anzi amplificata, con l’aggiunta dei mesi di novembre e di dicembre di prossima pubblicazione.

ANDAMENTO - La diffusione del virus è stata difforme durante la prima ondata, avendo toccato prevalentemente il nord e meno il sud del Paese, diversamente da quanto accaduto nell’ultimo trimestre, con una recrudescenza che ha coinvolto l’intera Penisola dopo l’innesco nei mesi del solleone, soprattutto ad agosto, e la esponenziale riproduzione a partire da fine settembre e inizio ottobre dopo le elezioni e il ritorno a scuola. In provincia di Bari l’incremento maggiore si è registrato a ottobre (sempre rispetto alla media del quinquennio precedente): +19,1% (1.063 decessi contro 892, +171), sicuramente inferiore alla percentuale registrata negli ultimi due mesi dell’anno, i più neri per il Barese in quanto al Covid. Ma a marzo e aprile, pur essendo stato meno colpito, il territorio ha patito gli effetti letali della malattia in modo per niente trascurabile. A marzo ci sono stati 1.200 morti contro 1.037 (+15,7%), ad aprile 1.097 contro 931 (+17,7%). Va sottolineato che dai dati ufficiali del bollettino Covid regionale emerge a ottobre un numero di deceduti pari a 44, di gran lunga inferiore rispetto ai 171 in più accertati dall’Istat, uno scarto di 127 unità che si può spiegare ragionevolmente con il mancato accertamento di morte per Covid oppure con l’aumento dei decessi causati dalla sospensione dell’attività di cura ordinaria dei pazienti (pensiamo ai malati oncologici oppure ai cardiopatici), per giunta indotti a non recarsi negli ospedali dal timore e penalizzati dalle lacune della medicina territoriale, assistenza domiciliare compresa.

FASCE - Grazie ai disaggregati del rapporto Istat, si può investigare di più sui 10.321 morti in Terra di Bari, 721 in più rispetto alla media 2015-2019 (+7,5%). È possibile, infatti, inquadrare anche i picchi rispetto alle fasce d’età. Prendiamo gli over 85. Ci aspetteremmo un balzo notevole, in effetti confermato: non tanto nell’arco dei dieci mesi (4.761 morti rispetto a 4.283, +11%), ma soprattutto a marzo (564 contro 475, +18,6%), aprile (527 contro 419, +25,7%) e ottobre (465 contro 399, +16,4%), senza trascurare quanto avvenuto ad agosto (qui il caldo ci cova) con un aumento del 20% (481 contro 401). Allo stesso modo è evidente l’innalzamento percentuale nella fascia 75-84 anni più a ottobre (308 contro 259, +18,6%) che a marzo (+7,5%) e ad aprile (+6,1%), parziali contenuti che in generale (a maggio e a luglio ci sono stati addirittura meno morti rispetto agli anni scorsi) fanno coincidere il totale dei decessi: 2.888 nel 2020 contro 2.848 nel 2015-19. La sorpresa semmai arriva correlando le cifre nel gruppo 65-74 anni (1.476 contro 1.358, + 8,7%): in questo caso il salto è davvero considerevole sia a marzo (185 morti contro 143, +30%) sia a settembre (162 contro 121, + 33,2%) e soprattutto a ottobre (173 contro 127, +35,8%). Considerando poi tutti gli over 65 (9.125 decessi contro 8.490, +7,5%), ottobre si conferma il mese orribile (946 contro 786, +20,3%), particolare che fa ancor più crescere l’attesa per l'aggiornamento comprendente il bimestre finale del 2020.

PROVINCIA - Il quadro completo permetterà di cogliere l’aspetto più interessante, cioè se si confermerà che a un aumento consistente dei decessi complessivi a novembre e dicembre corrisponderà un computo inferiore di morti per Covid ottenuto attraverso i dati forniti dalla Regione giorno per giorno. Il raffronto potrà essere fatto, però, solo a livello provinciale (il Barese è secondo solo al Foggiano in questa triste graduatoria). Le autorità sanitarie continuano infatti imperterrite a negare i parziali per comuni (anche riguardo ai contagiati e ai guariti). Per il momento, sempre grazie all’Istat, si può sapere (mantenendo gli stessi parametri di confronto) che nel 2020 la cittadina con il maggior incremento di decessi è stata Grumo (123 contro 95, +29,5%), seguita da Castellana (191 contro 158, +20,9%) e da Capurso (133 contro 109, +21,4%). Tra i grandi centri, svetta Monopoli (445 contro 383, +15,9%). Subito dopo ci sono Gravina (305 contro 265, +14,8%) e Modugno (270 contro 237, +13,9%). In quanto al capoluogo, si registra un +7,4% (2.955 morti contro 2.751) con picchi a marzo (343 contro 287, +19,5%), aprile (339 contro 266, +27,3%) e ottobre (303 contro 252, +20%), confermati anche nella fascia over 65, però più a marzo (313 contro 254, +22,8%) e ad aprile (293 contro 234, +24,8%) che a ottobre (264 contro 222, +18,8%), a dimostrazione di un’incidenza maggiore di decessi tra la popolazione meno anziana (anche a Bari) durante la seconda ondata.

NOVEMBRE -  In mancanza di dati disaggregati relativi agli ultimi due mesi del 2020 è possibile solo considerare quelli disponibili (rilevati sempre dall’Istat) riguardanti il mese di novembre, quando i decessi nei 41 comuni del Barese hanno raggiunto quota 1.364, cifra che raffrontata con i 932 del 2015-19 significa annotare un balzo eccezionale del 46,4%. Soppesando i 432 decessi in più, anche in questo caso è notevole lo scarto rispetto alla somma dei dati ufficiali giornalieri forniti dalla Regione che ammonta a 226 (sono 312 a dicembre). Ci sono dunque altre 206 persone in più passate a miglior vita di cui non si conosce la causa. La Gazzetta ha anche chiesto i dati all’Ufficio anagrafe del Comune di Bari proprio per capire, sebbene circoscrivendo l’indagine al solo capoluogo, quale siano le rilevazioni del sesto bimestre 2020. Al momento i dati ottenuti riguardano il monte dei morti dello scorso anno senza distinzioni, pari a 4.987 (553 in più rispetto ai 4.434 del 2019). Non paragonabile però: il totale, infatti, contempla appunto tutti i deceduti in città, mentre l’Istat considera

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie